lunedì, Agosto 8, 2022
HomeAC MonzaL'analisi - Una vittoria per ritrovare il sorriso e per aggiustare qualcosa...

L’analisi – Una vittoria per ritrovare il sorriso e per aggiustare qualcosa in vista dei playoff

- Advertisement -

Dopo la vittoria della finale di andata della Coppa Italia contro la Viterbese, il Monza ritrova i tre punti in campionato contro la Fermana con un tondo risultato di 3-0. Basterà un pareggio contro il Sudtirol domenica prossima al Druso per consolidare il quinto posto, utile per i playoff.

Brocchi, privo di Anastasio sulla fascia sinistra, lancia dal primo minuto di gioco Tentardini, che nella

giornata odierna troverà anche il gol del momentaneo 2-0. L’inizio della gara è subito in favore dei biancorossi, che già al secondo minuto provano con Galli un tiro dai 30 metri che però si spegne a lato. Timido accenno subito dopo dei marchigiani con l’ex juventino Giandonato facilmente parato da Guarna. I primi venti minuti sono abbastanza monotoni, con diverse occasioni sia da una parte che dall’altra: al nono minuto Brighenti raccoglie in rovesciata un cross di Lepore, col pallone che però si spegne fuori. Cinque minuti più tardi sempre Brighenti ha la palla dell’uno a zero sulla testa, ma anche stavolta il pallone è alto di un soffio. Monza che è nel pieno controllo della partita e neanche il tiro su punizione da 40 metri di Giandonato, il più pericoloso degli ospiti, fa paura a Guarna. Alla mezzora è ancora di Brighenti la palla gol più ghiotta:  un rimpallo lo favorisce in piena area di rigore, ma l’intervento di un difensore gli nega il gol anche in questo frangente. Il vantaggio biancorosso è comunque nell’aria: prima viene annullato un gol a Ceccarelli al 38’ per fuorigioco, poi sul finire del primo tempo, D’Errico viene buttato a terra e l’arbitro concede la punizione per i biancorossi. Sul pallone Armellino, con una traiettoria perfetta porta in vantaggio i biancorossi.

Nel secondo tempo la partita vede le due squadre giocare con dei ritmi molto più alti, ma con il Monza che domina sempre nel possesso palla e nel dominio del gioco. Armellino cerca la doppietta personale direttamente da calcio d’angolo provando a sfruttare il forte vento della giornata, tuttavia senza successo. Al 66’ primi due cambi per Brocchi: Fuori Marchi e Ceccarelli e dentro Reginaldo e l’ex leccese Chiricò. La mossa darà ragione al mister dato che il brasiliano recupera molti palloni in contropiede ed è il più pericoloso della gara fino a quel momento. Ed è proprio grazie a Reginaldo che il Monza trova il raddoppio all’ottantesimo: un ottimo pallone in area servito a Tentardini che deve solo prendere la mira e appoggiare la palla in porta. Due minuti più tardi Fossati e Tomaselli rilevano Galli e capitan D’Errico che oggi hanno dato un contributo importante per la gara. Tomaselli rientra in campo dopo quasi due mesi e trova poi a due minuti dal 90’ un ottimo cross per Chiricò che vale il tris per il Monza.

Vittoria meritata per il Monza e che soprattutto ridà morale in campionato dopo la sconfitta di una settimana fa in quel di Bergamo.

Brocchi dovrà cercare di mantenere i ritmi costanti durante le partite e provare a gestire i momenti di nervosismo durante la gara, dato che alcuni gialli possono diventare molto determinanti ai fini dei risultati. Bisogna chiudere prima le partite e bisogna ancora lavorare sull’intesa tra i compagni, dato che ancora molti palloni vengono persi per provare delle azioni individuali (Chiricò su tutti). C’è ancora una gara di campionato e una finale di ritorno da disputare. Il tempo c’è!

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Antonio Scirtò
Antonio Scirtò
Antonio Scirtò nasce a Milano il 5 gennaio 1995. Da sempre appassionato di calcio, segue il Monza dal 2012 e collabora con Monza News dall'aprile 2015. Nel 2018 ha aperto un canale su youtube in cui commenta le partite del Monza e non solo

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO

Monza-News