x

x


Venerdì 22 dicembre sarà “christmas match” di casa per il Monza di Raffaele Palladino, che deve dimenticare il netto ko nel San Siro rossonero e rilanciarsi per chiudere al meglio l’anno sportivo 2023. Alle ore 20.45, in occasione del diciassettesimo turno di Serie A e aspettando il Natale, i biancorossi ospiteranno all’U-Power Stadium la Fiorentina di Vincenzo Italiano, avversaria temibile (a +6 in classifica) e sempre con obiettivi europei, per una gara che si prospetta spigolosa e non inedita.

I precedenti “brianzoli” tra Serie A, B e Coppa Italia sono solo 5, data soprattutto l’assidua presenza dei Viola in massima serie (i toscani non sono mai retrocessi tra il 1939 e il 1993). Lo score registra assoluta parità: due successi per parte e un pareggio a reti inviolate. 

Tra questi risultati si registra anche un curioso precedente “casalingo”, valido per la fase a gironi della Coppa Italia, disputatosi precisamente il 21 agosto 1985 sul neutro di Viareggio su richiesta della stessa società biancorossa, interessata a proporre tale località marittima e tipicamente estiva per attrarre un maggior numero di tifosi toscani e monzesi “vacanzieri”. 0-3 fu il risultato per una Viola superiore di categoria e destinata a raggiungere il 4ª posto in quell’imminente campionato di massima serie, con il Monza che invece sarà tristemente retrocesso in C1. In gol, oltre a Pasquale Iachini con un gran destro da fuori area e a Sergio Battistini, anche il grande ex Daniele Massaro, nato a Monza, cresciuto nelle giovanili biancorosse e abile in quel frangente a concludere di sinistro in diagonale. Per il Monza due legni colpiti a gara ancora in corsa.

Riavvolgendo il nastro a 15 anni prima, ecco il primissimo incrocio monzese tra i due club, datato 4 novembre 1970. Al Sada, in occasione dei quarti di finale sempre del trofeo nazionale, il Monza del grande Gigi Radice, successivamente anche allenatore dei toscani, veniva superato per 0-2 (gol di De Sisti ed Esposito) dai Viola poi qualificati all’allora raggruppamento finale.

Il Monza si sarebbe vendicato il 7 giugno di 8 anni più tardi, quando con un pirotecnico 3-2 nei gironi di accesso diretto alla finale avrebbe eliminato aritmeticamente i gigliati dalla competizione. L’iniziale vantaggio ospite di Sella, poi autore di una doppietta, veniva rimontato dai biancorossi Blangero, Cantarutti e Acanfora in un clima “locale” però ostile e teso. I tifosi brianzoli si resero, infatti, protagonisti di una dura contestazione verso i ragazzi di Alfredo Magni, colpevoli solo due giorni prima di aver mancato ancora il sogno promozione in Serie A perdendo a Pistoia e subendo il decisivo sorpasso dell’Avellino. Dopo alcuni cori dai toni aspri, l’intera curva avrebbe abbandonato lo stadio generando caos e qualche danno nei pressi dell’impianto. Pochissimi sostenitori sarebbero rimasti fino a fine match. Restava, così, solamente il buon cammino di Coppa, conclusosi proprio nel girone che precedeva la finalissima.

L’incontro successivo sarebbe stato il primo valevole per un campionato nazionale: il 29 maggio 1994 il Monza di Nedo Sonetti, già tristemente retrocesso in C e ancora contestato al Brianteo dalla tifoseria, sfidava una Fiorentina di Claudio Ranieri dal canto suo già promossa in massima serie, dopo essere clamorosamente scivolata in cadetteria da squadra svogliata e fin troppo talentuosa per quel purgatorio. In un clima, dunque, da amichevole di fine stagione lo 0-0 sembrò il risultato più appropriato, con le due compagini ad aprire e chiudere la classifica del torneo.

Il 23 aprile 2023, infine, si è disputato un ultimo ma, cronologicamente parlando, primissimo incrocio di massima serie rivelatosi memorabile per il popolo biancorosso. All’U-Power Stadium un Monza di Palladino quasi salvo sfidava la Viola di Italiano, imbattuta da tempo, in zona europea e ancora impegnata su tutti i fronti (avrebbe poi raggiunto le finali di Coppa Italia e Conference League). La Fiorentina, in neanche 15 minuti, avrebbe certificato il suo stato di salute frastornando i biancorossi con un uno-due spietato e confezionato da uno scatenato Kouamé, che prima siglava il gol di apertura al minuto 8, per poi servire già al 13’ un prezioso assist a Saponara per lo 0-2. Un inizio shock che, però, avrebbe costretto i bagaj di casa a scuotersi e unirsi subito seguendo soprattutto i passi di capitan Pessina, di Dany Mota Carvalho e di Caprari. Al 26’ quest'ultimo si involava sulla sinistra prima rientrare e fare partire una pericolosa conclusione: Terraciano deviava ma colpendo sfortunatamente il compagno di squadra Biraghi, autore così di un autogol valevole per l’1-2. Le emozioni del primo tempo non sarebbero di certo finite con quella carambola e al minuto 43 un preciso e clamoroso lancio di Di Gregorio avrebbe trovato Mota, che beffava Terraciano in uscita dopo aver resistito alla carica di Martinez Quarta. Già nella prima frazione la rimonta sarebbe stata clamorosamente completata, ma il 3-2 di Pessina veniva annullato per fallo di mano. Il capitano sarebbe stato comunque protagonista e decisivo nella ripresa, quando un suo sinistro a incrociare su calcio di rigore (assegnato correttamente per fallo di Amrabat su un Mota in stato di grazia) avrebbe spiazzato l’estremo difensore viola sotto alla Curva Davide Pieri. La rimonta era realtà in un vecchio Brianteo emozionato, incredulo e meravigliato davanti a una delle più belle affermazioni del primo anno nel massimo campionato. Caldirola avrebbe presto sfiorato anche il 4-2, a prova di un collettivo che non si accontentava e non si accontenta facilmente ancora oggi. Un’altra pagina di storia a tinte biancorosse era stata scritta e una settimana più tardi sarebbe arrivata un’altrettanto storica, tranquilla e meritata salvezza.

Questo il resoconto delle sfide disputatesi tra le mura amiche: 

Coppa Italia 1970-1971: Monza-Fiorentina 0-2 (De Sisti, Esposito)

Coppa Italia 1977-1978: Monza-Fiorentina 3-2 (Sella x2- Blangero, Cantarutti, Acanfora)

Coppa Italia 1985-1986: Monza-Fiorentina 0-3 (Iachini, Massaro, Battistini) - Match disputatosi sul neutro di Viareggio

Serie B 1993-1994: Monza-Fiorentina 0-0

Serie A 2022-2023: Monza-Fiorentina 3-2 (Kouamé, Saponara- Biraghi aut., Mota, Pessina)

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi