x

x

Dai petardi alle miccette, dai raudi fino al pallone di Maradona. Sono stati i “miti” di intere generazioni quando arrivava la notte di Capodanno. Una tradizione che, però, soprattutto in alcuni luoghi, ha portato conseguenze drammatiche, talvolta addirittura tragiche. 

Per evitare tutto questo, dal 2019 il comune di Monza ha proibito i festeggiamenti con il botto. Anche quest'anno, il monito di piazza Trento e Trieste è chiaro: “I petardi e ogni oggetto che produce scoppi o esplosioni rappresentano un elemento di pericolo da evitare, perché possono causare gravi danni alle persone e anche agli animali domestici. Per questi motivi invitiamo i cittadini a festeggiare con buon senso e ad astenersi anche quest’anno dall’utilizzo dei botti durante la notte di San Silvestro” parole e musica del sindaco di Monza, Paolo Pilotto e dall'assessore alla Sicurezza Ambrogio Moccia.

Dalle parole ai fatti, verrebbe da dire, perché ci sarà un forte potenziamento di agenti e pattuglie nelle aree del centro storico e vicino ai parchi e ai giardini della città, oltre che presso l'ospedale San Gerardo e le case di cura. 

Insomma, come ogni anno si invita alla moderazione nei festeggiamenti, ma è presumibile, purtroppo, che, come ogni anno, in molti disattenderanno alle regole, nella speranza che questo non porti a nulla di irreparabile. 

 

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi