lunedì, Agosto 8, 2022
HomeAC MonzaLa presentazione dell'avversario: la "giovane" Pro Patria affronta la corazzata Monza

La presentazione dell’avversario: la “giovane” Pro Patria affronta la corazzata Monza

- Advertisement -

Firenze ha dimostrato che questa squadra può e deve ambire a maggiori palcoscenici, il 3-1 finale ha mascherato il fatto che i biancorossi sono stati davanti ad un avversario di due categorie superiori per ottanta minuti, ovviamente i tifosi non potevano chiedere altro che onorare la maglia e in questo l’obiettivo è stato pienamente raggiunto. Ora la stessa dedizione e le stesse motivazioni devono accompagnare i ragazzi di mister Brocchi per l’esordio di campionato, lontano da casa, allo Speroni di Busto Arsizio.

Come arriva la Pro Patria – I bustocchi si presentano ai nastri di partenza della nuova stagione dopo l’ottavo posto della scorsa stagione che ha portato alla disputa dei playoff, in cui la squadra è stata eliminata al primo turno dalla Carrarese. Le prime due uscite stagionali per i biancoblu risultano i primi due turni di Coppa Italia, con la compagine di Busto che ha dapprima eliminato il Matelica per 1-0, ma ha poi subito una fragorosa debacle contro lo Spezia per 5-0, proprio mentre il Monza espugnava Benevento.

Dei nuovi arrivati chi ha trovato la via del campo sono Spizzichino e Lombardoni, giovani provenienti da Lazio e Inter, titolari in entrambe le uscite della propria squadra, la punta ventisettenne proveniente dal Cuneo Defendi, autore del finora unico gol stagionale dei biancoblù, mentre l’ex biancorosso Palesi è subentrato solo durante il primo match di Coppa Italia.

Mister Javorcic dovrebbe quindi schierare un 3-5-2 con Tornaghi tra i pali; Boffelli, Battistini e Lombardini centrali di difesa; davanti a loro Fietta, Bertoni e Pedone in zona centrale, mentre ai lati Galli e Spizzichino; in avanti zona gol affidata a Parker e Defendi.

In casa nella passata stagione la Pro Patria ha collezionato undici vittorie, cinque pari e tre sconfitte, un ottimo score realizzato soprattutto nel girone di ritorno. Dopo il ruolo di sorpresa del girone (neopromossa dalla D) nello scorso anno, la Pro punta a confermare quanto di buono fatto puntando su una squadra (e un allenatore) giovane.

La storia – L’Aurora Pro Patria nasce nel 1919 come Pro Patria et Libertate, nel 1929/30 partecipa al primo campionato di Serie A a girone unico, rimanendo in massima serie per quattro stagioni prima di retrocedere in B. Per il ritorno nel grande calcio nostrano bisognerà attendere il dopoguerra: nel 1946/47 infatti i bustocchi vincono il campionato di Serie B e ritornano in A quindici anni dopo l’ultima volta ma, dopo diversi campionati che vedono i biancoblu lottare per la salvezza, il 1955/56 sarà l’ultimo anno in massima serie nella storia del club. Con dodici presenze rimane comunque la squadra in provincia di Varese col maggior numero di partecipazioni a tale competizione, nonché la sesta lombarda. Seguiranno poi numerose stagioni prima in cadetteria e poi in C, dove però nel 1972/73 andrà incontro alla prima retrocessione in Serie D; dopo essersi ripresa la categoria la Pro Patria non riuscirà più a risalire in B, disputando svariate annate tra Serie C e in qualche rara occasione la D, oltre alle due stagioni in Eccellenza a inizio anni Novanta. Nel 2009 la società viene rifondata e assume l’attuale denominazione, conducendo sempre campionati di metà classifica fino al 2016/17, anno in cui la squadra torna in D e riparte un nuovo corso, culminato una stagione più tardi dal ritorno tra i professionisti e dalla conquista dello Scudetto di Serie D. Il 2018/19 vede la matricola biancoblu conquistare, come detto, l’ottavo posto nel Girone A e i playoff di categoria.

I precedenti – Sono ben 52 i precedenti tra bustocchi e brianzoli in campionato. Il Monza guida uno score pressoché alla pari che conta 20 vittorie, 14 pareggi e 18 sconfitte. Molti furono tra gli anni Cinquanta e Sessanta gli incontri in Serie B, prima che i bustocchi non ci fecero più ritorno. La prima volta in cui le due squadre si affrontarono fu la stagione 1919/20 (una vera e propria sfida centenaria), durante il girone finale di Promozione, e si concluse con un 1-1 proprio a Busto Arsizio; la vittoria più altisonante per il Monza arriva nel 2007/08, un 5-0 esterno che non ammette repliche (gol di Coti, Beretta e doppietta di Egbedi, più un autogol). L’ultima volta invece che i due club incrociarono le spade fu la Serie D 2016/17, col Monza che ottenne una doppia vittoria per 2-1, allo Speroni, e 2-0 al Brianteo. Considerando tutte le competizioni (campionato, Coppa Italia e Coppa Italia di Serie C) il Monza arriva a 24 vittorie, 15 pareggi e 21 sconfitte.

Il Monza deve quindi mantenere l’ottima tradizione contro la Pro Patria per cominciare nel migliore dei modi questo campionato che, a fine stagione, deve avere un solo e unico verdetto, il ritorno in B venti anni dopo.

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO

Monza-News