giovedì, Giugno 24, 2021
Home Volley Vero Volley, una vittoria da Coppa Italia!

Vero Volley, una vittoria da Coppa Italia!

13^ giornata Superlega Credem Banca: VERO VOLLEY MONZA – KIOENE PADOVA

Tabellino: Vero Volley Monza – Kioene Padova 3-2 (25-20, 25-23, 19-25, 23-25, 18-16)

Vero Volley Monza: Orduna 1, Louati 12, Yosifov 14, Kurek 27, Dzavoronok 19, Beretta 7, Goi (L), Federici, Sedlacek 1, Capelli (L), Galassi 0, Ramirez Pita 1. N.E. Calligaro. All. Soli.
Kioene Padova: Travica 7, Ishikawa 14, Polo 5, Hernandez Ramos 32, Barnes 4, Volpato 4, Bassanello (L), Danani La Fuente (L), Cottarelli 0, Randazzo 12, Canella 2. N.E. Casaro, Fusaro, Bottolo. All. Baldovin.

MVP: Viktor Yosifov (centrale Vero Volley Monza)

Busto Arsizio (VA) – Vittoria da Coppa Italia per il Vero Volley Monza.

Nell’ ultima gara nella casa temporanea del PalaYamamay di Busto Arsizio, i ragazzi di coach Soli raggiungono un importantissimo successo contro i rivali storici della Kioene Padova.
Dopo i primi due set conquistati non senza problemi, i brianzoli calano di intensità (come spesso accade in questa stagione) e si fanno raggiungere nel quoziente set. Nel tie-break finale, infine, Monza riesce ad imporre la sua voce, anche se spreca malamente numerosi match-point, andando anche a rischiare una sconfitta che avrebbe impedito l’ accesso alla Final Eight della Del Monte Coppa Italia.
Con questi 2 punti e complice la sconfitta casalinga di Verona contro Milano per 3-1, infatti, i monzesi raggiungono per la quinta volta consecutiva il diritto di partecipare alla Coppa nazionale, anche se si incontrerà un ostacolo quasi insormontabile come la Cucine Lube Civitanova nei quarti di finale. La sfida, però, è in gara secca, quindi mai dire mai …

La partita – Il Vero Volley parte deciso, trovando subito il primo allungo col muro di Yosifov, che obbliga Baldovin al primo time-out della partita. Il trand, dopo la pausa, non cambia, con Monza che continua col piede sull’ acceleratore col muro di Louati: 15-9. Padova prova a cambiare interpreti col punteggio che si riduce ai 4 punti: 22-18 dopo il muro di Polo su Kurek. Lo stesso polacco, però, si fa perdonare al secondo set point: 25-20.

Padova inizia determinata a pareggiare il conto-set, con Barnes che lo conferma sul 4-6. Monza, ovviamente, non ci sta e recupera immediatamente, anche mediante alle continue invasioni ospiti (3 consecutive): 9-7 e situazione ribaltata. Set emozionante e dai mille cambi di volto. I patavini, di fatti, ricuciono nuovamente il divario e giungono al pareggio con determinazione sul 12 con un Hernandez sugli scudi. Tra break e contro-break si vola sul 19 pari, dove i veneti allungano sul +2 col diagonale di Ishikawa, obbligando Soli a chiamare tempo. La sosta porta i frutti sperati: 22-22 con Dzavoronok e situazione che si sblocca solo sugli scampoli finali di parziale col murone di capitan Beretta su Polo che vale il 25-23.

Equilibrio sul prologo di terzo periodo: 6-6. Lo stesso, però, viene interrotto prontamente dalla costanza di Padova che, col muro di Travica, si porta sull’ 11-14. Coach Soli prova ad interrompere la striscia positiva veneta, ma i risultati tardano ad arrivare: 12-17, pipe Hernandez. Soli prova ad intercambiare i suoi elementi, facendo entrare anche il giovanissimo ventenne cubano Ramirez Pita (proveniente da una scuola cubana, ma tesserato solamente nei giorni scorsi, dopo una lunga trafila), ma il divario ormai è troppo ampio: 19-25, chiusura con errore in battuta di Dzavoronok.

Quarto set equilibrato tra le compagini del PalaYamamay. Il pareggio (7-7) viene però smorzato dai servizi vincenti di Louati, i quali portano il punteggio sul 10-7. Un doppio mani-out di Hernandez riporta il pari a Busto Arsizio (13-13), che presto si trasforma in vantaggio ospite con lo stesso schiacciatore cubano: 16-17 e time-out Soli. Kurek trova il pari (19-19), ma la Kioene scappa ancora con Randazzo (19-22). Dzavoronok si rivela come sempre duro a morire e l’ ace del 23 pari ne è la prova. Gli ultimi scampoli, però, non gli danno adito: 23-25, chiusura-muro di Travica.

Il Vero Volley argina un muro tra le due squadre: uno doppio di capitan Beretta vale il 4-1 iniziale. Ishikawa prova a contenere i brianzoli (5-3), ma Orduna cambia il campo sull’ 8-5. Il colpo dell’ argentino rinvigorisce gli ospiti, i quali si riportano al solo punticino di svantaggio dopo il muro di Hernandez: 10-9. I mattoni cubani non fanno paura ai padroni di casa: Kurek è più forte e mette giù la pipe del 13-10, prima di andare nel caos più totale assieme ai propri compagni. I numerosi errori brianzoli portano infatti in dote il 14-14. Fortunatamente, però, gli scambi finali premiano il Vero Volley, che con Dzavoronok chiude il conto sul 16-14 e 3-2 finale.

Il futuro – Dopo il pranzo di Natale, i ragazzi del Vero Volley Monza saranno di scena a Milano nel secondo derby contro l’ Allianz Milano.
La prima di ritorno sarà giocata nella nuovissima Allianz Cloud (ex PalaLido) il giorno di Santo Stefano (26 dicembre), alle ore 18 con diretta Rai Sport + HD.

foto Della Corna

Roberto Della Corna

BALOTELLI, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=balotelli
CORONAVIRUS, TUTTE LE NOTIZIE : www.monza-news.it/?s=coronavirus

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Roberto Della Corna
Roberto Della Corna
Roberto Della Corna nasce a Vimercate il 9 febbraio 1993. Diplomato come perito aziendale corrispondente in lingue estere, diventa arbitro di calcio alla tenera età di 16 anni, età minima. Poi, non contento, diviene lo stesso anche per la pallavolo, mondo a lui sconosciuto fino ad allora. L'occasione lo fa innamorare di questo nuovo sport, che cerca di intraprendere aiutando in una squadra vicina al suo paese. Alle sue prime armi, coltiva la sua passione che è quella della scrittura giornalistica attraverso la testata Monza-News, per la quale collabora tutt'ora. Recentemente, ha anche collaborato per il giornale Sprint e Sport, seguendo il calcio giovanile. Ad oggi lavora come impiegato in un' importante multinazionale di trasporti, nota anche nel mondo pallavolistico.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO