lunedì, Giugno 27, 2022
HomeMotori1000 Miglia in Autodromo: la storia incontra la storia

1000 Miglia in Autodromo: la storia incontra la storia

Domenica 22 maggio, per il secondo anno consecutivo, si incontreranno nuovamente due icone dello sport motoristico mondiale: la Mille Miglia e l’Autodromo Nazionale Monza. Ovvero, da una parte, “la corsa più bella del mondo” (come la denominò il Drake Enzo Ferrari) che dal 1927 al 1957 infiammò gli appassionati lungo lo Stivale e che, dal 1977, sotto forma di rievocazione storica, suscita emozioni e riscuote sempre nuovi successi. E, dall’altra, il nostro glorioso impianto che dal 1922 rappresenta a livello mondiale il “Tempio della Velocità” dove tutti i grandi campioni vogliono gareggiare e cogliere una vittoria che qui ha sempre un sapore unico.

“Un matrimonio che, grazie alla sempre più stretta collaborazione fra AC Brescia e AC Milano, vediamo con orgoglio consolidarsi – dichiara Geronimo la Russa, vicepresidente di Automobile Club Milano con delega alle manifestazioni storiche – e che quest’anno è ulteriormente suggellato dal passaggio delle Frecce Tricolori: l’anno scorso salutarono la griglia di partenza del Gran Premio d’Italia di Formula 1 a Monza, giovedì sorvoleranno Brescia alla partenza della Freccia Rossa. Tre meraviglie italiane, tre orgogli nazionali, per un evento unico al mondo”.

Il vicepresidente ACM consegnerà i trofei che premieranno i vincitori delle prove monzesi. Al primo classificato della tappa in Autodromo della Mille Miglia verrà assegnato il Trofeo Automobile Club Milano, realizzato dallo scultore Gianmaria Bonà, intitolato ad Alberto Ascari, il pilota milanese che vinse il campionato mondiale di formula 1 nel 1952 e nel 1953 e che si aggiudicò la Mille Miglia nel 1954, un anno prima della sua scomparsa.

Conducente d’eccezione quest’anno è il presidente dell’Automobile Club Milano,Ivan Capelli: “L’anno scorso partecipai alla Mille Miglia quale spettatore, entusiasta di ammirare tante vetture nel paddock di Monza. Quest’anno ho l’onore di parteciparvi da pilota, ed è la mia prima volta, raccogliendo l’invito della Famiglia Marzotto, storicamente legata a questa manifestazione, che mi mette a disposizione una Mercedes 300 SL del 1956: un’ulteriore icona all’interno di questa gara e del motorsport mondiale”.

Appuntamento domenica mattina a Monza. Le vetture, nel corso della quarta e conclusiva giornata della Mille Miglia 2016, effettueranno il controllo a timbro in centro presso l’Arengario, sfileranno davanti alla Villa Reale e poi giungeranno in Autodromo entrando nel paddock per iniziare la prova cronometrata. Percorreranno la storica Sopraelevata e poi la pista del circuito. In Autodromo l’arrivo delle vetture è previsto alle ore 9.25 per le categorie Tribute e Challenge e alle ore 10.40 per la categoria Mille Miglia.

Le emozioni per il pubblico proseguiranno anche nel pomeriggio. L’Autodromo Nazionale Monza aprirà infatti la Sopraelevata e il circuito alle auto private che potranno così percorrere il tragitto della prova cronometrata. Gli appassionati potranno vivere le stesse emozioni dei gentleman driver della Mille Miglia sia guidando auto moderne o storiche di loro proprietà sia scegliendo di essere accompagnati da un autista al volante di una supercar dell’Autodromo. I giri di pista potranno essere prenotati in loco, presso la direzione gara, oppure in anticipo sul sito www.monzanet.it o su www.ticketone.it, scegliendo anche di usufruire delle salette hospitality con catering affacciate sul rettifilo.

Tutti gli appassionati potranno comunque ammirare da vicino le 450 vetture e i 900 piloti partecipanti alla manifestazione, entrando gratuitamente nell’impianto e nel paddock. Il parcheggio interno sarà a pagamento: 10 euro per le auto e 5 euro per le moto.

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Cristiano Mandelli
Cristiano Mandelli
Cristiano Mandelli nasce nel 1973 e già all’età di 5 anni comincia a frequentare l’ambiente dei motori, con il suo primo Gran Premio Lotteria nel 1978. La passione per i motori lo ha portato a metà degli anni novanta a collaborare con alcune testate locali prima, successivamente nazionali, come corrispondente dall’Autodromo di Monza. Ha collaborato anche con numerosi piloti e squadre come ufficio stampa. Tra i più conosciuti Stefano d’Aste nel Campionato Mondiale Turismo; Marco Mapelli in Formula Renault, Formula 3, Ferrari Challenge e GT; MV Agusta – GiMotorsport nel Campionato Mondiale Superstock e Campionato Italiano Superbike; Matteo Ghidini nel CEV – Moto 3 Junior World Cup; è stato Addetto Stampa e Comunicazione in Lotus Cup Italia

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO