x

x

Primavera Monza - Esordio col botto per Palladino, Alessandria tramortita da una cinquina!

Scritto da Antonio Sorrentino  | 
MONZA-ALESSANDRIA 5-2 (3-0) MARCATORI: 13', 23' e 44' Ferraris (M), 2' st Laureana (A), 4' st Prinelli (M), 46' st Zani (A), 48' st Goffi (M). MONZA: Mazza, Abbenante (24' st Arpino), Pedrazzini (1' st Orlando), Colombo, Nobile, Kassama (14' st D'Aietti), Dell'Acqua, Lupinetti, Dos Reis (32' st Goffi), Ferraris (14' st Vacca), Prinelli. All. Palladino. A disposizione: Vergani, Formenti, Bianay, Berretta, Infantino, Fuscaldo, Canato. ALESSANDRIA: Cavalieri, Laureana, Morando, De Ponti (20' st Zani), Cappai, Silvestri (33' st Gallesio), Stickler, Ghiardelli, Boldo (10' st Boscaro), Mazzucco (33' st Gerarca), Barisone (20' st Gazoul). All. Fiorin. A disposizione: Geriero, Aiachini, Sciutto, Miglietta, Delledonne, Pozzan, Trinceri. ARBITRO: Sig. Renzi di Pesaro (Trischitta - Signorelli) AMMONITO: Kassama (M) RECUPERO: 3' + 5' Partenza sprint del Monza e del suo tridente di classe 2003: Dos Reis - Ferraris - Prinelli mettono sul rettangolo verde del Monzello chi lavoro sporco (e non solo), chi cinismo, chi visione di gioco a tutto campo. Capitan Prinelli avvia l'azione del vantaggio, aprendo per Dell'Acqua: il servizio di prima è capitalizzato da Ferraris che col primo controllo elude la marcatura e firma l'1 a 0. Il raddoppio nasce da una palla rubata ancora da Prinelli: il tre contro tre è ancora finalizzato da Ferraris, abile a insaccare in scivolata sul secondo palo prendendo il tempo a Cavalieri. Non c'è due senza tre dice il proverbio e su angolo di Dell'Acqua Ferraris si fa trovare pronto a scagliare sul secondo palo una semi - rovesciata: poco prima Dos Reis che non aveva trovato la soddisfazione personale (bella girata, tiro potente) a causa del palo. A inizio secondo tempo il colpo di testa di Laureana su una punizione laterale accorcia le distanze, ma è lesto Prinelli a siglare il tap - in sulla respinta del numero 1 dei grigi a una difficile esecuzione di Dos Reis. Nel finale splendida realizzazione di Zani, che bacia da 30 metri l'incrocio, e guizzo sul primo palo di Goffi, al rientro dal prestito biennale alla Pro Sesto. Sabato trasferta veneta: padrone di casa il Padova, oggi superato di misura dal Venezia. Cronaca a cura di Davide Polinori