x

x

Un tributo alla memoria

Le città di Monza, Brugherio e Villasanta hanno inaugurato un programma di borse di studio intitolate a Giulia Cecchettin, la giovane donna tragicamente assassinata dall'ex fidanzato, per sostenere le studentesse che intraprendono studi universitari nelle discipline STEM. Questo gesto non solo onora la memoria di Giulia, ma mira anche a colmare il divario di genere nell'istruzione superiore.

Sostegno alle future leader STEM

Monza

Con un investimento congiunto di quasi 15.000 euro, i tre comuni offriranno 29 borse di studio del valore di 500 euro ciascuna. Ventuno di queste saranno riservate alle residenti di Monza, sette a Brugherio e due a Villasanta, incoraggiando così le giovani donne a perseguire carriere in campi tradizionalmente dominati dagli uomini.

Un impegno condiviso

Andreina Fumagalli, assessora alla Partecipazione di Monza, ha espresso il proprio sostegno all'iniziativa dopo aver parlato con il padre di Giulia. Il progetto si inserisce nell'ambito di "Neet-a-mente meglio!", una campagna sostenuta dalla Regione Lombardia per promuovere la presenza femminile nelle facoltà scientifiche.

Requisiti e processo di candidatura

Le candidate dovranno soddisfare specifici requisiti, tra cui un ISEE 2024 non superiore a 40.000 euro basato sui redditi del 2023. Le borse di studio sono destinate a donne di età compresa tra i 18 e i 34 anni residenti nei comuni partecipanti. Le domande potranno essere presentate entro il 2 giugno 2024 per l'anno accademico successivo.

LEGGI ALTRO

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi