lunedì, Agosto 8, 2022
HomeAC MonzaL'analisi delle panchine: molta gavetta, qualche ex e un Campione del Mondo..

L’analisi delle panchine: molta gavetta, qualche ex e un Campione del Mondo..

- Advertisement -

Il girone è di fatto spaccato a metà se consideriamo le novità in panchina: sono difatti undici gli allenatori confermati (legione irrorata non poco dai quattro condottieri delle promosse) e nove i cambi (tra i quali spiccano gli ex biancorossi scelti da Albinoleffe e Alessandria, il Campione del Mondo approdato alla Pro Vercelli e la rivelazione giunta alla Robur Siena dall’Arezzo).

Albinoleffe – Zaffaroni (Marcolini): in costante ascesa già dalla Caronnese, la promozione centrata al primo colpo e i miracoli nella prima Serie C rendono l’esonero post Teramo mera parentesi

Alessandria – Scazzola (Colombo): discreto campionato col Cuneo gravato dalle penalizzazioni, è rimasto in Piemonte dove ha centrato la Serie B alla guida della Pro Vercelli

Arezzo – Di Donato (Dal Canto): reduce dall’impresa Arzignano, condotto per la prima volta tra i professionisti, ritrova l’amaranto tappa di passaggio della sua lunga carriera di giocatore cadetto

Carrarese – Baldini (confermato): allenare nella sua città un po’ per gusto è stata la scelta dopo sei anni senza calcio, in carriera ha calcato la massima serie tra Empoli, Parma, Lecce e Catania

Como – Banchini (confermato): formazione nelle giovanili del Vigevano ed esperienza esotiche tra Albania, Malta e Vanuatu, ha vinto la Serie D col record di punti (89)

Giana Erminio – Maspero (confermato): la difficile e brillante salvezza colta a Gorgonzola ha riscattato anni opachi successivi alla promozione col Ciliverghe

Gozzano – Sassarini (Soda): gavetta con piccole imprese nel calcio minore e recente biennio nelle giovanili di Entella e Udinese, quella sul Lago d’Orta è l’occasione della vita

Juventus U23 – Pecchia (Zironelli): rientrare da Fukuoka dopo aver fatto da spalla a Benitez e vissuto il saliscendi dell’Hellas non passerà inosservato, è la panchina di Madama

Lecco – Gaburro (confermato): il veronese che ha saputo regalare in due anni al Gozzano e ai blucelesti la promozione è stato il più giovane ad esordire (a 28 anni) su una panchina di C2

Monza – Brocchi (confermato): è la stagione della verità dopo esperienze in chiaroscuro, partire tutt’altro che a fari spenti richiederà un ulteriore sforzo di gestione della pressione

Novara – Banchieri (Viali): la scelta interna (Under 16 imbattuta e scudettata) gode della stima di una proprietà che lo conosce dai tempi di Carate

Olbia – Filippi (confermato): il sardo proverà a confermare il buon girone di ritorno, cercando di mantenere il timone gallurese per l’intera stagione

Pergolettese – Contini (confermato): transitato dalla Brianza nella sua lunga esperienza da calciatore, è stato proiettato con successo dagli Allievi Provinciali allo spareggio vinto sul Modena

Pianese – Masi (confermato): quello firmato a Piancastagnaio (paese di  4.000 abitanti) è l’exploit di una carriera ultraventennale vissuta quasi solo in Toscana e ai margini della terza serie

Pistoiese – Pancaro (Asta): prima esperienza lontano dal Sud dopo quelle non trascendentali con Juve Stabia, Catania e Catanzaro

Pontedera – Maraia (confermato): terza stagione di fila da capo allenatore in granata dopo il lustro come vice di Indiani, sinora due onorevoli undicesimi posti

Pro Patria – Javorcic (confermato): solo straniero del lotto, per il croato Busto Arsizio pare la giusta dimensione gratificata con una promozione (e tricolore sulla Vibonese) e una salvezza tranquilla

Pro Vercelli – Gilardino (Grieco): al Rezzato apprendistato tra campo e scrivania assieme al vecchio maestro Prina, potrà insegnare ai suoi giovanotti come sviluppare un fiuto da 200 reti

Renate – Diana (confermato): ha confermato alla guida delle Pantere, con cui ha centrato la salvezza con qualche brivido, il percorso intrapreso alla Sicula Leonzio

Robur Siena – Dal Canto (Mignani): sfiorata agli esordi la Serie B col Padova, dopo aver allenato Vicenza e Venezia è ripartito dalle Giovanili di Empoli e Juventus, all’Arezzo torneo di livello

Antonio Sorrentino

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Antonio Sorrentino
Antonio Sorrentino
Antonio Sorrentino, Umanista e storico di calcio. Collaboro con Monza-News dal 2014: ho iniziato dalla Berretti e poco dopo mi sono ritrovato operativo in Tribuna Stampa a raccontare le gesta della Prima Squadra. Nel corso degli anni ho presentato avversari e turni, aggiornando risultati e statistiche. Dal 2018 ho cominciato a scrivere sulla carta stampata (Giornale di Monza e testate Netweek) Collaboro con Sprint e Sport. Altre passioni: leggere noir, scrivere canzoni e collezionare Subbuteo. Il motto: «Rotola», perché come l'acqua, l'amore è la nebbia il calcio si rinnova. Giri la pagina e ci sono altre partite: il calcio è emozione immediata, ma richiede senso critico perché possa essere memoria dell’Agorà. C'è strada sotto le scarpe, le luci dell' U-Power Stadium sono accese: scambio di gagliardetti.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO

Monza-News