domenica, Ottobre 2, 2022
HomeAC MonzaLe pagelle di Monza - Juventus 1-2: convincono Brescianini e D'Alessandro, sorpresa...

Le pagelle di Monza – Juventus 1-2: convincono Brescianini e D’Alessandro, sorpresa Machin. Rimandati Bellusci e Barillà

- Advertisement -

Di seguito le pagelle integrali a cura di Riccardo Cervi:

MONZA

Di Gregorio 6.5: non è particolarmente impegnato nel corso del match e, in occasione delle reti di Ranocchia e Kulusevsky nulla può fare, ma risponde alla grande sul tiro angolato di Rabiot.


Sampirisi 6: partita ordinata la sua, senza particolari spunti e senza ancora la miglior condizione. Gioca come terzo di difesa, e questa è una novità rispetto allo scorso anno.


Bellusci 5.5: la sua grinta non cambia mai, sebbene a volte la sua foga sia eccessiva. Gioca una buona partita, contro giocatori di altra categoria, anche se il suo match risulta macchiato dall’errore che regala lo 0-2 a Kulusevsky (dal 58′ Paletta 6: partita ordinata, ai limiti del “senza voto”).


Caldirola 6.5: non è ancora in ottima condizione e questo appare evidente. Nonostante ciò, i suoi tocchi di prima e le sue verticalizzazioni lasciano molto ben sperare (dal 46′ Pirola 6: non è facile entrare in una partita di questo tipo, ma lui lo fa con personalità e carisma, fermando sul nascere diverse azioni pericolose).


Pereira 6: non il migliore degli esordi, ma c’è una serie di scusanti particolarmente sostanziosa. E’ arrivato da poco e questo incide molto, inoltre anche per lui la condizione fisica è tutt’altro che ottimale. I tifosi avranno tempo per apprezzare la sua classe.


Brescianini 6.5: l’ex Virtus Entella è protagonista di un’ottima partita, dimostrando tutte le sue doti tecniche e tattiche. E’ un giocatore che sicuramente dirà la sua nel corso di questo campionato: ottime premesse (dal 46′ Colpani 6.5: è lui uno dei gioiellini di questo Monza, e lo ha dimostrato anche in questa occasione, con un eccellente assist per la rete di D’Alessandro).


Barillà 5.5: viene schierato, a sorpresa, centrale di centrocampo e la sua prestazione non convince del tutto. La posizione di playmaker non esalta le sue caratteristiche, sebbene sia molto bravo a recuperare palla per far ripartire la squadra (dal 74′ Scozzarella s.v.).


Machin 6.5: è lui la grande sorpresa di questa partita, risultando tra i migliori in campo. Deve ancora affinare il proprio “gioco di squadra”, ma sembra tutt’altro giocatore rispetto a quello della scorsa stagione. Sarà il tempo a dirci quale sarà il suo futuro, anche se sembra assolutamente rientrare nei piani di mister Stroppa (dal 58′ Valoti 6: il suo esordio in terra monzese non è semplice, ma con il passare dei minuti acquista fiducia e prende in mano le redini del centrocampo).


C. Augusto 6.5: il terzino brasiliano sembra già in discreta condizione, tanto da strappare diverse volte gli applausi dei presenti allo stadio. Si prospetta una grande stagione per lui, considerato uno dei gioielli di questo Monza (dal 58′ Donati 6.5: l’ex Lecce entra ottimamente in partita, dimostrando che c’è anche lui per un posto da titolare. Molto attento in fase di copertura, senza mai rinunciare alle sue solite sortite offensive).


D’Alessandro 7: viene schierato come seconda punta, che non è il suo ruolo naturale. Nonostante ciò gioca un’ottima partita, correndo molto e dimostrando una buona tenuta fisica, senza contare la rete dell’1-2, che lo vede farsi trovare al posto giusto e nel momento giusto . Anche per lui si prospetta un minutaggio ben superiore rispetto a quello della scorsa stagione (dall’87’ Siatounis s.v.).


Gytkjaer 6: giocare da “numero 9” contro due giocatori come De Ligt e Demiral è tutt’altro che semplice, ma lui è bravo a smarcarsi in un paio di occasioni, trovando però la ribattuta di Szczesny (dal 58′ Maric 5.5: il suo ingresso non è ottimale, inoltre fatica molto a tener palla e giocarla).

All. Stroppa 6.5: è ancora difficile fare un bilancio sull’impatto che il mister ha avuto sulla squadra, ma i risultati sembrano particolarmente incoraggianti, sia in termini di gioco che di affiatamento.

JUVENTUS

Szczesny 6 (dal 46′ Perin 6); De Sciglio 6 (dall’80‘ Hajdari s.v.), De Ligt 6 (dal 60′ Dragusin 6.5), Demiral 6.5 (dal 46′ Rugani 6), Pellegrini 5.5 (dal 46′ De Winter 6.5); Ramsey 5.5 (dal 46′ Fagioli 6), Ranocchia 7 (dal 68′ Peeters 6), Rabiot 7.5 (dal 68′ Miretti 6); Kulusevsky 6.5 (dal 68′ Marques 6), Brighenti 5.5 (dal 60′ Akè 6), Soulè 6.5 (dal 60′ Felix Correia 6). All. Allegri 6.

Arbitro sig. Pezzuto 6: partita senza particolari problematiche in termini di disciplina, come è normale che sia per un’amichevole estiva.

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Riccardo Cervi
Riccardo Cervi
Riccardo Cervi nasce a Monza l’11 luglio del 1997. Segue il calcio sin da piccolo, si appassiona da subito ai colori biancorossi grazie al nonno, grande tifoso del Monza. Da bambino, questa sua passione si amalgama con quella per la Juventus, ma con il trascorrere del tempo l’amore per la propria città prende il sopravvento. Dopo aver giocato diversi anni a calcio, decide di collaborare attivamente alla causa biancorossa, entrando nella redazione di Monza-News. Questo avviene nei primi giorni del 2015. All’interno della redazione si occupa inizialmente di una rubrica dal titolo “C’eravamo tanto amati”, dedicata agli ex calciatori biancorossi. In seguito, è responsabile della presentazione delle squadre avversarie, per la rubrica “Conosciamo il prossimo avversario”. Infine, con il trascorrere degli anni, gli viene affidato il delicato ruolo di “pagellista” per le partite dei biancorossi. Al di fuori dell’orbita biancorossa, invece, è laureato in Economia Aziendale e Management, e proseguirà i suoi studi nei prossimi anni.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO