venerdì, Luglio 1, 2022
HomeAC MonzaLa sagra degli ex: al Brianteo tornano Pepe, Cazzaniga, il Boldo e...

La sagra degli ex: al Brianteo tornano Pepe, Cazzaniga, il Boldo e Daldosso

Normale trovarsi di fronte, con un avversario come la Tritium con sede a pochi passi da casa nostra, qualche ex-biancorosso. Ma i quattro ex che ci troveremo di fronte domenica non possono passare inosservati: in epoche diverse hanno segnato nel bene e nel male un po’ di storia biancorossa. Eccone riassunti i profili, in rigoroso ordine cronologico…

FIORINO PEPE: responsabile area tecnica (nato il 29/11/1950 a Pinzolo – TN). Ha mosso i primi passi come calciatore proprio nella Tritium, settore giovanile. Ma la chiamata del grande calcio non si fa attendere e proprio il Monza lo ingaggia per la stagione 1969/1970 in Serie B. Impiegato come libero, mediano e mezzala, con i biancorossi colleziona 99 presenze e 8 gol, poi si trasferisce a Palermo dove rimane fino al 1976 (76 presenze, 3 gol). Approda in Serie A nella stagione successiva, con in trasferimento al Cesena (18 presenze, 3 gol) e con un gol nella gara di ritorno del Primo Turno di Coppa Uefa contro il Magdeburgo. Terminata la carriera di calciatore, si lega in modo indissolubile alla Tritium. In 30 anni ricopre le cariche di istruttore del settore giovanile, allenatore della prima squadra e direttore sportivo. Oggi è Responsabile dell’Area Tecnica ed ha contribuito in modo decisivo alla costruzione del gruppo vincente delle ultime stagioni.

ROMANO CAZZANIGA: preparatore dei portieri (nato il 17/02/1943 a Roncello – MB).

Cresce come calciatore nelle giovanili della Pro Patria. Il decollo della sua carriera avviene con l’ingaggio a Monza in Serie B, dove colleziona 103 presenze. La carriera nella serie cadetta prosegue al sud con Reggina e Taranto. Ma nel 1975, il suo ex allenatore in Brianza, Gigi Radice, lo vuole in Serie A al Torino. La sua professionalità viene premiata con 3 presenze nell’anno dello scudetto 1976 e 4 l’anno successivo.

Appende i guanti al chiodo nel 1977 e da subito siede sulla panchina granata come secondo allenatore. Nella stagione 1908/1981 guida il Torino sostituendo l’esonerato Rabitti. A Monza torna come allenatore con scarsa fortuna negli anni bui della gestione D’Evant-Belcolle e mette in mostra il suo carattere vulcanico che testimonia tuttavia il grande attaccamento ai colori biancorossi. Alla Tritium arriva nel 2008/2009 come allenatore dei portieri del settore giovanile. Dalla passata stagione, fa parte dello staff di mister Vecchi e coordina l’attività del gruppo istruttori portieri.

SIMONE BOLDINI: allenatore (nato il 23/5/1954 a Ghedi – BS). Da giocatore è stato un buon difensore di fascia, sovente utilizzato anche in marcatura. Cresciuto nel Milan, ha fatto esperienza a Spezia ed a Como, dove ha esordito in serie A nel 1975/76 dopo di che è rientrato al Milan dove ha disputato tre stagioni, vincendo uno scudetto nel 1978/79. ha giocato anche nell’Ascoli, nel napoli e nell’Atalanta, dove ha chiuso la carriera. Come allenatore ha guidato diverse squadre fra le quali il Monza per tre stagioni, nelle quali ha evidenziato le sue capacità di valorizzare i giovani. Come allenatore vanta esperienze con saronno, carrarese, Livorno, Pro Sesto, Como, Lugano, Renate.

DIEGO DALDOSSO. centrocampista (nato a Milano il 24/6/1983). Cresciuto nelle giovanili del Monza, esordisce in prima squadra nella stagione 2000/2001 (serie B) ed in biancorosso colleziona in tutto 31 presenze in incontri di campionato. Giocatore di talento e geniale, viene paragonato per lo stile e la precisione a Pirlo, ma a Monza non trova mai un posto fisso da titolare. Dopo essere passato ad Alessandria, Voghera e Montichiari, nel 2008 arriva a Trezzo ed è uno degli artefici della doppia promozione (dalla serie D alla C1) conseguita dai biancoazzurri.

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO