x

x

Nella foto viene raffigurato il difensore brianzolo Kassama. Fonte: AC Monza
Nella foto viene raffigurato il difensore brianzolo Kassama. Fonte: AC Monza

Il Monza, arriva nel capoluogo Piemontese dopo un periodo piuttosto difficile caratterizzato da due pareggi e due sconfitte, tra cui l’ultima di settimana scorsa a Monzello contro l’Empoli, dove la partita è terminata 0-1. I tre punti sembrano ormai un lontano ricordo visto che l’ultimo successo a pieni punti risale al 4 febbraio, giornata memorabile nella capitale, in cui il Monza si impose per 1-4. Quest’oggi i padroni di casa del Torino hanno saputo mettere in difficoltà i ragazzi di Alessandro Lupi, che non riescono ad allontanarsi dalla zona calda della classifica. Il Torino è riuscito ad indirizzare fin da subito la partita con il primo gol arrivato al 7’, rimanendo molto compatto in difesa e limitando le incursioni e gli assalti dei centravanti biancorossi, che compongono il settimo attacco più prolifico del Campionato di Primavera 1 con ben 42 gol all’attivo. Il Monza però, ancora una volta, ha dimostrato, soprattutto nel secondo tempo, di essere una squadra molto unita e coesa con grande grinta, dando il tutto per tutto grazie all’attaccante riscoperto Nathan Fernandes. Allo Stadio Valentino Mazzola di Orbassano, termina 4-0 la partita pomeridiana della domenica tra Torino e Monza, partita valida per la venticinquesima giornata del Campionato di Primavera 1.

Nella foto viene raffigurato il difensore biancorosso Berretta. Fonte: AC Monza
Nella foto viene raffigurato il difensore biancorosso Berretta. Fonte: AC Monza

CRONACA E TABELLINO

Il match parte subito in salita per il Monza, che sin dall’inizio si trova in difficoltà. Dopo soli 3 minuti è il Torino ad aggirarsi nei pressi della difesa biancorossa. Kassama compie un errore non da poco, regalando il pallone a Ruszel che da due passi viene ipnotizzato da Mazza e calcia altissimo sopra la traversa. Al 7’ sono sempre i granata a rendersi pericolosi: il Toro riparte con Bianay, dopo un controllo non preciso di Colombo; il numero 2 granata trova un filtrante alto precisissimo per Padula, che in campo aperto si oppone alla marcatura di Domanico e Ravelli e spacca la porta, siglando il gol dell’1-0. Passano solo 5 minuti ma i granata rimangono molto pericolosi e  provano subito a raddoppiare con Njie che ci prova con il destro da lontano, ma non riesce ad inquadrare la porta. Al 22’ il dominio finora del Torino si tramuta nel gol del doppio vantaggio: Savva recupera un pallone molto velenoso in area di rigore e ,dopo l’ennesimo svarione della difesa che costa caro alla formazione biancorossa, davanti alla porta insacca il pallone alla destra di Mazza, oggi piuttosto vulnerabile. Al 25’ il Monza prova a farsi vedere per la prima volta all’interno dell’area granata: Fernandes riceve il pallone dal cross di Domanico, ma di testa lo scaraventa fuori. Al minuto successivo i brianzoli prendono coraggio con Dell’Acqua che recupera la sfera, mette a sedere i difensori del Torino, serve Antunovic che con il destro da pochi metri spreca un’occasione importantissima, e il pallone viene deviato in corner. Al 30’ il Torino torna a gestire il match portandosi 3 lunghezze di distanza con la rete del 3-0: Ravelli e Mazza non si intendono, e combinano un vero e proprio disastro lasciando spalancata la porta favorendo il tocco leggero di Njie che segna un gol facile. Il Monza non ci sta e cerca in tutti i modi di reagire: al 35’ Marras calcia potentemente dalla distanza, ma Abati non si lascia sorprendere e blocca tra le proprie mani il pallone. A ridosso della fine del primo tempo il Torino rischia di mettere a segno il poker con Marchioro, che in area recupera un pallone molto goloso ma il pallone si spegne ben oltre la traversa. 

Nella ripresa il Monza sembra iniziare con il piede giusto;  Fernandes sfiora il primo gol del match con un destro a giro, la cui corsa termina a centimetri dal palo. Sempre l’attaccante biancorosso al 53’ ci riprova, questa volta da pochi passi non riesce a trovare la porta e il tiro finisce alto sopra la traversa. Dopo un buon momento in cui il Monza sembrava essersi ripreso, il Torino, al 63’, sfiora il quarto gol con Kabic, ma Mazza spedisce il pallone in calcio d’angolo. Dopo 6 minuti, questa volta il Torino trova il poker con Silva che si avventa sul pallone, dopo il tocco di testa di un difensore e di prima colpisce benissimo indirizzando il pallone all’angolino, dove Mazza non può arrivare. Al 79’ di nuovo i granata ci provano con Njie, che dalla distanza conclude in maniera imprecisa. I brianzoli ci provano fino alla fine ma l’ultima parola rimane al Torino con Ciammaglichella che riceve un pallone perfetto ma viene intercettato da Zoppi al momento del tiro. Il Torino schiaccia meritatamente gli avversari, e la partita termina sul risultato di 4-0.

Il riassunto è quello di un primo tempo in cui il Torino ha dimostrato il proprio dominio segnando tre reti, in cui in ognuna di esse è presente lo zampino della difesa biancorossa che non si è dimostrata all’altezza dell’attacco granata a causa di numerosi errori imperdonabili; nel secondo tempo il Monza parte con il piede sull’acceleratore sprecando qualche occasione importante. Gli errori difensivi rimangono la componente fondamentale della partita di oggi, e dopo il poker firmato Silva, il Monza fatica a reagire anche se fino in fondo non demorde.

Nel prossimo turno, domenica 17 marzo alle ore 15:00, il Monza tornerà in Brianza dove affronterà il Sassuolo.

TORINO-MONZA 4-0

MARCATORI: Padula 7’ pt (TOR), Savva 21’ pt (TOR), 30’ pt Njie (TOR), 21’ st Silva (TOR)

TORINO FC (4-3-3): Abati, Bianay, Ruszel, Savva, Padula (Ciammaglichella 16’ st), Kabic (Perciun 34’ st), Silva, Azevedo (Desole 34’ st) , Dellavalle, Njie, Antolini (Marchioro 19’ pt). A disposizione: Brezzo, Casali, Acar, Dell’Aquila, Mullen, Muntu, Franzoni, Marchioro. Allenatore: Giuseppe Scurto

AC MONZA (3-5-2): Mazza, Colombo, Dell’Acqua, Lupinetti (Diene 24’ st), Marras (Martins 39’ st), Ravelli (Postiglione 1’ st), Berretta, Kassama (Zoppi 1’ st), Fernandes, Antunovic (Nene 32’ st), Domanico. A disposizione: Bifulco, Bagnaschi, Brugarello, Graziano, Capolupo, Cagia. Allenatore: Giuseppe Misso

Ammoniti: Lupinetti (MON), Dellavalle (TOR)

Arbitro: Sig. Ermes Fabrizio Cavaliere (Sig. Ayoub El Filali - Sig. Damiano Caldarola)

Stadio: Stadio Valentino Mazzola; via Guglielmo Marconi 15, Orbassano

SITUAZIONE IN CLASSIFICA DELLE DUE SQUADRE

Il Torino stacca il Milan di tre punti e vola in solitaria ad occupare la sesta posizione con 40 punti, entrando momentaneamente in zona playoff, dopo aver ritrovato la vittoria che non arrivava dal 10 febbraio contro la Lazio per 1-0: da quel momento solo sconfitte per la squadra di Giuseppe Scurto contro Cagliari, Atalanta e i campioni in carica del Lecce. La situazione del Monza diventa sempre più critica e inizia a farsi seria, visto che l’ultima casella della classifica, occupata sempre dal Frosinone, dista solo tre punti, dopo che i ciociari si sono imposti alle 13:00 per 4-0 sulla Sampdoria. Nella prossima sfida sarà di fondamentale importanza schiarirsi le idee e fare un’analisi molto approfondita di questa pesante sconfitta per affrontare il Sassuolo nella miglior condizione possibile. Alessandro Sangalli

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi