martedì, Luglio 5, 2022
HomeAC MonzaLe regole: una "rosa" di 25 giocatori... con qualche spina !

Le regole: una “rosa” di 25 giocatori… con qualche spina !

Il Monza “formato Serie A” sta dunque prendendo forma, ma nella costruzione della squadra Galliani & co. dovranno tenere conto di alcuni importanti parametri imposti dalla FIGC:

la cosiddetta “lista Serie A” è in uso dalla stagione 2015/2016, serve a regolamentare l’utilizzo dei calciatori nel massimo campionato italiano e a proteggere i vivai pur nel rispetto delle regole valide per l’Unione Europea.

Le società di Serie A dovranno aver consegnato alla Lega la cosiddetta “lista Serie A” comprendente i 25 giocatori che i club potranno utilizzare nella stagione in corso: questa viene comunicata attraverso posta elettronica certificata entro le 12 del giorno che precede la prima partita ufficiale di campionato.

La particolarità della quale anche il Monza dovrà tenere debita considerazione è che nei 25 selezionati devono essere compresi 8 giocatori cresciuti in un vivaio affiliato alla federazione nazionale dei quali 4 devono essersi formati all’interno dello stesso club biancorosso. Una regola che spesso è di “4+4” ma che naturalmente può comprendere anche un numero superiore di questo tipo di giocatori. Il numero massimo di calciatori che non rientrano in questa categoria non può comunque essere superiore a 17.

Per “calciatori cresciuti nel vivaio” si intendono atleti che dai 15 ai 21 anni di età hanno trascorso almeno 36 mesi nella rosa di un club italiano (vivaio nazionale) o della stessa società (vivaio di club) che presenta la lista per la Serie A. Questo incoraggia così le squadre a sviluppare i propri settori giovanili e a lanciare i migliori talenti nel momento in cui questi vengono ritenuti pronti per giocare ai massimi livelli.

Allo stato attuale, nessuno dei giocatori che fanno parte della rosa biancorossa è stato formato all’interno delle formazioni giovanili del club, ciò potrebbe spiegare l’interesse nei confronti di ritorno al Monza di Matteo Pessina, che rientrerebbe in questo parametro, avendo militato dal 2007 al 2014 nelle giovanili biancorosse. Viceversa sono diversi i giocatori che rispondono al criterio di aver fatto parte in età giovanile di una rosa di un club italiano.

Successivi cambiamenti alla “lista dei 25” potranno essere effettuati soltanto per specifici casi:

  • sostituzione di un portiere,
  • sostituzione di un calciatore per cui il transfer dall’estero non perviene in tempo utile,
  • sostituzione di un calciatore che viene svincolato,
  • sostituzione fino a un massimo di due slot – portieri esclusi – tra calciatori dello stesso club,

Una squadra che ingaggia uno svincolato a mercato chiuso può comunque registrarlo solo nel caso in cui si sia premunita lasciando uno spazio vuoto nella lista dei 25 nomi comunicati alla Lega.

I giocatori esclusi dalla lista non possono naturalmente scendere in campo, pena la sconfitta a tavolino ed eventuali ulteriori sanzioni, ma possono rientrare nella lista successiva che viene aggiornata al termine del mercato invernale o “di riparazione”.

Inoltre è stabilito che i calciatori che non hanno compiuto 21 anni di età al 1° gennaio dell’anno in corso possono scendere in campo pur se non inseriti nella lista. Questa eccezione serve  per permettere alle società di utilizzare i talenti del vivaio a campionato in corso per scelta o necessità, costringendole di fatto a rinunciare alla costruzione di rose sterminate e troppo costose.

Giulio Artesani

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO