lunedì, Agosto 8, 2022
HomeAC MonzaMarlon completa il tridente difensivo del Monza - Scheda e curiosità sul...

Marlon completa il tridente difensivo del Monza – Scheda e curiosità sul tecnico e possente difensore brasiliano

- Advertisement -

Dopo Ranocchia e Carboni il terzo colpo in difesa del Monza parla brasiliano. Arriva, infatti, in prestito dallo Shakhtar Donetsk il difensore classe 1995 Marlon. Già reduce da un’esperienza in Italia con la maglia del Sassuolo, Marlon arriva per completare il pacchetto arretrato dopo gli innesti di Ranocchia e Carboni con il vantaggio che potrebbe essere anche schierato come esterno a destra in caso di necessità. Andiamo ora a scoprire chi è il nuovo acquisto biancorosso nella nostra scheda.

LA CARRIERA 

Marlon nasce a Duque de Caxias, un come del Brasile situato nello Stato di Rio de Janeiro, il 7 settembre del 1995. La sua carriera parte proprio dal Brasile quando a quattordici anni entra a far parte dell’accademia della Fluminense. A soli diciotto anni esordisce in prima squadra giocando trentatré minuti nella vittoria per 5-2 ottenuta contro il San Paolo. Chiuderà la sua prima stagione con il Tricolor Carioca collezionando ben venti presenze partendo spesso da titolare soprattutto nella seconda parte del campionato ed esordendo anche nella Copa Sudamericana dove gioca due partite. Nella stagione 14/15 Marlon salta la prima parte del campionato brasiliano per dedicarsi al Campionato Mondiale Under 20 dove giocherà praticamente sempre e dove diventerà fondamentale per il raggiungimento della finale del suo Brasile che però poi perderà contro la Serbia, guidata da Milinkovic-Savic, ai supplementari. Terminata l’avventura in nazionale torna a giocare con la Fluminense diventando un titolare inamovibile che rarissimamente viene sostituito nel secondo tempo. Nelle ultime tredici partite di campionato giocate da titolare, infatti, è stato sostituito solo una volta. Chiuderà la stagione con ventiquattro presenze e un assist prima di giocare sei partite nel Campionato Sudamericano Under 20. Nell’estate del 2016 viene acquistato dal Barcellona B. Con la seconda squadra blaugrana Marlon diventa subito uno dei protagonisti della promozione dalla terza alla seconda divisione spagnola con ventisette presenze totali tra campionato e playoff. La stagione 16/17 rappresenta però uno snodo importantissimo nella carriera di Marlon visto che esordirà sia in Champions League il 23 novembre contro il Celtic e sia nella Liga il 14 maggio contro il Las Palmas. A quel punto il Barcellona decide di girarlo in prestito al Nizza per due anni e in Francia Marlon si mette subito in mostra giocando ventitré partite in Ligue 1 ed esordendo anche in Europa League contro la Lazio. Il suo prestito però si concluderà prima del tempo a causa di Patrick Vieira che decise di non volerlo confermare nella sua squadra, ecco allora che Marlon passa, sempre via Barcellona, al Sassuolo per sei milioni con un clausola di ricompra. In Emilia Marlon si trova subito bene e con la maglia neroverde esordisce già alla seconda giornata in Serie A contro il Cagliari rimediando anche un’espulsione per doppia ammonizione nei minuti di recupero del secondo tempo. Le qualità però sono evidenti e De Zerbi decide di puntare forte su di lui tanto che collezionerà quindici presenze in fila partendo da titolare e non venendo mai sostituito. Solo un problema fisico lo frenerà nel rush finale di campionato ma le diciotto presenze totali, condite dal primo gol segnato al Bologna il 28 ottobre, rappresentano un ottimo biglietto da visita. Nelle due stagioni successive, prima di andare in Ucraina, giocherà quarantasette partite in totale in campionato. Nella scorsa stagione ha giocato dodici partite con la maglia dello Shakhtar Donetsk dove ha ritrovato De Zerbi e dove si è tolto la soddisfazione di vincere la Supercoppa d’Ucraina.

L’APPORTO TECNICO/TATTICO

Marlon è prevalentemente un difensore centrale che può giocare sia a destra che a sinistra. Nel terzetto difensivo di mister Stroppa verrà molto probabilmente utilizzato come laterale di destra al fianco di Ranocchia. Marlon è un difensore dotato di una struttura fisica possente e in grado anche di saper impostare il gioco con grande precisione. Abile nel gioco aereo e anche nelle scivolate con cui spesso ferma gli attaccanti avversari, è un difensore arcigno che in campo si fa sempre notare per la grande grinta e la tenacia nel non mollare mai. E’ anche dotato di una resistenza fisica molto importante e la carriera parla per lui visto che difficilmente, quando parte da titolare, viene sostituito nel secondo tempo. Ha senso della posizione e tempismo negli interventi, due fattori molto importanti che faranno fare sicuramente un’upgrade al pacchetto arretrato del Monza. Essendo bravo nel gioco palla a terra sarà curioso scoprire come riuscirà a dialogare sia con la mezz’ala di destra che con l’esterno di centrocampo dello stesso lato. Non disdegna qualche sortita offensiva soprattutto in occasione dei calci piazzati anche se in carriera non si è mai particolarmente distinto per i gol segnati. Ma d’altronde, un difensore deve in primis sapere difendere e Marlon sembra un giocatore perfetto per lo scacchiere tattico di mister Stroppa.

CURIOSITA’

Nel marzo scorso Marlon è finalmente riuscito a tornare a casa dopo l’invasione russa. Sono stati giorni interminabili e pieni di paura con lo stesso difensore brasiliano che ha raccontato di quanto fossero forti i rumori provocati dalle bombe e di quanto abbiano generato caos e terrore gli aerei da combattimento russi che passavano sopra le loro teste. La sua vita privata è piena di impegni e di amore visti i due figli, Pedro e João Miguel Santos, avuti con la fidanzata Maria. Tornando a parlare di calcio, importante l’investitura che gli ha dato Sergei Palkin, il CEO dello Shakhtar, che quando la squadra ucraina lo acquistò disse di Marlon: “Tecnicamente è uno dei migliori difensori centrali d’Europa”.

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Massimiliano Perego
Massimiliano Perego
Massimiliano Perego nasce a Lecco il 25 febbraio del 1990. Il calcio è la sua più grande passione, seguito a ruota dalla Formula 1 e dal basket. Prima di iniziare la sua avventura a Monza News nel Novembre del 2019, ha scritto più di 500 articoli su Footbola occupandosi prevalentemente di calcio spagnolo.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO

Monza-News