x

x

L'ex arbitro Gavillucci sull'episodio di Monza - Inter: 'La migliore cosa da fare è lasciare andare l'azione e fischiare poi il calcio di punizione'

Scritto da Sandro Coppola  | 
foto Sky Sport

L'ex arbitro Claudio Gavillucci, intervenuto a TMW Radio, durante il programma Maracanà, è tornato sull'ormai arcinoto episodio di Monza - Inter,  coinvolgenti come noto l'arbitro di Macerata Juan Luca Sacchi:

"Non è stata una delle giornate migliori per la squadra arbitrale. Sacchi è un ragazzo maturo, si è reso conto di quanto accaduto e poi ha chiesto scusa. E' un errore che lo farà crescere. Ho sentito da più parti cambi di protocollo parlando di questo episodio. Ma il protocollo qui non c'entra nulla. La VAR è in continua evoluzione, questo episodio va condannato perché la tecnologia non dovrebbe permettere certi errori. Si dovrebbe lavorare sulle disposizioni che vanno date agli arbitri. Si doveva lasciar andare l'azione poi fischiare, una volta terminata. Servirà introdurre delle disposizioni che possono eliminare questi errori che mettono fuori gioco la VAR. Sicuramente ha visto andare giù il difensore e ha pensato al fallo, cosa che pensano tutti gli arbitri in certe situazioni. Lo sgambetto fosse stato di Gagliardini? Non avrebbe inciso, non è un chiaro ed evidente errore. Nel caso non sarebbe stato annullato il gol. In certe occasioni la miglior cosa da fare è lasciar andare l'azione e al termine fischiare il calcio di punizione, in modo da non eliminare la possibilità che la VAR convalidi la rete".