x

x

Lecce - Monza, il diario della trasferta in Puglia: 'Dalla Brianza al Salento con la Curva Pieri'

Scritto da Redazione  | 

Angelo Galimberti, tifoso biancorosso di vecchia data, ci ha raccontato la trasferta di Lecce affrontata con la Curva Davide Pieri. https://www.youtube.com/watch?v=bgPGdI7pB6A&t=11s "La trasferta di Lecce, la più lontana di questo storico campionato, incomincia a notte fonda e anche un po' tardi, ma non per colpa nostra e si viaggia spediti, cercando di fermarsi il meno possibile e tra un piccolo inconveniente e qualche rallentamento verso Bari, arriviamo proprio giusto in tempo per l'inizio della partita, anche grazie al loro servizio d'ordine, efficace, ma senza perdite di tempo esagerate. La partita inizia, passiamo in vantaggio per primi con quello che sarà il nostro unico tiro in porta e purtroppo veniamo raggiunti e questa volta siamo anche fortunati, a differenza di altre volte e conquistiamo il primo storico punto in serie A. Il viaggio di ritorno, con i soliti rallentamenti nel capoluogo pugliese, è più calmo, ma il solito inconveniente, fa perdere un po' di tempo e arriviamo a casa dopo le 8, in tempo per sistemarmi e andare al lavoro. Quindi, a parte la partita di ieri, peggiore di quella precedente, è arrivato un punto storico e dato che ho visto poco fa uno dei rigori reclamati, confermo che a velocità normale e un veloce replay sembra netto, ma non ricordo tutto questo putiferio quando lo scorso anno, ne hanno dato uno a loro per un fallo iniziato metri fuori area e quindi errore a parte, bisogna essere più obiettivi in generale e ricordo che i rigori dell'anno scorso non sono mai stati contestati dagli avversari, mentre gli altri reclamati (uno per parte) non li ho visti e quindi non posso giudicare, dato che non posso credere ad altri, tra gente che non sa il regolamento e gente che parla o scrive influenzata da gioco e risultato".