x

x

Valerio Foglio con la casacca del Monza
Valerio Foglio con la casacca del Monza

Un ex biancorosso ha deciso di dire basta col calcio a 39 anni, stiamo parlando di Valerio Foglio che ha deciso di appendere le scarpette al chiodo per cominciare una nuova vita.
A festeggiare l’esperto esterno sinistro la Rhodense, sua ultima squadra, che sta pensando a un omaggio per celebrare un giocatore che ha saputo dare tanto al mondo dei dilettanti.
Ma anche la “sua” curva ovvero quella dei tifosi del Legnano, dove Foglio da ragazzino andava da tifoso, salvo poi essere protagonista in campo con la maglia dei lilla.

Le parole di Foglio

L'ultima partita di Foglio è stato per lui un momento di agrodolce felicità. Il difensore, giunto al termine del proprio percorso calcistico lo scorso, ha detto basta in occasione dell'anniversario della scomparsa dell'amico Piermario Morosini, venuto a mancare il 14 aprile del 2012. Valerio, al momento della sostituzione avvenuta per concedergli un ultimo tributo, guarda in tribuna la moglie e ripensa al proprio passato, realizzando l'emozionante coincidenza: «Ricordare Piermario, e capire che mi stavo ritirando a 12 anni esatti dalla sua scomparsa, mi ha messo i brividi. Mi porto nel cuore innumerevoli ricordi e la sua amicizia è fra questi». a mente arriva poi alla seconda parentesi in lilla, quella in Eccellenza, dove nella stagione 18/19 riesce anche a coronare un piccolo sogno: “Essendo legnanese, da ragazzino andavo in curva del Legnano, in uno stadio che ai tempi era gremito di tifosi. Guardavo i giocatori in campo e li vedevo come veri e proprio supereroi. Qualche anno fa sono riuscito a indossare la fascia di capitano della mia squadra del cuore, e riuscire a riportarla in Serie D è stata un'emozione fortissima”.  Folgio ha poi ripercorso la sua lunga carriera: “Le prime immagini sono indubbiamente legate al periodo nelle giovanili dell'Atalanta, dove, per altro, ho conosciuto Piermario. Lui, nonostante fosse classe '86, veniva spesso a chiamato a giocare con noi dell''85 - racconta Valerio - e poi ci siamo ritrovati al Vicenza in Serie B, l'anno in cui sulla panchina sedeva Gregucci. Con Piermario avevo un rapporto di profonda amicizia, di quelle che appunto partono dal vivaio. Quando io giocavo all'AlbinoLeffe lui aveva casa a Bergamo e spesso, al termine dei nostri weekend sportivi, eravamo soliti vederci, per chiacchierare del più e del meno. Lo porto sempre con me, in ogni partita”.

Il difensore ripercorre poi alcuni dei momenti più iconici della sua carriera, concentrandosi maggiormente sull'esperienza in Serie C1 con il Legnano, quando i lilla si sono confrontati con alcune delle realtà più consolidate nel panorama attuale: “A quei tempi ho avuto l'opportunità di giocare partite di cartello con squadre che attualmente militano stabilmente nei campionati maggiori. Abbiamo vinto al Bentegodi contro il Verona di Maurizio Sarri e successivamente contro il Sassuolo di Massimiliano Allegri”.  Non esattamente due nomi sconosciuti al grande pubblico.


Il saluto della “sua” curva

Sei cresciuto su quei gradoni della Nord. Ci hai accompagnato in un’annata epica in C1, che ti ha fatto spiccare il volo nelle categorie che più ti appartenevano. Sei tornato da noi in Eccellenza, scegliendo il cuore alla carriera. Sei stato e sarai il NOSTRO CAPITANO! Ora che hai deciso di chiudere con il calcio giocato, ti aspettiamo nella tua seconda casa, quella Curva da cui tutto cominciò.
Valerio Foglio uno di NOI!


Il post della Rhodense

Al minuto 15’ del secondo tempo Valerio Foglio lascia il campo (poco prima è suo l’assist per il quarto gol di Tripoli) tra gli abbracci dei compagni, di mister Leonardo De Lillo e gli applausi del pubblico orange che ha avuto il piacere di vederlo in campo anche se solo per una stagione.
È l’addio al calcio giocato di Valerio, nell’ultima partita al comunale di Rho, la penultima di campionato che, anche grazie a lui, la Rhodense ha vinto.
La carriera del calciatore Valerio Foglio, classe 1985, ha visto una serie di successi ed esperienze in diverse squadre e campionati. A partire dal 2004/05, quando Valerio ha giocato per nel Vicenza in serie B, poi Monza, Carrarese, Pisa, Novara, Legnano, Giana Erminio in Serie C.
Nel 2009/10, Valerio ha avuto una grande stagione con l’Albinoleffe in serie B.
Negli ultimi anni la carriera di Valerio è stata caratterizzata da esperienze in campionati di Serie D con Arconatese e Castanese, fino a questa sua ultima stagione giocata con la maglia della Rhodense.
Nella sua carriera ha dimostrato grandi abilità calcistiche ma soprattutto grandi doti umane. Un grande professionista ma anche un grande uomo spogliatoio, un esempio per i nostri giovani che, siamo sicuri, non lo dimenticheranno.
Grazie Valerio, è stato un onore averti con noi!
Classe 1985, una carriera infinita nel professionismo che parte da lontano, con l’esordio in serie A e un contratto con l’Atalanta: correva l’anno 2003. Da lì in avanti quella dell’allora giovanissimo Foglio è stata un’escalation devastante di soddisfazioni e traguardi.

Foglio ed il gol nel derby col Como

Valerio Foglio
Valerio Foglio alla Rhodense

Foglio mosse i suoi primi passi nel vivaio dell'Atalanta per poi passare nel 2004 al Vicenza, in Serie B, dove esordisce tra i professionisti. Nel gennaio 2006 si trasferì in prestito al Pisa dove però collezionò solo 3 partite per passare nella stagione 2006/07 al Pavia in Serie C, segnando 2 gol in 25 partite e fornendo un assist. Il suo talento venne notato dal Legnano dove, si distinse segnando 6 gol in 29 partite, dimostrando la sua abilità anche con gli inserimenti offensivi.
Nel 2008/09 Foglio fece ritorno al Vicenza dove giocò in Serie B totalizzando 14 partite per poi essere ceduto, dopo una stagione, in comproprietà all'Albinoleffe. Con gli orobici disputò tre ottime annate in Serie B, con 94 presenze con 10 reti, venendo riscattato dal club della Val Seriana. Nel 2012 venne passò a titolo definitivo al Grosseto dove, complici i continui cambi di modulo adottati dai biancorossi, non riuscì a incidere nell'arco della stagione la squadra retrocedette in Serie C. Nel 2013 si trasferì alla Reggina sottoscrivendo un contratto biennale, con i calabresi totalizza 23 presenze in Serie B ma al termine della prima stagione rescisse il contratto con gli amaranto venendo ingaggiato a parametro zero dal Monza, neopromossa in Lega Pro Prima Divisione. La sua avventura in biancorosso, a causa del caos societario che porterà al fallimento del club, fu breve infatti nel gennaio 2015 si svincolò dopo aver totalizzo 18 presenze e realizzando 3 reti, una delle quali realizzata nel derby contro il Como vinto dai biancorossi per 2-1. Lasciata Brianza concluse la stagione al Novara contribuendo con 14 presenze alla vittoria del campionato e della Supercoppa di Lega Pro. Nella stagione 2015/16 si divise tra Mantova e Pavia non riscendo però ad essere decisivo. Successivamente militò per un campionato nella Carrarese ed una nella Giana Erminio. Nel 2018, rimasto svincolato, decise di far ritorno dopo 10 anni Legnano accettando di scendere di categoria andando a giocare in Eccellenza. I lilla, anche grazie al suo apporto, riuscirono ad ottenere la promozione in Serie D. Foglio, dopo una seconda stagione nel Legnano, passò nel 2020 all’Arconatese mentre in quella seguente alla Castanese un anno calcistico assolutamente da dimenticare: con la retrocessione del club e lui vittima di diversi infortuni che ne hanno compromesso la stagione. Infine la sua ultima sua avventura calcistica vissuta con la maglia della Rhodense.

Come vedere Monza una città da serie A ogni lunedì 

Monza una città da serie A”, la trasmissione prodotta da Monza-News e condotta dal nostro direttore Stefano Peduzzi, tornerà come ogni settimana lunedì prossimo. La trasmissione andrà in diretta dalle ore 21 sul canale 110 in Lombardia sul digitale terrestre, in tutta Italia e in tutta Europa su Sky sul canale 890 e in streaming ovunque sui canali di Facebook di Monza-News, sul nostro canale Youtube, su Instagram, su Twitch e sui canali Linkedin del nostro direttore. A breve sarà comunicato l'elenco degli ospiti in studio.  

Come commentare i temi di Monza una città da serie A 

Ma come commentare i temi trattati durante la trasmissione di “Monza una città da serie A”? E' molto semplice: basta collegarsi alla pagina Facebook di Monza-News o sul canale Youtube del nostro giornale e scrivere la propria opinione durante la trasmissione prodotta dal nostro sito e condotta dal nostro direttore Stefano Peduzzi. Non è possibile, almeno per il momento, commentare la diretta su Instagram. Per ospitare la trasmissione nel proprio locale o nella propria azienda è necessario mandare una mail a: [email protected] 

 

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi