x

x

Le pagelle di Monza - Frosinone 3-2: Cragno già protagonista, bene Marlon e Birindelli. Ma la risolve sempre il Vichingo!

Scritto da Riccardo Cervi  | 

Cragno 6.5: prima partita ufficiale da titolare per il portierone biancorosso, che si presenta ai tifosi biancorossi con un vero e proprio miracolo sulla conclusione di Kone. Poco può fare in occasione delle reti subite. Chi ben comincia... Marlon 6.5: dalla Champions League all'U-Power Stadium, e la qualità si vede tutta. Prestazione di spessore per il centrale ex Sassuolo, che mette in mostra grande fisicità e buone doti in fase di impostazione (dal 73' Antov 6: tocca pochi palloni ma lo fa con attenzione e diligenza, ordinaria amministrazione per lui). Ranocchia 6: molto bene nella prima frazione, dove non fa passare neanche uno spiffero d'aria dalle sue parti. Nella ripresa appare più insicuro ed è sfortunato nel deviare il tiro di Haoudi, che termina alle spalle di Cragno. C. Augusto 6: primo tempo in sordina, mentre nella seconda frazione si fa vedere con maggiore insistenza, anche in modo pericoloso, dalle parti del portiere avversario. Birindelli 6.5: primo tempo da assoluto protagonista, dove conquista il primo rigore e mette sotto continua pressione la difesa ospite. Nella ripresa opera in modo maggiormente conservativo, ma quello che sta facendo vedere promette molto bene. Ciurria 5.5: si mette in mostra con qualche accelerazione, ma troppo poco per strappare una sufficienza. Si vede poco nella manovra biancorossa e, tra le altre cose, le sue accelerazioni mancano come l'ossigeno (dall'80' Colpani 6.5: entra, finta di corpo, assist per Gytkjaer e il suo lavoro è finito. Semplicemente decisivo). Barberis 5.5: primo tempo con qualche errorino in fase di impostazione, nella ripresa gioca con tranquillità, sebbene non riesca a filtrare in modo adeguato le azioni che passano dalle sue parti (dall'80' Machin 6.5: entra molto bene in partita, dando il via all'azione che porta alla rete di Gytkjaer). Valoti 6.5: gioca una buona partita, toccando molti palloni e mostrando sempre un ottimo livello tecnico. Trasforma in maniera impeccabile il rigore del momentaneo 1-0 (dal 57' Sensi 6.5: il suo ingresso dà un altro passo al centrocampo biancorosso, mettendo classe e raffinatezza a disposizione dei propri compagni). D'Alessandro 6: qualche buono spunto per l'esterno biancorosso, che difficilmente riesce a puntare e saltare l'uomo. Anche per lui la condizione fisica non è ottimale, e questo lo limita nelle proprie giocate. Sufficiente, ma da rivedere. Mota 6.5: forse il più attivo nella coppia offensiva dei biancorossi, ma nonostante questo non riesce a incidere come sperato. Gioca spesso lontano dall'area di rigore avversaria e non ha occasioni per fare male alla difesa ospite, ma la prestazione rimane di livello. Caprari 6: tocca diversi palloni e trasforma il calcio di rigore in modo perfetto. Non è ancora nella migliore condizione fisica, ma questa arriverà con il tempo, e per un giocatore agile ed atletico come lui questo sarà essenziale (dal 73' Gytkjaer 7: nell'ultimo match ufficiale ci aveva salutato con una doppietta in quel di Pisa, oggi si ripete con un gol importantissimo, portando il Monza ai sedicesimi di finale. Alla faccia delle voci di mercato...). All. Stroppa 6.5: schiera la migliore formazione possibile (e a disposizione) ma fatica più del previsto, contro una compagine di Serie B. Si vede qualche buona trama a centrocampo, ma sembra mancare qualcosa in fase offensiva, soprattutto negli ultimi venti metri. E' solo il primo impegno ufficiale, ma la Serie A è alle porte, e dal suo inizio non si potrà più sbagliare nulla. Molto bravo nella gestione dei cambi che, in sostanza, risolvono la partita. Arbitro sig. Serra 6: bravo a concedere i due rigori nella prima frazione, ma probabilmente ne manca un altro su C. Augusto. Partita tutto sommato tranquilla, e questo lo aiuta a gestirla nel migliore dei modi.