x

x

L'Ascoli ha chiuso la stagione al diciottesimo posto, significando la retrocessione diretta in Serie C senza passare attraverso i playout. Nonostante la vittoria casalinga per 2-1 contro un Pisa privo di obiettivi, i risultati contemporanei della Ternana e del Bari hanno condannato i bianconeri dopo nove stagioni consecutive in Serie B. 

L'Ascoli retrocede in Serie C: disordini fuori dallo stadio 

La delusione dei tifosi è stata palpabile, manifestata attraverso fumogeni, petardi e proteste violente sia prima che dopo la partita. Il patron Massimo Pulcinelli è stato oggetto di dure critiche, culminate in un'accusa macabra durante la notte, segnata da un manichino impiccato e un corteo di protesta nel pre-gara. La tensione è esplosa al termine del match, costringendo squadra e arbitri a rifugiarsi negli spogliatoi mentre fuori si scatenava il caos. Il presidente dell'Ascoli, Carlo Neri, ha espresso le sue scuse ai tifosi genuini, riconoscendo la responsabilità della società nella situazione attuale. Ha sottolineato la necessità di guardare avanti e di rimettersi subito al lavoro per riportare il club ai livelli adeguati. Nonostante le difficoltà, Neri ha manifestato fiducia nelle risorse del club e nell'unità tra società, squadra e tifoseria per superare questa sfida. L'Ascoli si prepara dunque ad una nuova era in Serie C, con la determinazione di rialzarsi e competere per ritornare in B. 

Il Como promosso in Serie A 

Ha lasciato la B il Como è promosso in Serie A. Grazie al pareggio interno col Cosenza e alla contemporanea sconfitta del Venezia a Spezia, i lariani tornano in A dopo 14 anni. Promozione col brivido con i lariani che per 45' avevano visto sfumare il grande sogno. Il Venezia era infatti passato in vantaggio a Spezia con il Como invece sotto di una rete al Sinigaglia. Nella ripresa cambia tutto: lagunari raggiunti e superati al Picco dallo Spezia e i lariani che hanno trovato il gol del pari su rigore. 

Grazie ai risultati di oggi dunque, il Como torna in serie A dopo 21 anni. Nella prossima stagione disputerà il suo 14esimo campionato, il primo dove disputerà il derby contro il Monza. 

Como e Parma promossi: ecco come sarà la nuova serie A 2023 / 2024 

Anche il Parma, con il pareggio ottenuto a Bari e il contemporaneo stop del Venezia a Catanzaro, ha ottenuto la matematica per la promozione in Serie A, con due giornate di anticipo sulla fine della regular season. I Ducali tornano in massima serie dopo tre anni dall'ultima volta. Ecco l'elenco provvisorio delle squadre di A per la stagione 2024-25: Atalanta, Bologna, Fiorentina, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Monza, Napoli, Parma, Roma, Torino.

Esce dalla lista la Salernitana, già retrocessa aritmeticamente. Lecce, Cagliari, Hellas Verona, Empoli, Frosinone, Udinese, Sassuolo in lotta per evitare gli altri due posti condannanti alla retrocessione. In cadetteria, oltre agli emiliani, vicino alla promozione anche il Como (col Venezia terzo antagonista dietro di 4 lunghezze), mentre l'altro slot (il terzo) uscirà con la vincente dei playoff. Sei saranno i sodalizi ai nastri di partenza per giocarsi la massima serie.

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi