x

x

foto AC Monza / Buzzi
foto AC Monza / Buzzi

L’Atalanta strappa 3 punti in casa contro i biancorossi del Monza. Ad Alzano Lombardo termina 2-0 la nona giornata del Campionato di Primavera 1.

La Dea dagli anni novanta è riuscita a guadagnarsi sul campo ben 4 campionati di Primavera 1, l’ultimo vinto poche stagioni fa nell’annata 2019-2020. Tuttavia l’anno passato è andata in caduta libera, aggiudicandosi una salvezza strappata con 10 punti di vantaggio sul Napoli retrocesso. Nelle prime partite della stagione in corso ha provato a risalire le gerarchie del campionato, portando a Bergamo 11 punti in 8 gare. La squadra di Giovanni Bosi arriva da una vittoria contro l’Hellas Verona in territorio scaligero e cerca di ridare il sorriso ai tifosi di casa; difatti l’ultima vittoria a Bergamo risale al 4-1 contro il Cagliari del 16 Settembre. Il Monza, invece, lunedì scorso è stato abbattuto per 2-3 dalla Roma, pur avendo comunque lottato fino alla fine, dimostrando di poter dare del filo da torcere alle “big” del campionato.

 

PRIMO TEMPO

L’Atalanta parte molto forte; il primo squillo dei padroni di casa è di Bonanomi, che con un tiro debole e centrale non riesce a bucare Mazza. 

Dopo diverse ottime iniziative da parte del numero 21 della Dea, al 16’ arriva la prima occasione del Monza con l’esterno di Fernandes che va vicino allo specchio. 

Solo un minuto dopo, sull’altro fronte d’attacco, il pupillo della Dea Vlahovic trova la miracolosa risposta di Mazza dopo uno splendido tiro. 

I guai per i biancorossi continuano: un super slalom di Vavassori seguito da una forte conclusione non impensieriscono  Mazza, che si esalta ancora una volta e salva i suoi. 

I brianzoli provano a rompere l’assedio territoriale dell’Atalanta con la prima vera occasione della partita: il solito capitan Ferraris mette un piazzato lungo sul secondo palo, Capolupo si infila tra le retrovie bergamasche ma manca di pochissimo l’impatto con il pallone e con il vantaggio.

 Il Monza riesce a ristabilire l’equilibrio sul campo fino al 40’, quando Vavassori disegna un ottimo pallone per Chiggiato, che scarabocchia e non controlla a dovere la sfera, producendo il corner decisivo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Obric gira il pallone in porta e trova l’ennesimo riflesso di Mazza; grazie alla grande confusione in area, Vlahovic è il primo ad arrivare sul rimbalzo e con un tap in vincente deposita in rete l’1 a 0. 

Finisce dunque 1 a 0 il primo tempo: finora una gara molto intensa dove l’Atalanta è riuscita a produrre numerose occasioni non del tutto sfruttate.

 

SECONDO TEMPO

A due minuti dall’inizio della seconda frazione di gioco, i bergamaschi raddoppiano con il destro a fil di palo del numero 7 Manzoni, che gela gli undici di Alessandro Lupi. 

Al 50’ di nuovo Manzoni si rende pericoloso con un poderoso colpo dai venti metri, ma trova un grandissimo riflesso a mano aperta di elevata qualità tecnica del numero 1 monzese. 

Dopo dieci minuti il Monza, poco organizzato e poco coeso, abbozza una reazione con un destro velenoso di Berretta deviato in angolo. 

L’Atalanta al 65’, cerca di infilare ancora una volta  gli avversari con l’ennesimo destro di Vlahovic, che però si insacca nella parte destra della rete. 

L’ultima occasione degna di nota della partita avviene al 74’ sempre da parte della formazione di Bosi: Manzoni cerca di bucare la difesa brianzola che, con una deviazione fortunosa, mette il pallone in corner. 

Dopo un secondo tempo totalmente a senso unico, caratterizzato da un finale parecchio spento, cala il sipario in quel di Alzano Lombardo. 

Termina 2 a 0 il derby lombardo tra Atalanta e Monza.

Nel prossimo turno, venerdì 10 Novembre alle ore 14:30, il Monza tornerà a Monzello per affrontare la Sampdoria.

 

ATALANTA-MONZA: 2-0

 

MARCATORI: 40’ pt Vlahovic (ATA), 2’ st Manzoni (ATA)

ATALANTA (3-4-1-2); Pardel, Obric, Simonetto, Manzoni, Vlahovic (Fiogbe 45’ st), Vavassori (Castiello 35’ st), Chiggiato, Guerini, Varnier (Riccio 17’ st), Bonanomi (Tornaghi 17’ st), Colombo (Martinelli 45’ st). A disposizione: Sala, Bordiga, Jonsson, Capac, Cassa, Ramaj. Allenatore: Giovanni Bosi

AC MONZA (4-3-3): Mazza, Colombo (Zini 29’ st), Lupinetti, Ravelli, Berretta, Kassama (Cagia 1’ st), Fernandes (Antunovic 20’ st), Ferraris, Zoppi (Dell’Acqua 24’ st), Giubrone (Marras 1’ st), Capolupo. A disposizione: Ciardi, Bagnaschi, Arpino, Martins, Brugarello, Graziano. Allenatore: Alessandro Lupi

Ammoniti: Kassama (MON), Zoppi (MON), Lupinetti (MON)

Arbitro: Sig. Valerio Vogliacco (Sig. Stefano Franco - Sig. Daniele Sbardella)

Stadio: Carillo Pesenti Pigna, Alzano Lombardo

 

Alessandro Sangalli

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi