x

x

Le pagelle di Lazio - Monza 1-0: la difesa è (quasi) impeccabile, molto bene Colpani e Machin!

Scritto da Riccardo Cervi  | 
Di seguito le pagelle integrali a cura di Riccardo Cervi: Di Gregorio 5.5: quasi mai chiamato in causa nella prima frazione, compie forse il primo errore stagionale in occasione della rete di Romero, non riuscendo a trattenere il tiro di Pedro. Bravo in un paio di uscite basse su Felipe Andersone e Milinkovic-Savic. Donati 5.5: ha sulla propria corsia il più pericoloso degli avversari, Felipe Anderson, e va in difficoltà nel contenerlo. Viene puntato in diverse occasioni e fatica a chiudere sulle verticalizzazioni degli uomini di Sarri (dal 57' Marlon 6: ordinaria amministrazione per il difensore brasiliano). Caldirola 6.5: giocare contro la Lazio non è sicuramente semplice, ma lui sbaglia poco o nulla lasciando pochissimo spazio alle iniziative degli attaccanti padroni di casa. Ennesima conferma che si tratti di un giocatore davvero importante per questo Monza. Izzo 6.5: altra prestazione sontuosa del difensore biancorosso, che risulta nuovamente il migliore in campo tra i brianzoli. Letteralmente insuperabile dagli attaccanti biancocelesti, confermandosi un baluardo della difesa di mister Palladino. Essenziale (dal 79' Carboni s.v.). Ciurria 6.5: molto bene nella prima frazione, dove insieme a Colpani crea scompiglio sulla corsia sinistra della Lazio. La sua rapidità è sicuramente un elemento in più per questo Monza, confermandosi sempre più un titolare fisso di questa squadra. Colpani 6.5: primo tempo da assoluto protagonista per il "Flaco", che appare letteralmente imprendibile dai difensori padroni di casa. Perfetto il suo assist per la rete, poi annullata, di Petagna (dal 73' Caprari s.v.). Ranocchia 6: si mette in mostra con qualche spunto e qualche buon traversone, spostandosi poi nella ripresa sotto la punta, faticando però ad incidere. C. Augusto 6.5: come spinge lui sulla corsia di sinistra non lo fa quasi nessuno in questo campionato. Anche all'Olimpico di Roma risulta tra i migliori in campo, senza farsi intimorire da un avversario di grande spessore. Pessina 6: nella prima frazione si fa vedere con qualche buono spunto, nella ripresa sparisce un po' dai radar, accusando anche un po' di stanchezza. Può aver inciso il ruolo di centrale di centrocampo, ricoperto per la prima volta sotto la gestione Palladino, che lo ha quindi portato più lontano dalla porta avversaria. Machin 6.5: viene schierato a sorpresa a supporto di Petagna, e la sua prestazione è ben più che sufficiente. Gioca diversi palloni e crea non pochi grattacapi alla difesa laziale. Geniale (dal 58' Rovella 5.5: il suo ingresso non incide come sperato). Petagna 6: ha pochi palloni giocabili, ma lotta senza sosta con i due colossi della difesa biancoceleste. Il VAR annulla, per questione di millimetri, la sua incredibile rete di tacco. Che peccato (dal 73' Gytkjaer s.v.).   All. Palladino 6.5: la squadra si presenta rimaneggiata contro un avversario di altissimo livello, ma nonostante ciò non perde la propria fisionomia e il proprio carattere. La squadra c'è e i tifosi possono vivere sonni tranquilli, almeno per il momento.   Arbitro sig. Santoro 6.5: partita senza particolari episodi da evidenziare, gestisce bene il match, inclusi i pochi momenti di tensione.