x

x

12 ottobre 1997, scambio di gagliardetti al SantElia fra i capitani Villa e Saini. Come indicato nellimmagine quel Cagliari-Monza di Serie B si sarebbe chiuso sul 2-2

Non senza qualche brivido finale gli azzurri sono qualificati a Euro 2024. Il pareggio a reti bianche sul neutro di Leverkusen contro l’Ucraina ha consegnato al gruppo di Spalletti compreso Colpani (convocato per la prima volta ma solo in tribuna nei due match disputati) il pass per i prossimi europei e ributtato i vari protagonisti negli impegni con i rispettivi club. Torna, dunque, l’attenzione sulla Serie A e sul Monza di Raffaele Palladino, impegnato a Cagliari nel lunch match della prossima domenica 26 novembre. Alle 12.30, all’Unipol Domus, non solo si tratterà del primo e storico incrocio tra i due club in massima serie, ma anche di un incontro speciale per l’allenatore monzese che ritroverà una vecchia e “piacevole” conoscenza, Claudio Ranieri. Il gentleman di Testaccio era tornato in Sardegna a distanza di 32 anni per riportare il Cagliari in A, ora però invischiato nella lotta salvezza con 9 punti a portare a un’attuale, pericolosissima terz’ultima posizione. ‘Sir’ Claudio è stato allenatore di Palladino ai tempi di quella Juventus inedita e neopromossa in A dopo il caos Calciopoli; in quel frangente il tecnico romano aveva dimostrato di credere nell’allora ventitreenne attaccante di Mugnano di Napoli, schierato per ben 31 volte in tutte le competizioni e autore di due reti in una stagione che vide i bianconeri chiudere un ottimo campionato in terza posizione. Ranieri, che recentemente si è espresso in maniera molto positiva in riferimento a quanto Palladino sta facendo da tecnico, lo ritroverà sicuramente più maturo rispetto ai tempi della Juve e condottiero di un Monza temibile, nono in classifica in coabitazione con la Lazio a quota 17 punti.

Cagliari-Monza sarà indubbiamente storica e speciale non solo perché inedita per la massima serie e per l’abbraccio tra questi due protagonisti, ma anche perché manca de ben 23 anni ed è ricca di affascinanti precedenti di vecchia data. In Sardegna, infatti, tra Serie B e Coppa Italia (un’unica sfida in questa competizione, 1-0 per i padroni di casa nel 1980 con rete di Piras) le due squadre si sono ritrovate per 20 volte, con il Cagliari in vantaggio per 8 successi contro i 6 del Monza. Sempre 6 i pareggi, di cui solo uno a reti inviolate nel 1984.

Ben 18, dunque, i confronti di B a partire dagli anni ‘50. Il primo Cagliari-Monza si disputò, infatti, al vecchio e storico Amsicora il 19 ottobre 1952: 2-1 il risultato per i locali con rete biancorossa dal dischetto per la leggenda Carlo Colombetti. Curiosamente, a fine stagione il Monza del ‘Dottor Sottile’ Annibale Frossi avrebbe chiuso 4º e a pari punti proprio con i sardi. Dopo due successi di misura per i padroni di casa (tra cui quello del ‘56 in una stagione in cui il Monza del campione del mondo Pietro Rava, classificatosi 3º proprio sopra ai rossoblù, sfiorò la Serie A) e un pareggio (con gol ospite del futuro cagliaritano Del Grosso) nelle successive 3 stagioni, i brianzoli centrarono il loro primo successo esterno precisamente il 30 settembre 1956. All’Amsicora fu 0-2 per i ragazzi di Bruno Arcari con gol di Carlo Tagnin e del bomber Aurelio Milani, futuri campioni d’Europa e del mondo con l’Inter. Nell’ultima giornata del campionato seguente, il Monza si sarebbe nuovamente imposto e con il medesimo risultato (reti di Costa e Carminati) affossando un Cagliari penultimo ma salvo solo grazie all'allargamento del torneo a 20 squadre. Nella stagione ‘59/‘60, comunque, i sardi sarebbero tristemente retrocessi in C per il quale campionato si sarebbero assicurati le prestazioni di Gagliardi, in gol quell’anno a Cagliari (2-1 finale) per i brianzoli.

L’incontro successivo sarebbe risultato memorabile per i monzesi; il 9 giugno 1963 i bagaj dell’argentino Hugo Lamanna fecero tremare e poi zittirono l’Amsicora con un eloquente e netto 1-5 impreziosito dalle doppiette di Traspedini e Ferrario. Il Cagliari, dal canto suo, l’annata successiva non solo avrebbe vinto 2-1, ma anche conquistato la Serie A. Nessuno si sarebbe immaginato che di lì a 6 anni la città si sarebbe tinta di tricolore per celebrare lo storico e indimenticabile Scudetto degli uomini di Manlio Scopigno, a partire dal grande ‘Rombo di tuono’ Gigi Riva.

Con il Cagliari stabilmente in massima serie, il match sarebbe tornato d’attualità solo nella seconda metà degli anni ‘70, sempre in cadetteria, allo Stadio Sant’Elia. Scoppiettante e celebre il 2-3 per il Monza di Alfredo Magni il 20 novembre 1977, con delle firme da ricordare: oltre a Marchetti, per il Cagliari andò a segno Silvano Villa, monzese nativo di Villasanta ed ex Milan. Per i biancorossi, invece, decisiva doppietta del bomber Massimo Silva e gol dello sfortunato e mai dimenticato Enzo Scaini, che il 21 gennaio 1983 sarebbe tragicamente deceduto ancora in attività e in circostanze mai realmente chiarite un’ora dopo un intervento ai legamenti del ginocchio. Quel grande Monza visto a Cagliari sembrava un serio candidato alla promozione in A, ma, verso la fine del campionato, il collettivo sarebbe stato beffato e superato dall’Avellino dopo la drammatica, sportivamente parlando, sconfitta di Pistoia. L’annata seguente il “Borussia della Brianza” avrebbe nuovamente solo sfiorato il grande sogno e centrato quella che a oggi è ancora l’ultima affermazione brianzola sull’isola: battuto il Cagliari (anch’egli a caccia della promozione) il 27 maggio 1979, a cinque giornate dal termine con un gol di Penzo nei primi istanti di gioco che fece tremare i tifosi locali, i brianzoli avrebbero chiuso 3º ex aequo con il Pescara e a -1 dai sardi promossi. Nello spareggio di Bologna avrebbero gioito gli abruzzesi per una maledizione interrottasi solo nel 2022.

Tra il 1984 e il 1986 si sarebbero poi susseguiti 3 pareggi consecutivi prima della triste retrocessione in C1 del Monza di Paolo Carosi, ex allenatore dei rossoblù che nella stagione successiva avrebbero imitato gli avversari sprofondando anch’essi in terza serie. I due club si sarebbero ritrovati in cadetteria nel 1989: netto il 3-0 casalingo per i padroni di casa guidati, curiosamente, da un protagonista “odierno”. Claudio Ranieri stava, infatti, conducendo i suoi dalla C1 alla Serie A. L’impegno preso nella scorsa stagione, quasi in ricordo di quell’impresa, resta una pagina affascinante del nostro calcio. In quell’annata il Monza sarebbe retrocesso nuovamente dopo lo spareggio con il Messina.

Al Sant’Elia si tornò nel 1997, “ovviamente” per una gara valevole per il campionato di Serie B. In quella circostanza l'incontrò terminò 2-2 con un gran gol di Francesco Clementini al 90’ a strappare una X insperata dopo l’espulsione di capitan Saini. Del monzese Simone Erba l’altro centro, con un gran destro in diagonale, a rispondere alla doppietta di Roberto Muzzi per un Cagliari fresco di retrocessione dalla A (dopo il drammatico spareggio di Napoli contro il Piacenza). A fine campionato i sardi di Gian Piero Ventura avrebbero ritrovato il massimo campionato, mentre il Monza si sarebbe salvato dopo una stagione travagliata, condita da ben 3 cambi di panchina (Radice, Bolchi, Frosio).

Il 22 ottobre 2000, infine, si disputò al Sant’Elia quello che a oggi resta l’ultimo incrocio tra le due squadre. 2-1 per il Cagliari sul Monza di Roberto ‘Dustin’ Antonelli (poi esonerato) il risultato finale e, anche in questo frangente, non mancarono firme note. Il doppio vantaggio locale fu, infatti, assicurato da François Joseph Modesto, in gol con un gran destro a giro e attuale consulente tecnico area sportiva del Monza, e dal capitano rossoblù Matteo Villa, buraghese che a Cagliari è ricordato ancora oggi con grande affetto avendoci trascorso ben 10 stagioni. Cresciuto nel Milan, la sua carriera l’avrebbe chiusa alla Pro Sesto. L’ultimo centro biancorosso in Sardegna resta, dunque, quello di Aliyu Datti che andò ad accorciare le distanze. I brianzoli sarebbero poi tristemente retrocessi in C1.

Domenica Cagliari-Monza non sarà solo un match da Serie A ma finalmente di Serie A. È ciò che si merita dopo una storia cadetta così intensa.

Questo il resoconto delle sfide disputatesi a Cagliari:

Serie B 1952-1953: Cagliari-Monza 2-1 (Golin- Colombetti- Gennari)

Serie B 1953-1954: Cagliari-Monza 1-0 (Morgia)

Serie B 1954-1955: Cagliari-Monza 1-1 (Sanna, Del Grosso)

Serie B 1955-1956: Cagliari-Monza 1-0 (Ghersetich)

Serie B 1956-1957: Cagliari-Monza 0-2 Tagnin, Milani)

Serie B 1957-1958: Cagliari-Monza 0-2 (Costa, Carminati)

Serie B 1958-1959: Cagliari Monza 2-1 (Brenna- Fraschini aut., Serradimigni) 

Serie B 1959-1960: Cagliari-Monza 2-1 (Falchi, Colomban- Gagliardi)

Serie B 1962-1963: Cagliari-Monza 1-5 (Tribuzio, Traspedini x2, Ferrario x2- Congiu)

Serie B 1963-1964: Cagliari-Monza 2-1 (Greatti, Cappellaro- Gotti)

Serie B 1976-1977: Cagliari-Monza 1-1 (Brugnera, Antonelli)

Serie B 1977-1978: Cagliari-Monza 2-3 (Marchetti- Scaini, Silva x2- Villa)

Serie B 1978-1979: Cagliari-Monza 0-1 (Penzo)

Coppa Italia 1980-1981: Cagliari-Monza 1-0 (Piras)

Serie B 1983-1984: Cagliari-Monza 0-0

Serie B 1984-1985: Cagliari-Monza 1-1 (Piras, Bolis)

Serie B 1985-1986: Cagliari-Monza 1-1 (Bernardini, Ambu)

Serie B 1989-1990: Cagliari-Monza 3-0 (Provitali, Valentini, Cappioli)

Serie B 1997-1998: Cagliari-Monza 2-2 (Muzzi x2- Erba, Clementini)

Serie B 2000-2001: Cagliari-Monza 2-1 (Modesto, Villa- Aliyu Datti)

 

 

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi