venerdì, Settembre 30, 2022
HomeMotoriLeclerc da paura, fantastica pole a Monza

Leclerc da paura, fantastica pole a Monza

- Advertisement -

Charles Leclerc infiamma il pubblico di Monza, con una qualifica sensazionale e contro le previsioni che davano la Red Bull favorita. La squadra austriaca non è riuscita a strappare la pole position alla Ferrari, che nella Q3 aveva prima piazzato davanti a tutti Carlos Sainz, anche grazie all’aiuto della scia del compagno, poi superato da Leclerc e Verstappen. Leclerc ha corso molti rischi nell’ultimo tentativo ed ha percorso l’intero giro senza scia, ma è riuscito a staccare il sensazionale 1:20.161 che gli ha permesso di stare davanti al Campione del Mondo della Red Bull per un decimo e mezzo. La pole di Leclerc non sta a significare che la Ferrari domani avrà vita facile, anche grazie al fatto che Verstappen verrà retrocesso di cinque posizioni per la sostituzione del motore endotermico. La Red Bull qui a Monza è così forte che ha preferito sacrificare di poco la propria velocità di punta per poter essere veloce anche nella parte mista del circuito, quella che va dalla variante della Roggia e che arriva alla variante Ascari, passando dalle curve di Lesmo. Lo ha ammesso anche Max Verstappen quando è sceso dalla sua vettura: “Abbiamo preferito mettere un po’ più di ala per la parte mista, anche se parto dietro sono fiducioso per la gara. Sarà importante rimanere calmi alla prima variante, poi potrò cercare di rimontare”.

Charles Leclerc è stato il primo a smorzare gli entusiasmi: “Domani sarà dura, ma qui è fantastico. Non è stata una qualifica semplice. Sapevo che c’era potenziale nella vettura ma non avevamo messo tutto insieme. Sapevo che in quest’ultimo giro del Q3 dovevo farlo e ci sono riuscito. Sono contento del giro e della prestazione, è stato un gran weekend finora. Il feeling con la macchina è ottimo e spero davvero che potremo fare come nel 2019 domani. Ho corso molti più rischi perché sapevo che era l’ultimo giro e dovevo trovare prestazione lì. Ho attaccato e ha funzionato. Qui a Monza è sempre incredibile. Domani proverò a dare tutto come sempre per provare a portare la vittoria a casa. Ve lo meritate (rivolto al pubblico). C’è ancora tanta strada da fare ma noi spingiamo fino alla fine”.

Rammaricato invece Carlos Sainz, terzo, che però dovrà partire dal fondo dello schieramento: “E’ stata un’ottima sessione, ho spinto in Q1, Q2 e Q3 anche se la mancanza di scia non mi ha permesso di fare il giro migliore. Partirò dal fondo quindi non mi cambia la vita, ho corso molti rischi. Ero veloce in curva ma più lento in rettilineo. Penalità? Non voglio mentire, fa male partire da dietro domani, soprattutto pensando a come mi sento in macchina. Farò del mio meglio per rimontare, anche se mi sarebbe piaciuto stare lì davanti”.

Dietro ai tre si è piazzato Sergio Perez, ad oltre un secondo dal poleman, mentre a seguire ci sono Hamilton (quinto ma sarà penalizzato domani e partirà dal fondo), Russel (sesto, ma partirà al fianco di Leclerc per la gara). La coppia della McLaren segue quella Mercedes, con Lando Norris davanti a Ricciardo.

A completare la top ten ci sono Pierre Gasly con l’Alpha Tauri e Fernando Alonso con l’Alpine.

Ottima la prestazione del debuttante Nick De Vries, tredicesimo. L’olandese è salito sulla Williams per le qualifiche prendendo il posto di Albon, che ha dovuto dare forfait per una appendicite. De Vries aveva disputato il primo turno di prove libere con l’Aston Martin, ottenendo il diciannovesimo tempo. Davvero singolare quanto avvenuto al pilota olandese, forse un evento più unico che raro quello di un pilota che disputa le prove libere con una squadra (Aston Martin) e si presenta al via delle qualifiche e della gara con un’altra (Williams).

Buone le prestazioni di Valtteri Bottas, dodicesimo con l’Alfa Romeo e del suo compagno di squadra Guanyu Zhou, quattordicesimo, mentre purtroppo Sebastian Vettel, alla sua ultima apparizione in pista a Monza, ha deluso, non andando oltre la diciassettesima posizione, davanti al compagno di squadra Lance Stroll. Dalle ultime due posizioni in griglia partiranno le due Haas motorizzate Ferrari, con Kevin Magnussen davanti al compagno Mick Schumacher.

Foto by: Maurizio Rigato

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Cristiano Mandelli
Cristiano Mandelli
Cristiano Mandelli nasce nel 1973 e già all’età di 5 anni comincia a frequentare l’ambiente dei motori, con il suo primo Gran Premio Lotteria nel 1978. La passione per i motori lo ha portato a metà degli anni novanta a collaborare con alcune testate locali prima, successivamente nazionali, come corrispondente dall’Autodromo di Monza. Ha collaborato anche con numerosi piloti e squadre come ufficio stampa. Tra i più conosciuti Stefano d’Aste nel Campionato Mondiale Turismo; Marco Mapelli in Formula Renault, Formula 3, Ferrari Challenge e GT; MV Agusta – GiMotorsport nel Campionato Mondiale Superstock e Campionato Italiano Superbike; Matteo Ghidini nel CEV – Moto 3 Junior World Cup; è stato Addetto Stampa e Comunicazione in Lotus Cup Italia

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO