martedì, Luglio 5, 2022
HomeAC MonzaNon è ancora finita: l'Alessandria farà  ricorso al Tnas

Non è ancora finita: l’Alessandria farà  ricorso al Tnas

Ieri pomeriggio le residue speranze dell’Alessandria di svegliarsi dall’incubo retrocessione in Seconda Divisione si sono dissolte. La Corte di Giustizia Federale ha confermato il provvedimento emesso dalla Commissione Disciplinare Nazionale sulla vicenda Calcioscommesse. I grigi sono stati puniti per responsabilità diretta, e pagano i sospetti che si sono addensati sulla condotta dell’ex patron Giorgio Veltroni, indagato dalla Procura di Cremona per aver tentato di accordarsi con l’ex dirigente del Ravenna, Giorgio Buffone, sul risultato del match tra le due formazioni, lo scorso 20 marzo. Respinto anche il ricorso del legale dello stesso Veltroni, inibito per 4 anni. L’avvocato dei grigi, Giovanni Trombetta, però non si arrende. “A breve contatterò la proprietà per chiedere di poter convocare il consiglio di amministrazione. Avrei intenzione di impostare il ricorso al terzo grado di giudizio, al Tribunale Nazionale di Arbitrato dello Sport (il TNAS, un organismo terzo tra l’Alessandria e la Federazione che valuterebbe le ragioni di entrambe le parti, sullo stesso piano). Il ricorso potrebbe essere convocato in brevissimo tempo, anche senza aspettare le motivazioni della sentenza della Corte (che arriveranno non prima di 7/10 giorni).” Più lenti, invece, i procedimenti dell’Alta Corte del Coni che, per fissare l’udienza impiegherebbe trenta giorni, troppo tardi visto che la stagione inizia il 4 settembre. Il presidente dell’Alessandria Calcio, Paola Debernardi, comunque, esclude qualsiasi mossa prima della lettura delle motivazioni: “La proprietà già un mese fa aveva detto di voler usufruire di ogni grado di giustizia, sportiva e di merito, per tutelare l’Alessandria Calcio. E’ logico che ogni ricorso successivo si basa sulle motivazioni della sentenza precedente. Se quindi non si leggono le motivazioni della sentenza, il cda non è in grado di stabilire cosa fare. La sentenza di ieri rappresenta un grave danno per la società, chiederemo conto alla precedente proprietà.”

radiogold.itIL SITO DI RADIOGOLD
http://www.radiogold.it/site/index.php#

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO