x

x

Primavera Monza - Allegretti cala il tris sul Cittadella: bene Colferai e Signorile

Scritto da Antonio Sorrentino  | 

Monza-Cittadella 3-1 (2-0)

Marcatori: 34' Colferai (M) 44' Colferai (M) 53' Signorile (M) 68' Pontin (C)

Monza: Rubbi, Falzoni, Moracchioli, Salducco (72' Pioloco), Saio, Robbiati (60' Cattaneo), Colferai, Magli (60' Longo), De Paoli (78' Castaldo), Signorile (60' Calabrò), Vallisa All. Allegretti (Ravarelli, Cusati, Caccavo, Amato, Caizza, Pucci, Minotti)

Cittadella: Petre, Zanata, Fabris (70' Oprean), Dona (65' Pontin), Zambon, Feltrin, Sanzovo, Vranovci, Borgo, Thioune (81' Badon), Nwachukwu All.Rossi (Manfrin, Ercolani, Penzo, Pierobon, Talamonti, Mason, Aduei)

Arbitro: Sig. Turrini di Firenze (Massimino-Torraca)

Ammoniti: Robbiati, Magli, De Paoli, Calabrò (M) Dona (C)

Il calendario si fa fitto per la truppa di Allegretti: il recupero contro il Cittadella fanalino di coda (e maglia nera difensiva, assieme ai biancorossi) si colloca difatti tra il ko di Cremona e un nuovo derby, in programma sabato a Brescia.

Per la sfida contro i veneti, che seguono di una lunghezza i brianzoli nei bassifondi del gruppo, le novità negli undici iniziali si sviluppano nel terzetto Falzoni-Magli-De Paoli, schierato al posto di Amato, di Pucci e di Longo.

Il Monza (che contrappone il 4-3-3 al 4-3-1-2 ospite) colpisce dopo una mezz'oretta di lieve predominio territoriale del Cittadella, che non crea affatto occasioni, perché è la paura di perdere un altro match a frenare le due contendenti: è Colferai a finalizzare con un bel fendente di prima intenzione sul secondo palo il passaggio di De Paoli; la stessa punta esterna trova di piatto destro prima del duplice fischio il raddoppio, approfittando delle amnesie in marcatura e in copertura della coppia di difensori centrali ospite, infilata dal lancio di Salducco in profondità.

A completare il quadro di un vantaggio meritato ci sono un paio di pregevoli manovre da parte dei brianzoli, che però non portano a conclusioni pericolose (in fotocopia Colferai e Signorile non impattano di un soffio i traversoni), in parte per l'eccesso di altruismo di De Paoli, vera spina nel fianco della difesa del Cittadella: la sua imprevedibilità e abilità nel superare l'uomo sono una nuova arma a disposizione di Allegretti.

Il tris calato da Signorile, ancora a rete dopo aver timbrato a Cremona, a inizio ripresa chiude i conti: la sovrapposizione di Moracchioli serve il piatto sotto la traversa di Signorile, posizionato sul secondo palo con Colferai andato a tagliare sul primo palo.

In un momento in cui il Monza tira i remi in barca emerge il pungente Pontin, che riduce le distanze scovando al volo sotto la traversa il pertugio ideale: il finale è di marca padovana, ma Rubbi rimane inattivo e potrebbe essere anzi interessante la giocata di Longo, imbeccato in verticale da Calabrò, ma incapace di trasformare un buon controllo in tiro.

Da segnalare, oltre al rientro di De Paoli, quello di Cattaneo, e le prove di Rubbi, chiamato poche volte all'intervento, ma in grado di fornire al reparto una buona dose di sicurezza e di avviare al meglio le azioni coi piedi, e di Vallisa, autorevole in mediana.

Questa vittoria non solo consente di rintuzzare le velleità del Cittadella, ma vale il sorpasso sulla Reggiana: ora sotto con le solide Rondinelle, che hanno centrato (3 a 2) l'impresa a Verona ospiti del Chievo.

FONTE FOTO: AC MONZA

Antonio Sorrentino