x

x

Non avrei mai pensato qualche tempo fa che il mio “punto” a commento della penultima giornata di campionato potesse essere così difficile da affrontare. Perché analizzare una sconfitta è sempre un compito spigoloso, a maggior ragione se trattasi del quinto passo a vuoto nelle ultime otto gare, per di più subito da una squadra che in tutte le precedenti trasferte del torneo in corso non aveva mai vinto. Davvero un commiato amaro davanti ai propri tifosi per i biancorossi di Raffaelle Palladino, al termine di una stagione che passerà comunque agli annali per una salvezza brillantemente conquistata con largo anticipo.

Mi permetto di continuare a sostenere che le analisi vadano fatte con il dovuto equilibrio. E ricordare che prima ancora che il campionato iniziasse, la stagione sportiva che si sta concludendo non era iniziata nel modo migliore possibile. Persi giocatori importanti come Carlos Augusto e Rovella (non proprio sostituiti adeguatamente nei rispettivi ruoli), l’organico a disposizione del tecnico di Mugnano sembrava dare meno garanzie di quello dell’anno precedente. Ma, soprattutto, il Monza 23/24 non aveva più nei propri ranghi l’uomo più importante della sua storia più recente e non solo: Silvio Berlusconi. Alzi la mano, con molta onestà, chi avrebbe osato pensare che, con le premesse appena fatte, il Monza potesse essere virtualmente salvo a metà marzo e aritmeticamente a metà aprile.

Ho provocato volontariamente Palladino sul tema della mancanza di Berlusconi nella conferenza stampa post partita di ieri. Era mia intenzione tentare di comprendere, con un tatto da parte mia forse eccessivo, se le incertezze societarie generate dalla scomparsa del patron di Arcore potessero essere state determinanti nel condizionare il suo futuro sulla panchina del Monza o di un’altra società. Involontariamente, ho fatto da apripista alla collega Monica Colombo del Corriere della Sera; la quale, con la maggior determinazione di cui è frequentemente dotato il gentil sesso, ha stanato Palladino con una domanda più diretta, facendogli dire sul futuro che “i progetti della società sono assolutamente determinanti”. Ed ancora “con lealtà e sincerità parlerò con la società per comprendere se ci sono progetti, ambizioni ed investimenti da prendere in considerazione da parte mia”.

Un altro anno di Palladino a Monza? Presto per dirlo. Per varie ragioni. Il mister biancorosso, molto ambizioso, ha sempre dato l’impressione di essere a fine corsa con la società biancorossa e di avere varie carte da giocare. Le sue dichiarazioni di ieri potrebbero essere un depistaggio per mettere pressione a chi lo ha cercato ma non ha ancora deciso. Inoltre, nonostante il prodigarsi di un Adriano Galliani sempre determinante e abile nel mondo del calcio, è evidente che con l’attuale assetto societario i progetti e gli investimenti non possono essere gli stessi di quando c’era Silvio Berlusconi. E di possibili subentranti in società, con quote di maggioranza o minoranza, non è dato sapere in questo momento. Aspettiamo qualche giorno per capire chi sarà il tecnico che guiderà i biancorossi nella prossima stagione.

Paolo Corbetta  

Palladino
Foto Raffaele Palladino Official Instagram

                    

Come vedere Monza una città da serie A ogni lunedì 

Monza una città da serie A”, la trasmissione prodotta da Monza-News e condotta dal nostro direttore Stefano Peduzzi, tornerà martedì. La trasmissione andrà in diretta come sempre dalle ore 21 sul canale 110 in Lombardia sul digitale terrestre, in tutta Italia e in tutta Europa su Sky sul canale 890 e in streaming ovunque sui canali di Facebook di Monza-News e sul nostro canale Youtube. Per ospitare la trasmissione nel proprio locale o nella propria azienda è necessario mandare una mail a: [email protected] 

Come commentare i temi di Monza una città da serie A 

Ma come commentare i temi trattati durante la trasmissione di “Monza una città da serie A”? E' molto semplice: basta collegarsi alla pagina Facebook di Monza-News o sul canale Youtube del nostro giornale e scrivere la propria opinione durante la trasmissione prodotta dal nostro sito e condotta dal nostro direttore Stefano Peduzzi.  Per ospitare la trasmissione nel proprio locale o nella propria azienda è necessario mandare una mail a: [email protected] 

                         

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi