x

x

Altri Sport, Motonautica: un manager brianzolo si laure campione del Mondo in Formula 2

Scritto da Sandro Coppola  | 
Alessandro Canzi, classe 1973, sovicese e imprenditore brianzolo di successo nel settore della progettazione, manutenzione e realizzazione di giardini, ha vinto il titolo del Mondo in Formula 2 di motonautica col suo team Rpm. Il titolo è effettivamente ufficiale a distanza di due mesi, dopo aver vinto il ricorso. Il pilota tedesco Stefan Hagin con il secondo posto sul podio si aggiudica il titolo di campione del mondo di Formula 2 motonautica, aggiudicandosi il titolo mondiale in acque portoghesi. Nelle successive verifiche post gara, della durata di 7 ore, i primi quattro piloti classificati vengono squalificati per irregolarità tecniche dei motori. Alessandro Canzi, da team manager, non accetta il verdetto e ricorre in appello, sicuro della mancanza di irregolarità nel motore della sua barca, che ha appena regalato il titolo a Hagin. Si avvia così il ricorso, grazie al team principal Baiba Veisa, avvocato lettone. Fino a che il 2 novembre in Svezia, in un centro di misurazione specializzato, vengono calcolati i parametri corretti del propulsore e il risultato si evidenzia conforme al regolamento. Ecco le sua affermazioni riportate a Il Giornale di Carate e riprese anche da Il Notiziario: "All'inizio di quest'anno raduno un gruppo di lavoro composto da persone delle quali mi fido ciecamente: Baiba Veisa, Stefano Luini, Angelo Cobianchi. Insieme decidiamo di far nascere il Team RPM e di partecipare al Campionato Mondiale di Formula 2 di motonautica. Una categoria che per tutti noi provenienti dalla F1 è sconosciuta e intrigante: cambiano regolamenti, potenze, prestazioni. Ma, in primis, ci mettiamo tutti alla prova perchè in F2 la preparazione del mezzo e la messa a punto fanno la differenza. L'obiettivo è quello di ottenere il miglior risultato possibile anche nello sviluppo del progetto, perchè così ci accordiamo con uno dei nostri investitori arabo. Una vittoria importante, sofferta fino alla fine. Quando realizzi che sei nuovamente sul tetto del mondo, molte sono le persone che vorresti ringraziare: il mio pilota Stefan Hagin il mio fantastico team Baiba, Steban, Angelo, Tom, Micky, Ieva. Ma anche tutte le aziende che hanno supportato il progetto a cominciare dal nostro primi tifoso Side Illuminazione di Lissone con cui stiamo portando avanti grandi cose. Questo mio mondiale però – conclude Alessandro Canzi, che non è solo il manager del Team ma svolge anche il ruolo più delicato e strategico del radio man - è dedicato a mia mamma che dal cielo sicuramente mi ha aiutato, come faceva quando era in terra, affinché i miei sforzi diventassero successo e i miei sogni realtà".