mercoledì, Agosto 10, 2022
HomeAC MonzaPerni su Pessina: 'Matteo ha un carattere pazzesco, con Gasperini ha svoltato....

Perni su Pessina: ‘Matteo ha un carattere pazzesco, con Gasperini ha svoltato. Monza una scelta d’amore’

- Advertisement -

Intercettato dai microfoni di Monza News, l’ex direttore sportivo della Dominante Antonio Perni, tra i primi a credere nelle potenzialità di Matteo Pessina, ha raccontato alcuni aneddoti sulla gioventù del nuovo capitano dei bagai, soffermandosi in particolare sulla sua passione per i colori biancorossi. Questa l’intervista completa: “Matteo ha iniziato nella Dominante, giocava in una squadra molto forte, la categoria dei 97 era un gruppo con una marcia in più, erano tutti molto bravi ma lui aveva dalla sua la corporatura, era fisicamente più pronto rispetto agli altri nonostante avesse solamente 8 anni. Possedeva inoltre un tiro fenomenale, quando conquistava palla e tirava di sinistra buttava giù le porte. Va detto anche che non aveva una bella corsa rotonda da centrocampista, io infatti l’ho sempre immaginato come un attaccante offensivo esterno, aveva un moto perpetuo di correre non da mezzala. La sua più grande fortunata a mio parere è stata essere allenato da Gasperini: lui o ti fa svoltare o ti distrugge”.

Riguardo il primo esordio con il Monza: “Matteo proviene da una famiglia borghese molto conosciuta in città, è nato alla fine degli anni novanta ma conserva i valori sani della mia generazione, quando a calcio si giocava per passione e non si trascurava mai lo studio. Per un brianzolo doc come lui tornare a giocare nel Monza equivale al paradiso, lui in prima squadra esordì nel 2014 agli ordini di Fulvio Pea, nella sciagurata stagione precedente al fallimento. Pessina quell’anno giocava con un senso d’appartenenza raro al giorno d’oggi che mantiene tuttora, ricordo lo spareggio con il Pordenone dove fece due reti calciando anche il rigore: possedeva già all’epoca una personalità e un carattere pazzesco”.

Sugli obiettivi della squadra: “Il Monza quest’anno deve puntare a una salvezza tranquilla, sarà un campionato di rodaggio per tutti, benché la dirigenza sia tra le più vincenti d’Europa. Con l’arrivo di giocatori di categoria è facile fare i voli pindarici ma purtroppo la Serie A certe volte non perdona. A mio parere a eccezione di Pessina, che porterà in rosa leadership e mentalità, il calciatore che può far svoltare la squadra è Stefano Sensi, se sta bene fisicamente è determinante come pochi”.

Non può mancare la specialissima dedica di Perni al suo pupillo: “Con Matteo non mi sento più da tanto tempo. Frequentiamo lo stesso ristorante di Monza eppure non siamo mai riusciti a incrociarci. Lo seguo però con gioia e affetto, agli Europei mi ha fatto venire i brividi. Gli auguro di portare tutta la sua professionalità nello spogliatoio e di proseguire il suo percorso di carriera a Monza dove è stimato e tutti gli vogliono bene. Lui ormai è nel cuore dei tifosi, quando entrerà in campo con la fascia di capitano al braccio sarà nella storia di Monza e del Monza. Quella di Matteo è stata una scelta d’amore”.

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Andrea Papaccio Napoletano
Andrea Papaccio Napoletano
Andrea Papaccio Napoletano, classe 2000, sono giornalista pubblicista dal 2022. Da sempre appassionato di calcio e televisione, scrivo su Monza News e TvSoap, oltre ad aver collaborato in passato con diverse testate locali e nazionali.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO

Monza-News