x

x

Vero Volley femminile: Tanta sofferenza contro Bergamo, ma arriva la vittoria

Scritto da Roberto Della Corna  | 
3^ giornata Serie A1 Femminile: VERO VOLLEY MILANO - VOLLEY BERGAMO 1991 Tabellino: Vero Volley Milano - Volley Bergamo 1991 3-0 (25-22, 25-22, 25-21)
Vero Volley Milano: Sylla 9, Stevanovic 6, Orro 5, Stysiak 16, Candi 7, Thompson 13; Negretti (L). Begic, Davyskiba. Ne. Martin, Folie, Camera, Parrocchiale (L), Rettke. All. Gaspari Volley Bergamo 1991: Lanier 1, Butigan 5, Lorrayna 12, Partenio 2, Stufi 10, Gennari; Cecchetto (L). Turlà, May 11, Frosini 1, Cagnin 4. Ne. Bovo, Cicola (L). All. Micoli
Arbitri: Cappello Gianluca, Santoro Angelo
MVP: Alessia Orro (Vero Volley Milano)
NOTE:
Spettatori: 2825
Durata set: 28', 31', 29'. Tot. 1h37'
Vero Volley Milano: battute vincenti 2, battute sbagliate 8, muri 12, errori 19, attacco 37% Volley Bergamo 1991: battute vincenti 5, battute sbagliate 9, muri 6, errori 19, attacco 33%
Monza (MB) - Notte di festa. Nonostante la notte di Halloween sia alle porte, la Vero Volley femminile non regala scherzi al popolo dell'Arena di Monza e regola per 3-0 la Volley Bergamo 1991. Il risultato netto e rotondo, però, non deve trarre in inganno. La Vero Volley, infatti, si è trovata molto spesso in difficoltà durante l'arco della gara, specie a causa di una May non di certo fuori stagione, entrata in corso d'opera ed autrice di 9 punti finali. Milano però è stata brava a reagire nei momenti opportuni e mettendo alle corde le orobiche, soprattutto grazie alla perfetta regia di Alessia Orro, risultata MVP della gara con 5 punti e 4 muri. La sarda ha inoltre bandito la tavola a Thompson (16 punti) e Stysiak (15), le quali non si sono fatte invitare 2 volte. La Vero Volley sale così ad 8 punti in classifica, ma da migliorare c'è ancora molto. Ricezione ed attacco, infatti, non sono sembrati dei migliori (rispettivamente 39% e 38%), oltre ai continui momenti di black-out che stavano rischiando di far saltare il banco. Però, date le assenze, le giocatrici assieme da poco, le numerose partite nell'arco di pochi giorni e, specialmente, i 3 punti in cascina, per ora, va bene così. La partita - Gaspari comincia con Orro-Thompson, Stevanovic-Candi, Stysiak-Sylla con Negretti libero; mentre Micoli risponde con Gennari-Llorayna, Butigan-Stufi, Partenio-Lanier e Cecchetto libero. Milano sceglie la serata giusta per partire da film horror (0-4), ma fortunatamente si riprende in fretta. L'invasione di Stufi in attacco sigla il pari al 5, che continua tale fino all'11. Qui, però, l'uscita della tangenziale indica Milano Centro e la truppa di Gaspari ingrana la quinta. Il primo tempo di Candi vale il 15-12 ed il primo time-out della partita, col tempo che sembra funzionare alle ospiti. Stufi firma il servizio vincente del 16-16, ma le padrone di casa riprendono in fretta la marcia interrotta. Thompson vale il 21-18, poi la neoentrata Cagnin porta in dote il 24-22 con Gaspari che ferma il tempo. Il block-out di Stysiak vale l'1-0: 25-22. Partenza ancora flop per le milanesi (0-3 e 2-5), ma, ancora una volta, in ripresa. Il muro di capitan Orro segna l'equilibrio all'8, con Stysiak che supera: 9-8 e tempo Micoli. La sosta ricarica le pila bergamasche. Il muro di Stufi trova il pari al 9, poi Butigan porta in vantaggio le sue sul 10-13. Butigan rema contro con l'invasione del nuovo pari (14-14) e spiana la strada a Sylla, la quale va a segno per il break di vantaggio, seguito a ruota dalla fast di Stevanovic, valevole del 19-16. Bergamo, però, non è doma. May recupera tutto il divario, portandolo dalla sua parte per il 21-22 (con tempo Milano annesso), ma non è finita qui. La Vero Volley la svolta nuovamente e, con la doppietta di Candi (primo tempo e muro), chiude 25-22. A differenza dei precedenti due, Milano parte forte nel terzo periodo. L'ace di Orro segna il 7-4, ma chi di ace ferisce, di ace perisce. May imita la regista e riporta la linea di galleggiamento al 7, ma, ancora una volta, è un colpo dai 9 metri a riportare il +2 tra le rosa: a colpire è Stysiak, 9-7. Lo stesso scarto vige fino al 12-10, dove Bergamo risorge come nella migliore Pasqua. May recupera al 12, poi il pallone di Stysiak equivale al vantaggio ospite sul 12-13. Nuovi pari al 13 (invasione May), dove le padrone di casa riportano il naso dopo il pallone in rete di Butigan: 19-16. Il Volley Bergamo molla la presa e Stysiak ne approfitta: 25-21 e 3-0 finale. Il futuro - Il prossimo impegno per Orro e compagne sarà quello di mercoledì 2 novembre (ore 20.30) contro la Bartoccini-Fortinfissi Perugia. La partita umbra sarà visibile, oltre che su volleyballworld.tv, su Sky Sport Arena. Roberto Della Corna