mercoledì, Maggio 12, 2021
Home AC Monza Le pagelle di Monza - Venezia 1-4: Boateng e compagni sprofondano, si...

Le pagelle di Monza – Venezia 1-4: Boateng e compagni sprofondano, si salvano in pochi. Brocchi, così non va!

Di seguito le pagelle integrali a cura di Riccardo Cervi:

Di Gregorio 6: è vero che subire quattro reti non gli fa onore, ma senza i suoi interventi il passivo poteva essere ben maggiore.


Sampirisi 5: si fa vedere con qualche buon traversone, ma in fase difensiva ci capisce davvero poco. Maleh è una scheggia sulla sua corsia, e lui non riesce mai a stargli dietro.


Bellusci 4.5: male in fase di impostazione, dove spesso lancia lungo senza trovare i propri compagni, così come in fase difensiva. La difesa fa acqua da tutte le parti e, come in occasione della quarta rete ospite, anche lui è tra i responsabili. Partita da dimenticare per lui, che ha anche avuto qualche screzio con mister Brocchi durante il match.


Pirola 6: ha certamente delle responsabilità sulla prima rete ospite, ma bisogna considerare che ha evitato, da solo, almeno due reti. Nella prima frazione salva tutto su Johnsen con un intervento in scivolata, nella ripresa devia sulla traversa la conclusione dello stesso Johnsen negandogli la gioia personale.


C. Augusto 4.5: la sua prestazione appare pessima sin dai primi minuti di gara, dove fatica molto a contenere le folate offensive dei lagunari, senza mai spingere sulla sua corsia. La rete che sblocca il match nasce proprio dalla sua fascia (dal 46′ Anastasio 6: è probabilmente il “migliore” di questo Monza. Entra e ci prova con un paio di conclusioni dalla distanza, senza rinunciare a mettere dei buoni cross, spesso preda della difesa avversaria).


Frattesi 5: prestazione fortemente sottotono per il giovane centrocampista biancorosso, che non entra mai in partita e sbaglia diverse scelte (dal 46′ D’Errico 5.5: il capitano entra e prova a dare una scossa, risultando sicuramente più incisivo di Frattesi. A volte si intestardisce con dribbling molto difficili e questo lo porta a perdere diversi palloni).


Scozzarella 5: sbaglia troppo, e per il ruolo che ricopre è davvero grave. Non aiuta in fase di impostazione, e non fa alcun filtro in fase di interdizione (dal 67′ Colpani 5: il suo ingresso non ha alcun impatto sul match).


Armellino 6: prestazione sicuramente non sufficiente anche per la mezz’ala biancorossa, ma che lo diviene grazie alla bella rete al volo che riaccende (per pochi minuti) le speranze del Monza.


Boateng 4: ancora una volta è tra i peggiori in campo, dimostrando poca grinta e determinazione. Sbaglia molti passaggi e, per un giocatore del suo livello, questo rappresenta sicuramente una “notizia”. Inoltre è suo il fallo, evitabile, che regala il rigore (poi realizzato da Aramu) agli ospiti. Se i tifosi chiedevano corsa ed impegno, lui certamente non li ha accontentati (dal 58′ D’Alessandro 5.5: il suo ingresso avrebbe dovuto smuovere la partita, ma anche lui appare molto confuso e non riesce ad incidere).


Mota 5: quando lui si spegne, il Monza non funziona. E anche oggi è accaduto ciò che ormai è evidente agli occhi di tutti, ossia che i biancorossi siano dipendenti dalle sue giocate. Il portoghese sembra non trovare il giusto posizionamento e questo non gli permette di far male agli ospiti.


Diaw 4: il Monza va a prendere un giocatore da dieci gol nel solo girone di andata, ma a Monza sembra tutto fuorché un bomber. Tocca pochi palloni, e quando lo fa sbaglia quasi sempre. Le sue doti tecniche non sono in discussione, ma è evidente che qualcosa non torni, anche per quanto riguarda i precedenti attaccanti biancorossi (dal 58′ Maric 5.5: corre e spazia su tutto il fronte offensivo, ma conclude poco).

All. Brocchi 4: questo Monza fatica troppo, e per il suo organico non è certamente normale. I biancorossi non sono mai in partita, dimostrando una pochezza difensiva non indifferente, senza inoltre riuscire mai ad impensierire il portiere avversario. Pessimo, ancora una volta, l’approccio al match, che regala sostanzialmente i primi venti minuti agli ospiti. Un mix di aspetti negativi che porta a un risultato clamoroso e che mette il Monza in seria difficoltà in termini di lotta promozione. I risultati scarseggiano, così come il gioco, e iniziano a presentarsi le prime voci di un possibile esonero.

Arbitro sig. Volpi 6: partita agonisticamente molto intensa, ma lui è bravo a non perdere mai il controllo. Se da un lato il secondo gol ospite sembrerebbe da annullare, dall’altro è stato bravo a compiere la scelta corretta in diverse circostanze.

VENEZIA

Pomini 6; Ferrarini 7, Modolo 7 (dal 90′ Svoboda s.v.), Ceccaroni 7, Molinaro 6.5; Fiordilino 6.5 (dal 90′ Bjarkason s.v.), Taugordeau 6.5, Maleh 7; Aramu 9 (dal 60′ Esposito 6.5); Johnsen 7.5 (dall’84’ Crnigoj s.v.), Di Mariano 7 (dal 60′ Mazzocchi 6). All. Zanetti 8.

BALOTELLI, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=balotelli
CORONAVIRUS, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=coronavirus

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Riccardo Cervi
Riccardo Cervi
Riccardo Cervi nasce a Monza l’11 luglio del 1997. Segue il calcio sin da piccolo, si appassiona da subito ai colori biancorossi grazie al nonno, grande tifoso del Monza. Da bambino, questa sua passione si amalgama con quella per la Juventus, ma con il trascorrere del tempo l’amore per la propria città prende il sopravvento. Dopo aver giocato diversi anni a calcio, decide di collaborare attivamente alla causa biancorossa, entrando nella redazione di Monza-News. Questo avviene nei primi giorni del 2015. All’interno della redazione si occupa inizialmente di una rubrica dal titolo “C’eravamo tanto amati”, dedicata agli ex calciatori biancorossi. In seguito, è responsabile della presentazione delle squadre avversarie, per la rubrica “Conosciamo il prossimo avversario”. Infine, con il trascorrere degli anni, gli viene affidato il delicato ruolo di “pagellista” per le partite dei biancorossi. Al di fuori dell’orbita biancorossa, invece, è laureato in Economia Aziendale e Management, e proseguirà i suoi studi nei prossimi anni.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO