x

x

Vero Volley Femminile: è pokerissimo contro Macerata

Scritto da Roberto Della Corna  | 
5^ giornata Serie A1 Femminile: VERO VOLLEY MILANO - CBF BALDUCCI HR MACERATA Tabellino: Vero Volley Milano - CBF Balducci HR Macerata 3-0 (25-23, 25-17, 25-23)
Vero Volley Milano: Davyskiba 12, Rettke 11, Camera 2, Stysiak 11, Folie 4, Thompson 17; Negretti (L). Martin 4, Parrocchiale, Orro. Ne. Sari (L), Stevanovic, Sylla, Candi. All. Gaspari Cbf Balducci Hr Macerata: Rocco 2, Abbott 5, Cosi 2, Malik 9, Fiesoli 9, Molinaro 10; Fiori (L). Napodano (L), Quarchioni 1, Okenwa 7, Milanova. Ne. Poli. All. Paniconi
Arbitri: Canessa Maurizio, Autuori Enrico
MVP: Jordan Thompson (Vero Volley Milano)
NOTE:
Spettatori: 2304
Durata set: 29', 24', 31'. Tot. 1h33'
Vero Volley Milano: battute vincenti 4, battute sbagliate 11, muri 7, errori 18, attacco 45% Cbf Balducci Hr Macerata: battute vincenti 3, battute sbagliate 8, muri 9, errori 14, attacco 35%
Monza (MB) - Pokerissimo con sofferenza. Nonostante il 3-0 possa far pensare ad una vittoria facile contro una neopromossa come la CBF Balducci HR Macerata, il Vero Volley Milano ha sofferto più del previsto contro le marchigiane. Gaspari, visto il calendario fitto, ha deciso di far rifiatare le sue, dando minuti importanti a chi ne ha avuti meno. Oltre alla titolare Camera, hanno di fatti trovato spazio anche Davyskiba e Martin in corso d'opera. Le note liete, oltre ai 3 punti, è il ritorno in campo di Beatrice Parrocchiale dopo l'infortunio e la stupenda prestazione di Jordan Thompson, autrice di 16 punti col 65% in attacco (MVP della partita). Quella più dolente, invece, arriva dalla mancanza di concentrazione nei momenti chiave dell'incontro, concedendo più del dovuto a squadre ormai abbattute. Gli ultimi scambi rischiavano di far riaprire una partita ormai ampiamente chiusa (17-8 per Milano), come già successo in gare precedenti come Pinerolo in casa o Casalmaggiore e Perugia in trasferta, dove si era addirittura arrivati al tie-break finale. Bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, quindi, aspettando il primo scontro diretto per capire bene di che pasta sia fatta la Vero Volley. La partita - Gaspari attua il turnover e sceglie in partenza Camera-Thompson, Folie-Rettke, Stysiak-Davyskiba e Negretti libero; mentre Paniconi risponde iniziando con Ricci-Malik, Cosi-Molinaro, Abbott-Fiesoli più Fiori libero. Macerata cerca la fuga in partenza con Fiesoli (1-3), ma viene prontamente recuperata da Rettke a quota 5. Pari al 9, dove Milano trova il primo break con Thompson in diagonale su assist di Negretti. Molinaro mura e riporta l'equilibrio all'11, con la storia che si ripete sul 14. Molinaro accumula mattoni e ne erige uno nuovo sul 14-16, con Gaspari costretto a chiamare il primo time-out dell'incontro. Molinaro non si ferma nemmeno dopo la sosta e piazza l'ace del 15-18 (massimo vantaggio ospite), ma Thompson regisce con la pipe del 18-19 e riporta le sue al solo punticino, con Paniconi che chiama tempo. I 30" servono soprattutto a Fiesoli che mura sul 18-21, riportato subito in parità dal servizio vincente di Stysiak sul 22. Davyskiba firma il +2 (24-22), poi Thompson chiude in parallela al secondo set-point: 25-23. Milano segna subito il break con Thompson suk 5-3, seguito da un doppio errore in attacco di Fiesoli che regala il doppiaggio alle padrone di casa sull'8-4. Milano scappa con Stysiak (11-5), con la polacca che va a segno anche sul 14-6 che obbliga la panchina maceratese a spendere il suo secondo tempo. La numero 3 è "on fire" e pone la firma anche sul successivo 17-10, col divario che aumenta ulteriormente con Malik sul 22-14. La stessa belga poi chiuderà il set: 25-17. Il Vero Volley parte alla grande anche nel terzo periodo, ingranando la quinta e volando sul 7-1 col mani-out di Thompson che segue un doppio muro di Rettke, con la stessa americana che pone l'autografo anche sulla fast dell'11-2. Macerata prova a cambiare le carte in tavola, ma il risultato non cambia fino al 17-8. Qui le marchigiane hanno un sussulto d'orgoglio e reagiscono. 8 punti consecutivi, l'ultimo ad opera Okenwa, riportano al solo punticino le ospiti, costringendo Gaspari ad interrompere le ostilità: 17-16. La stessa opposta mura al rientro e pareggia sul 17, col pari fino al 23, dove Davyskiba può finalmente chiudere: 25-23 e 3-0 finale. Il futuro - Il prossimo impegno per Orro e compagne sarà quello di sabato prossimo, 12 novembre (ore 20.30) contro la Megabox Ondulati del Savio Vallefoglia, da giocare nuovamente sul taraflex di casa dell'Arena di Monza. Roberto Della Corna