x

x

Eventi in Brianza, Capitan Pessina e un ex Monza celebrati dalle Istituzioni

Negli scorsi giorni due biancorossi, uno attuale e uno del passato, hanno ricevuto delle benemerenze istituzionale, onorificenze che vengono attribuite a eccellenze del territorio che si sono distinte in svariati campi portando valore al proprio territorio o alla Nazione. La Provincia di Monza e Brianza, in una cerimonia svoltasi il 3 ottobre scorso presso la sede di via Grigna, ha consegnato il Premio Beato Talamoni al Capitano Matteo Pessina. Il Comune di Brugherio, domenica 9 ottobre, durante le celebrazioni del Santo Patrono, ha consegnato la Benemerenza civica a Davide Mandelli, difensore cresciuto calcisticamente nel Monza e che vanta otto anni nel Chievo Verona, con cui ha disputato pure i preliminari di Champions League nella stagione 2006/07. Di seguito le motivazione con cui i due sono stati premiati: Matteo Pessina: E’ il goleador che ama il latino. Cresciuto in una famiglia monzese doc, che tiene tantissimo alla studio, ha coltivato la sua passione per il calcio mantenendo ben saldi i valori che gli sono stati trasmessi. Dal settore giovanile del Monza, alle delusioni della Serie C, fino all’occasione che lo ha portato ai club della prima serie, trampolino di lancio verso la Nazionale, dove si è conquistato il titolo di rivelazione nell’Europeo 2021, conquistato dall’Italia di Mancini. La stoffa del campione si rivela con scelte coraggiose e Matteo lo ha dimostrato accettando la sfida di guidare la sua “Monza”, finalmente rinata e pronta all’avventura della Serie A, dimostrando che il legame con la sua terra è sempre rimasto molto forte. Matteo ed l’A.C Monza diventano così un simbolo di resilienza ed un esempio per i giovani: i grandi traguardi si raggiungono con grinta, umiltà e determinazione senza smettere di credere nei sogni. https://www.monza-news.it/monza-calcio/ex-monza-davide-mandelli-riceve-la-benemerenza-dal-comune-di-brugherio/ Davide Mandelli: Cresciuto calcisticamente nel Monza, ha raggiunto da calciatore la vetta della Serie A con il Chievo Verona. Conclusa la carriera da giocatore, ha iniziato quella di allenatore, mantenendo viva la passione per il calcio, che continua a conservare anche oggi che è ritornato nella sua città. Davide è la dimostrazione di come attraverso l’impegno costante e la grinta in campo e fuori dal campo si può rendere concreto un sogno coltivato fin da piccoli. foto: Provincia di Monza e della Brianza Facebook Simone Castelli