giovedì, Febbraio 25, 2021
Home Notizie News I CONIUGI SCAZZOLA: "UN'ASSOCIAZIONE CHE PORTA IL NOME DI NOSTRA FIGLIA VIRGINIA...

I CONIUGI SCAZZOLA: “UN’ASSOCIAZIONE CHE PORTA IL NOME DI NOSTRA FIGLIA VIRGINIA PER AIUTARE I BAMBINI DEL GASLINI”

“Cosa c’è di più bello dei bambini, stare a contatto con loro e aiutarli a guarire, sostenendo loro e le proprie famiglie, dalla stessa malattia che aveva cercato di abbattere la nostra piccola Virginia Marialinda?”. E’ questa la domanda che si sono posti l’ex giocatore del Monza, ora allenatore della Primavera della Pro Vercelli, Cristiano Scazzola e sua moglie Eliana Danielli circa tre anni fa, ed è appunto sulla base di questo quesito che i due hanno fondato il gruppo ‘INSIEME PER IL GASLINI…GLI AMICI DI VIRGINIA MARIALINDA SCAZZOLA’.

L’APPELLO e LA STORIA

Eliana e Cristiano hanno scritto un appello in cui è raccontata la loro storia da rivolgere a tutti i lettori e da far girare tra i vostri amici:

“Qualche anno fà, un angelo è entrato prepotentemente e inaspettatamente nella nostra vita. Con lei abbiamo attraversato la paura e la gioia. Ma siamo stati fortunati perché tanti angeli custodi si sono presi cura di lei e di noi in quei mesi così duri, dove la paura e l’ansia dominavano ogni ora del giorno e della notte. Sono gli angeli dell’Ospedale Gaslini di Genova.

Oggi per noi è felicità pura, ma non abbiamo dimenticato.

E’ per questo che troviamo il coraggio di chiedervi un piccolo ma significante aiuto da devolvere ai bambini ammalati gravemente e alle loro famiglie economicamente disagiate dell’ospedale Gaslini così che anche altri bambini possano godere della gioia di stare con i loro genitori.

La mia mano e quella di mio marito Cristiano hanno dato forza a Virginia, una vosta mano potrà accompagnare fuori dal tunnel buio e lungo della malattia i piccoli bambini ammalati e dare una speranza ai loro genitori di poter superare non da soli questo brutto momento della loro vita!

Per la sua storia e per lei, io e mio marito abbiamo creato un gruppo con lo scopo d’aiutare i bambini ammalati e le loro famiglie.

In questo gruppo cerchiamo di dare loro un sostegno economico, come stiamo facendo già da un po’ di tempo con alcune famiglie disagiate con bambini ricoverati al Gaslini e in altri ospedali, che non hanno neppure i soldi per le cure e per dar loro una vita dignitosa come meritano.

Altri amici che hanno deciso di aiutarci hanno organizzato collette tra colleghi, raccolte nei bar e in negozi di amici o conoscenti mettendo una scatola con la foto della nostra piccola Virginia e la scritta ‘nata a 28 settimane, 640 gr., prematura’”

LA PRIMA LETTERA

Alla fondazione del gruppo, la mamma Eliana a voluto scrivere una lettera per la piccola Virginia Marialinda, chiamata da tutti Virgy, che probabilmente leggerà non appena sarà un po’ più grandicella.

“Un grande miracolo della vita di nome Virginia Marialinda

Le dolci note di questa musica ci riportano al giorno in cui sei nata, eri piccola e indifesa, pesavi solo 640 grammi, non eri ancora del tutto formata. C’è stata tanta sofferenza, paura, preghiera, ma anche tanta speranza, c’è stata tanta emozione, gioia e amore.

Appena nata ti hanno portata via in un mondo che nessuno di noi conosceva, tanti tubi, tante sacche, tanti medici intorno a te.

In qui 96 lunghi giorni ci hai insegnato che i miracoli esistono, che volevi vivere per darci tanto amore, per regalarci tante gioie. Con il tuo coraggio e la tua forza ci hai anche insegnato che voi bimbi siete rari, siete unici, siete la cosa più meravigliosa sulla terra. Grazie di esistere amore della mamma e del papà. Insieme faremo tante e grandi cose.

Porteremo avanti la nostra misione ‘Insieme per il Gaslini…gli amici di Virginia Marialinda Scazzola’”

IL GRUPPO

Infine Eliana ha anche scritto un messaggio per tutti i componenti del gruppo e per chiunque voglia sapere la loro storia o informarsi sul gruppo.

“Voglio raccontarvi una favola…anzi, La favola.

La meravigliosa avventura della mia piccola Virginia Marialinda, il suo coraggio, la sua lotta, il suo forte e innato attaccamento alla vita, prenderanno forma attraverso le parole. Un libro. Un piccolo grande regalo da parte mia a tutti voi per regalarvi la visione della speranza, a mio marito per ribadire la forza di ciò che abbiamo condiviso e di quanto continueremo a condividere, alla mia piccola principessa perché possa leggere lei, un giorno, la grandezza di ciò che è stata capace di fare quando era così piccola e indifesa, perché possa leggere di quanto, con i suoi minuscoli pugni chiusi, tratteneva a sè quella vita che voleva scivolare via, perchè possa leggere e capire di essere un angelo speciale.

Qui sotto troverete i link dei video con la storia della nostra cucciola ed il nome e link del gruppo su Facebook.

Se avete piacere potrete iscrivervi, condividerlo sul vostro profilo ed invitare amici a fare la stessa cosa.

Forse vi serviranno cinque minuti per leggere le discussioni e capire qual è il suo vero e profondo senso ma credetemi: ne vale la pena, perché un vostro aiuto potrà regalare a loro un sorriso ed una vita seppur nella sofferenza dignitosa.

Grazie di cuore. Eliana, Cristiano e Virginia Marialinda.

Il primo video, dal titolo “IL MIRACOLO DI VIRGINIA MARIALINDA”, è un’intervista andata in onda sulla Rai fatta a me Eliana e ai genitori di mio marito: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Jb1vC67ulJo

Il secondo video invece, contiene tutte le foto della piccola Virgy e la canzone ascoltata da me mentre lei era in rianimazione: http://www.youtube.com/watch?v=-rbl60AqBuU

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/groups/208304738625/?fref=ts"

BALOTELLI, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=balotelli
CORONAVIRUS, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=coronavirus

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Simone Castelli
Simone Castelli
Lavoro nel mondo televisivo. Da piccolo dicevo di tifare Inter perché era la squadra "di famiglia". Nel frattempo ho cominciato a seguire le vicende del Calcio Monza grazie a mio papà - frequentatore del Sada ai tempi d'oro - tra le stagioni 2007/08 e 2008/09 ma la prima partita che ricordo in maniera nitida, quasi dettagliata, è un Monza-Pergolettese (2-2), prima giornata del campionato 2010/11 vista dalla curva sud. Mi ci sono appassionato sempre di più fino a capire che la mia vera squadra era quella biancorossa. Ho due grandi passioni: la politica e il giornalismo, soprattutto quello d'inchiesta e quello locale; adoro raccontare tutto quel che riguarda il territorio che abitiamo. Ho collaborato con il Giornale di Monza, la Gazzetta della Martesana e MBNews.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO