x

x

Siamo in piena pausa nazionali ma “Monza, una città da Serie A” non si ferma. Tanti ospiti e svariati argomenti vi terranno compagnia lunedì sera alle 21:00.

Monza, il bilancio a tre quarti della stagione

Come in ogni pausa delle nazionali che si rispetti, è tempo di bilanci in casa Monza: chi sono stati i promossi? Chi le sorprese? E chi invece i bocciati? Ma soprattutto, il Monza è veramente pronto per un piazzamento europeo? Nel frattempo continuano a tenere banco le critiche rivolte al CT Luciano Spalletti per le mancate convocazioni biancorosse in Nazionale.

Tante domande alle quali Federico Ferrario e i suoi ospiti cercheranno di rispondere. In studio, che per l'occasione sarà il Centro Medico Polispecialistico di Monza in via Ferrari 7, ci saranno Fiorenzo Dosso e Patrizio Sala

Come vedere Monza una città da serie A ogni lunedì 

“Monza una città da serie A”, la trasmissione prodotta da Monza-News e condotta dal nostro direttore Stefano Peduzzi, tornerà come ogni settimana lunedì prossimo. La trasmissione andrà in diretta dalle ore 21 sul canale 110 in Lombardia sul digitale terrestre, in tutta Italia e in tutta Europa su Sky sul canale 890 e in streaming ovunque sui canali di Facebook di Monza-News, sul nostro canale Youtube, su Instagram, su Twitch e sui canali Linkedin del nostro direttore. A breve sarà comunicato l'elenco degli ospiti in studio.  

Come commentare i temi di Monza una città da serie A 

Ma come commentare i temi trattati durante la trasmissione di “Monza una città da serie A”? E' molto semplice: basta collegarsi alla pagina Facebook di Monza-News o sul canale Youtube del nostro giornale e scrivere la propria opinione durante la trasmissione prodotta dal nostro sito e condotta dal nostro direttore Stefano Peduzzi. Non è possibile, almeno per il momento, commentare la diretta su Instagram. Per ospitare la trasmissione nel proprio locale o nella propria azienda è necessario mandare una mail a: [email protected].

Fausto Marchetti a 'Monza una città da Serie A': 'Galliani rimane la figura centrale, spero che..'

Il leader della Curva Sud Davide Pieri Fausto Marchetti è intervenuto settimana scorsa alla trasmissione “Monza una città di serie A”, format condotto dal nostro direttore Stefano Peduzzi.

Fausto Marchetti

Ecco alcuni passaggi delle parole divulgate da Fausto riguardanti la questione del possibile passaggio societario:

“Ci tengo innanzitutto a dire, a costo di essere ripetitivo, che dobbiamo essere grati a Fininvest per quello fatto in questi anni. Ovviamente nella figura di Silvio Berlusconi, come motore e per quanto speso per portarci dove siamo ora. Speravo che, in qualcuno dei figli di Berlusconi, ci fosse la volontà di portare avanti la società in termini di prestigio, di marchio di fabbrica, di famiglia. Così evidentemente non sembra, anche se, fin quando non viene firmato niente, io spero nella soluzione che ci permetta di avere una tranquillità economica, anche con una gestione ridotta in termini di esborso di capitali. Ci sono realtà in Italia che hanno saputo fare buon calcio senza buttare via soldi".

Sui possibili acquirenti 

“Il fondo Pif mi sembra una destinazione distante, mi pare più che altro un depistaggio, Monza ha una cosa sola che può essere attrattiva a livello internazionale, l'Autodromo. Orienta Capital Partners non sembra essere una realtà, seppur importante, che possa abbellire il Monza senza grandi disponibilità. Pareggiare Fininvest, uno dei più grandi gruppi industriali italiani, mi pare complesso".

Sulla figura di Galliani 

“Galliani, stando a quanto si legge, anche per i possibili compratori sembra che sia una figura centrale. Per noi ad oggi, se Fininvest esce di scena, rimane lui la figura centrale, ci permetterebbe una continuità del progetto Monza in Serie A. E inoltre un'affidabilità, perché se rimane all'interno, col suo ruolo, anche con dei compratori, che sono solo compratori finanziari, di fatto vuol dire che sono state fatte le opportune verifiche. E avrebbe delle assolute garanzie sulla solidità del compratore. Non vorrebbe mai uscire di scena in maniera negativa. La speranza che sul passaggio di proprietà ci sia comunque una continuità. E non qualcuno che ti compri per smembrarti, per vendere i pezzi migliori, per giocarsi il paracadute. Tutte dinamiche che nel calcio esistono. Galliani, in questa fase delicata, è la figura chiave. Non vuole avere un pre-pensionamento negativo, anzi vuole continuare con la sua vicenda legata al Monza. E se non vede presupposti, vorrebbe dire che qualcosa non va nel passaggio societario, accendendo una sorta di spia. Sappiamo ovviamente che, se arrivano altri gruppi citati, è anche difficile che non impostino la loro idea di management. Un conto però se arrivano dei gruppi talmente importanti, un altro che giunga una società più piccola che deve capire come raccogliere capitale. Bisogna comprendere più che altro le idee progettuali sull'industria calcio e non su come dargli un valore in più su come la rivendi".

“Se qualcosa si deve concludere, credo sarà da qui alla fine della stagione. Io ho la speranza che sia un nulla di fatto, che sia tanta pubblicità per tutti. Spero che Fininvest ci faccia ancora godere di quello che è oggi”.

Per rivedere la puntata clicca qui 

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi