giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeAC MonzaLecce-Monza: le pagelle complete. San Di Gregorio una certezza, male Carlos e...

Lecce-Monza: le pagelle complete. San Di Gregorio una certezza, male Carlos e Molina

- Advertisement -

Ecco le pagelle complete di Lecce-Monza a cura di Roberto Della Corna

 

Di Gregorio 7: autentico salvatore della patria. Si rifà ampiamente dalla sbavatura sul gol subito, andando a tirare giù la saracinesca con due super parate nel recupero.

Marlon 6: Svolge il proprio compito senza sbavature eccessive.

Pablo Marì 6: Gioca con diligenza nel ruolo di centrale difensivo, e si rivela prezioso anche con chiusure degne di nota.

Izzo 6: Anche lui non demerita alla sua prima apparizione da titolare.

Birindelli 5.5: A differenza delle altre giornate, il giovane esterno fatica più del previsto sulla fascia destra, patendo le avanzate giallorosse e non spingendo come il suo solito.

Sensi 6.5: Regala una perla balistica che porta in vantaggio i suoi al Via del Mare, ma cala alla distanza, facendo ripartire il Lecce in occasione del pareggio.

Rovella 6.5: Autentico faro del centrocampo biancorosso (oggi in celeste). Con lui si va sul sicuro e da quando è nella squadra di Stroppa è tutt’un altro gioco.

Pessina 6: Ancora non nel pieno della sua forma. Non dispiace in mezzo al campo, ma dalla sua classe ci si aspetta sempre qualche guizzo in più.

Carlos Augusto 5: Fatica paurosamente sull’out mancino. Oltre a non spingere come dovuto e come ci ha deliziato lo scorso anno, il laterale brasiliano ha grosse falle anche in fase difensiva. Gonzalez, infatti, gli passa davanti con una facilità disarmante in occasione dell’1-1.

Mota 5.5: Lavora molto sporco e corre, ma non incide nel reparto avanzato come invece potrebbe fare.

Caprari 6.5: A differenza delle ultime uscite, l’ex Verona si dimostra in palla, uno tra i più brillanti dell’undici iniziale. Gioca di fino in più occasioni, riuscendo a fraseggiare bene in avanti. Il cambio scoccia e ne ha ben donde.

dal 46′ Molina 5: Totalmente fuori luogo nello scacchiere brianzolo. Entra sulla fascia destra al posto di Birindelli, riuscendo però a fare peggio del compagno di squadra, sia in fase difensiva che offensiva. Prende anche un cartellino giallo a dimostrazione.

dal 59′ Ciurria 5.5: Non incide in avanti, col suo nome che non finisce mai nominato dai telecronisti di Dazn. Prova lampante.

dal 59′ Valoti 5.5: Vale un po’ il discorso appena citato per Ciurria. Entra a più di mezz’ora dal termine, ma risulta abulico.

dal 59′ Colpani 6: Fa il suo in mezzo al campo, senza strafare, ma senza demeritare.

dal 88′ Machin sv

 

All. Stroppa 6: Finalmente trova il primo punto in campionato ed in Serie A del Monza, sbloccando una situazione spiacevole fino ad oggi. C’è ancora molto da regolare, però. Il 1912 si dimostra padrone nella prima frazione, ma cala vistosamente nella seconda, come spesso accade. Gli ultimi 20′ abbondanti, infine, sono totalmente preda dei leccesi, i quali sfiorano il vantaggio in più di un’occasione.

 

Roberto Della Corna

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Roberto Della Corna
Roberto Della Corna
Roberto Della Corna nasce a Vimercate il 9 febbraio 1993. Diplomato come perito aziendale corrispondente in lingue estere, diventa arbitro di calcio alla tenera età di 16 anni, età minima. Poi, non contento, diviene lo stesso anche per la pallavolo, mondo a lui sconosciuto fino ad allora. L'occasione lo fa innamorare di questo nuovo sport, che cerca di intraprendere aiutando in una squadra vicina al suo paese. Alle sue prime armi, coltiva la sua passione che è quella della scrittura giornalistica attraverso la testata Monza-News, per la quale collabora tutt'ora. Recentemente, ha anche collaborato per il giornale Sprint e Sport, seguendo il calcio giovanile. Ad oggi lavora come impiegato in un' importante multinazionale di trasporti, nota anche nel mondo pallavolistico.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO