x

x

Un'iniziativa di compassione

L'associazione Salvagente Onlus, con radici profonde nella comunità brianzola, ha inaugurato un'audace iniziativa: il "Parto Sospeso". Questo progetto, rivelato in concomitanza con la celebrazione della festa della mamma, si pone un obiettivo nobile: assicurare che ogni donna, anche se in difficoltà, possa dare alla luce il proprio figlio in condizioni di sicurezza.

Oltre i confini: l'impegno in Uganda

Il cuore pulsante dell'associazione batte anche per l'Uganda, dove Salvagente si impegna da anni a sostenere le comunità locali. In particolare, a Rooshoka, una località dove il centro maternità più vicino si trova a oltre 200 km di distanza, Salvagente ha fatto la differenza. Non solo attraverso la formazione continua ma anche donando strumenti essenziali come l'ecografo.

La dura realtà dei costi del parto

Parto sospeso

Il costo di un parto naturale è di 30 euro, mentre un cesareo può arrivare a 100 euro. Con uno stipendio medio di soli 50 euro, molte donne sono costrette a partorire in casa, spesso in condizioni igieniche precarie, con rischi gravissimi per la salute di madre e bambino.

Il parto sospeso

Il "Parto Sospeso" si ispira alla tradizione del caffè sospeso, trasformandolo in un gesto di solidarietà materna. Con una donazione, chiunque può contribuire a garantire un parto sicuro per queste donne, proteggendo la vita di madre e figlio. Per maggiori informazioni e per sostenere questa causa, è possibile visitare il sito dell'associazione.

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi