x

x

A sei giorni di distanza il Frosinone non sorride, è tutta una altra Inter rispetto a quella vista al Mapei: Frattesi, Arnautovic, Buchanan, Lautaro Martinez e Thuram schiantano i giallazzurri. A completare il turno è l'incrocio del Franchi, dove cala il Monza di un Palladino più volte accostato alla formazione gigliata: i brianzoli ( ora sorpassati dal Genoa ) non san più vincere, neanche dopo aver messo avanti il naso con Djuric, perché Nico Gonzalez e Arthur ribaltano le sorti del punteggio.  

Chiarezza su chi farà compagnia alla Salernitana

Empoli nei guai dopo la sconfitta in casa di una Lazio che celebra i 50 anni dal primo Scudetto e che gufa la Roma per acchiappare un insperato posto al sole: Tudor torna a sorridere con Patric e Vecino. Sarà il Lecce, che ha tagliato il traguardo dell'aritmetica, la variabile in coda: Sassuolo e Verona hanno difatto alzato le mani dinanzi alle rimonte di Genoa e Torino, capitalizzate l'una da Badelj e la deviazione di Kumbulla e l'altra da Savva e Pellegri; la situazione dei modenesi è ritornata allarmante, mentre gli scaligeri possono sbrigare la pratica regolando la derelitta Salernitana. Ne approfitta come da pronostici l'Udinese, corsara per la quarta volta con Lucca e Samardzic e pronta a scacciare i fantasmi cadetti. 

Al Gewiss ci si gioca la Champions

La qualificazione in Champions è una formalità per il Bologna, che espugna il San Paolo - Maradona ipotecando i tre punti sin dalle primissime battute di gioco: sono Ndoye e Posch a stendere il Napoli, felsinei corsari come avevano saputo fare sui campi di Atalanta, Lazio e Roma (pari due volte a Milano e in casa della Juventus). I fasti di Emiliano Mondonico, protagonista di una cavalcata allora inattesa, sono stati rinnovati ancora una volta e ora l'Atalanta medita di tagliare il traguardo Champions prima della Roma di Daniele De Rossi. In un ambiente tutt'altro che entusiasta, il Milan batte il Cagliari e in un colpo solo ottiene l'accesso alla Supercoppa Italiana (sfiderà Atalanta, Inter e Juventus) e i tre punti assenti da sei esibizioni. Come il Bologna, così la Juventus: i bianconeri, che nelle ultime dieci partite si sono imposti in una sola occasione e che nelle ultime quattrodici viaggiano alla media di un punto, incespicano contro la Salernitana (al quarto punto nel girone di ritorno) e rimediano al vantaggio di Pierozzi con Rabiot; l'accesso alla Champions League in serata dipenderà da un risultato positivo dell'Atalanta. Gasperini sfodera una prestazione maiuscola, specie per 60': De Ketelaere sale a quota 22, tra gol e assist, e la reazione di Pellegrini è tardiva. Bologna e Juventus a braccetto nell'Europa che conta, Atalanta in ottima posizione e Roma che dunque deve tenere dietro la Lazio, ma soprattutto sperare in una Dublino storica per la Dea. 

Bergamo teatro da qualche stagione non solo nazionale

Le partite della 36^

Venerdì 10

Frosinone-Inter 0-5 18' Frattesi (I) 60' Arnautovic (I) 77' Buchanan (I) 80' Lautaro Martinez (I) 84' Thuram (I) 

Sabato 11

Napoli-Bologna 0-2 9' Ndoye (B) 12' Posch (B)

Milan-Cagliari 5-1 35' Bennacer (M) 59' Pulisic (M) 63' Nandez (C) 74' Reijnders (M) 83' Leao (M) 86' Pulisic (M)

Domenica 12

Lazio-Empoli 2-0 48' Patric (L) 83' Vecino (L) 

Genoa-Sassuolo 2-1 31' Pinamonti rig. (S) 56' Badelj (G) 63' aut. Kumbulla (S)

Verona-Torino 1-2 67' Swiderski (V) 77' Savva (T) 83' Pellegri (T)  

Juventus-Salernitana 1-1 27' Pierozzi (S) 91' Rabiot (J)

Atalanta-Roma 2-1 18' e 20' De Ketelaere (A) 65' Pellegrini rig. (R)

Lunedì 13

Lecce-Udinese 0-2 36' Lucca (U) 83' Samardzic(U)

Fiorentina-Monza 2-1 10' Djuric (M) 32' Nico Gonzalez (F) 78' Arthur (F) 

Classifica

Inter 92; Milan 74; Bologna e Juventus 67; Atalanta 63; Roma 60; Lazio 59; Fiorentina 53; Napoli 51; Torino 50; Genoa 46; Monza 45; Lecce 37; Verona 34; Cagliari e Udinese 33; Empoli e Frosinone 32; Sassuolo 29; Salernitana 16

Atalanta e Fiorentina una partita in meno

Inter Campione d'Italia

Milan, Bologna e Juventus in Champions League

Salernitana in Serie B

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi