x

x

Oggi, venerdì 17 novembre, ci si aspetta una giornata di notevole tensione sociale, con Cgil e Uil che hanno proclamato uno sciopero generale contro la manovra del Governo. Dopo un prolungato braccio di ferro tra politica e sindacati, l'intervento del Garante ha portato a una riduzione delle ore di sciopero nei trasporti da 8 a 4, ma per altri settori rimane fissato a 8 ore. Ecco quanto c'è da sapere su chi aderirà allo sciopero e quando.

TRENI

Dalle 9:00 alle 13:00 di venerdì 17 novembre, uno sciopero nazionale coinvolgerà il personale delle imprese FERROVIENORD S.p.A. e Gruppo FS Italiane. I treni con partenza prevista entro le 9:00 e arrivo entro le 10:00 potrebbero subire interruzioni.

I collegamenti aeroportuali Malpensa Express e S50 Malpensa Aeroporto - Bellinzona saranno interessati.

In caso di cancellazioni dei treni, saranno organizzati autobus senza fermate intermedie solo per i collegamenti aeroportuali tra Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto, e tra Busto Arsizio FS e Malpensa Aeroporto per la linea S50.

Lo sciopero del 17 novembre non tocca i servizi di trasporto di Net, e ATM è esente dallo sciopero, garantendo il normale funzionamento delle linee metropolitane e di superficie.

PULIZIA URBANA

Per l'intera giornata di venerdì 17 novembre, è previsto uno sciopero generale nazionale che riguarda anche i lavoratori del comparto di igiene ambientale. A Monza, i servizi di raccolta rifiuti e pulizia delle strade potrebbero subire rallentamenti in base alla percentuale di adesione allo sciopero, ma saranno garantiti tutti i servizi essenziali.

INFERMIERI

Il 17 novembre è una giornata di protesta anche per gli infermieri e le ostetriche di Monza e Brianza. Una delle principali preoccupazioni riguarda l'impatto finanziario del nuovo calcolo delle pensioni sulla già ridotta entrate degli infermieri. La categoria lamenta da tempo stipendi tra i più bassi d'Europa, e questa nuova misura rischia di aggravare ulteriormente le difficoltà economiche.

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi