x

x

L'ex arbitro Mauro Bergonzi, moviolista della Domenica Sportiva, nella giornata di ieri, in trasmissione, si è soffermato e ha spiegato specificatamente gli episodi arbitrali che hanno sfavorito il Monza nella gara contro il Torino. Ecco la sua disamina..

“Partirei dal calcio di rigore assegnato contro il Monza. Leggera trattenuta di Pessina su Ricci e il capitano biancorosso prende il cartellino giallo. Pessina appoggia le mani sulla schiena di Ricci che accentua la caduta. Per me questo non è mai calcio di rigore, troppo leggera la trattenuta, non è sufficiente per assegnare il rigore. Dopo 5 minuti viene nuovamente ammonito Pessina per l'intervento su Ricci, che accentua anche in quella circostanza. Non ho certezza assoluta che il centrocampista granata venga toccato, ma anche se fosse stato colpito non è da secondo giallo. Anche qui per me ha sbagliato Aureliano. Calcio di rigore richiesto dal Monza nei minuti di recupero. Intervento in area di rigore tra Lovato e Mota, il direttore di gara, ben posizionato, non prende nessuna decisione e il Var La Penna non interviene. Dany Mota anticipa col piede destro il difendente Lovato, che colpisce piede e pallone. A mio avviso c'erano gli estremi per il calcio di rigore. Arbitro insufficiente”.

Le parole di Graziano Cesari di SportMediaset nella giornata di sabato..

Graziano Cesari, secondo giallo di Pessina non meritevole

Il fischietto bolognese Aureliano non è impeccabile in almeno due occasioni, come ripetuto anche da Sport Mediaset. Al 67' concede un rigore al Torino (poi trasformato da Sanabria e risultato decisivo) per una sorta di abbraccio di Pessina su Ricci. Il tocco c'è, ma sono situazioni che si vedono diverse volte e che non vengono sanzionate quasi mai. Con il rigore arriva il primo giallo al capitano del Monza che, appena 5 minuti dopo, al 72, prende seconda ammonizione e conseguente espulsione per un intervento sempre su Ricci. Anche in questo caso, come in occasione del rigore, il moviolista di Sport Mediaset ed ex arbitro ligure Graziano Cesari spiega come l'intervento è un po' forte e sicuramente falloso, ma probabilmente non meritevole di un ulteriore, così pesante, cartellino.

Il capitano del Monza Matteo Pessina è stato espulso a Torino per somma di ammonizioni, prima volta per lui in Serie A in 167 presenze.

L'ultima volta che l'intermedio brianzolo ha rimediato un cartellino rosso risale al 26 marzo 2017, quando giocava nel Como in Serie C, nella sconfitta interna col Piacenza (1-2), allontanato al minuto 93 per proteste verso il direttore di gara.

Sui social il capitano biancorosso ha poi divulgato questo messaggio:

Parliamo di noi e dell’attaccamento che proviamo verso questa maglia, dopo una partita finita così. Mi dispiace aver lasciato i miei compagni a combattere da soli. Il resto non conta, continuiamo a pensare solo a noi. Testa al Napoli! @acmonza

Torino Monza

Doveva essere uno scontro diretto per l'Europa pieni di tensione e di polemiche e così è stato. Torino - Monza è stata rovinata pesantemente dall'arbitro Aureliano, di gran lunga il peggiore in campo, che ha condizionato lo scontro diretto per l'Europa e di cui parliamo in diretta sulla pagina Facebook a fine partita. 

Aureliano protagonista: prima regala un rigore al Torino, poi caccia Pessina: rovinata la corsa all'Europa 

In una gara sostanzialmente equilibrata, succede tutto nella ripresa. Al 67' Aureliano s'inventa un rigore per i granata per una piccola spinta di Pessina su Ricci. Dal dischetto Sanabria fulmina Di Gregorio. Il capitano del Monza viene persino ammonito per una spinta che probabilmente non avrebbe cagionato alcun danno ad un'anziana. Ma non è tutto. Poco dopo è ancora Ricci contro Pessina: il centrocampista del Torino si getta a terra, il capitano del Monza viene sanzionato fallo e pure espulsione. Beh, se nell'Aia c'è il caos in questi giorni forse è il caso di cominciare a lasciare a casa un po' di arbitri a cominciare dal fischietto di Bologna. 

Come vedere Monza una città da serie A ogni lunedì 

Monza una città da serie A”, la trasmissione prodotta da Monza-News e condotta dal nostro direttore Stefano Peduzzi, tornerà come ogni settimana lunedì prossimo. La trasmissione andrà in diretta dalle ore 21 sul canale 110 in Lombardia sul digitale terrestre, in tutta Italia e in tutta Europa su Sky sul canale 890 e in streaming ovunque sui canali di Facebook di Monza-News, sul nostro canale Youtube, su Instagram, su Twitch e sui canali Linkedin del nostro direttore. A breve sarà comunicato l'elenco degli ospiti in studio.  

Come commentare i temi di Monza una città da serie A 

Ma come commentare i temi trattati durante la trasmissione di “Monza una città da serie A”? E' molto semplice: basta collegarsi alla pagina Facebook di Monza-News o sul canale Youtube del nostro giornale e scrivere la propria opinione durante la trasmissione prodotta dal nostro sito e condotta dal nostro direttore Stefano Peduzzi. Non è possibile, almeno per il momento, commentare la diretta su Instagram. Per ospitare la trasmissione nel proprio locale o nella propria azienda è necessario mandare una mail a: [email protected] 

 

 

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi