x

x

Foto YouTube
Foto YouTube

Eusebio Di Francesco ha parlato ai microfoni di Dazn dopo la sconfitta interna col Monza:

"Nel primo tempo potevamo approcciare meglio e abbiamo commesso troppi errori. Sul secondo gol abbiamo perso una palla con troppa ingenuità, Soulé vuole prendersi troppe responsabilità. Nella ripresa abbiamo reagito e avremmo meritato di più: sicuramente la sorte non ci sta aiutando. Dobbiamo essere attenti ad analizzare le cose: la squadra ha potenzialità ma anche fragilità, essendo molto giovane. Mi tengono la personalità mostrata nel secondo tempo, in cui non siamo stati però troppo lucidi. Non manca solo la freddezza, i gol si possono anche non prendere. In questo momento paghiamo ogni errore, a Roma come oggi e contro la Juve. Stiamo cercando di lavorare su queste cose, non solo dirlo".


"Peccato per le ultime partite, ma ad inizio stagione avremmo firmato per essere a questa quota. Facciamoci un esame di coscienza e cerchiamo di cambiare registro. Dico inoltre una cosa. Non sono d'accordo sui recuperi: chi fa il furbodeve avere maggior recupero. Ci sono stati molti momenti di stacco, dove dovevamo fare qualcosa di meglio pensando meno a protestare. Non ha senso stravolgere questa squadra dal mercato, che ha avuto un percorso positivo. Oggi avevamo un solo terzino, questo ci impedisce di cambiare in un certo modo e non aiuta nelle scelte. Se adatti certi giocatori, prima o poi lo paghi".

A breve le sue dichiarazioni in conferenza:

"Siamo portiti non bene, meno brillanti di loro e un po' intimoriti nelle scelte. Il primo gol è venuto da un tiro che è diventato un assist. Il raddoppio è arrivato su errore di Soulé che deve crescere e capire come ricevere palla in determinate zone di campo. In questo momento paghiamo cari gli errori, ci siamo fatti autogol dopo aver messo il Monza nella propria metà campo. Abbiamo reagito bene nonostante lo 0-3 e non era semplice. Dispiace perchè siamo sempre qui a piangere i nostri errori. Siamo cresciuti tanto nel possesso ma non ci ha portato risultati e su questo dobbiamo riflettere. Anche oggi sconfitta amara per come è arrivata e per esserci fatti male da soli"


"Le ultime sconfitte vanno a pesare un po' e danno fastidio soprattutto per come sono arrivate. Faccio fatica a dire che abbiamo perso ultimamente perchè ci ha dominato l'avversario. Dobbiamo alzare il concetto dell'attenzione durante la gara, dobbiamo diventare più pratici. Il girone di ritorno diventa un altro campionato e bisogna crescere a livello di attenzione. La squadra ha dato tutto e lo ha dimostrato e voglio che la gente di Frosinone lo sappia. Scendono in campo per dare il meglio sempre, deve essere la base del percorso"


"Sicuramente dobbiamo recuperare dei giocatori importanti in alcuni ruoli, non abbiamo uomini sulle fasce. Ho fatto anche delle scelte per far esprimere tutti al meglio. Mazzitelli lo stiamo recuperando, e lui ci da grande esperienza. Le sconfitte non ci devono minare, la gente e la stampa ci devono aiutare. In questo momento i ragazzi hanno bisogno di qualche carezza più che di qualche batosta"

"I rigoristi all'inizio erano Cheddira e Soulè, io non li obbligo, chi se la sente batte. Poi è entrato Kaio ed erano lui e Soulé. Ha fatto gol quindi va bene cosi. Soulé voleva riprendersi qualcosa dopo l'autogol e per me è un aspetto importante per me. Mercato? Ho scelto di far fare il mercato al direttore, lui ha da me solo le indicazioni su quello che ci serve, i calciatori li sceglie lui"


"Il blackout è solo negativo per me. Quando subiamo gol perdiamo la bussola a volte, e su questo dobbiamo migliorare. Noi passiamo che questi ragazzi passano da questi passaggi. Qualcuno ha pensato che potessimo andare in Europa e questo fa perdere la bussola. E' vero che non abbiamo sempre equilibrio. Oggi abbiamo preso due tiri e subito tre gol. Stiamo lavorando per trovare equilibrio. Soulé stato sfortunato, voleva respingerla ed è stato sfortunato. Cambiando la posizione gli ho dato maggior fiducia perchè riceveva palla non di spalle ma fronte alla porta. Facendo quei cambi e non avendo terzini era l'unica soluzione"

"Sono dispiaciuto dico la verità e nasce il pensiero di preoccupazione però la cosa che mi conforta è vedere la squadra viva e di restare in partita, di voler prendere risultato a tutti i costi. Prima o poi girerà anche a noi. Prima si parlava di arbitraggi e al di fuori della gara di oggi a me non piacciono le perdite di tempo. Oggi era una gara da 8-9 minuti di recupero. Faccio un riferimento generale non al Monza, non bisogna favorire i furbi ma lo spettacolo. Quando mi hanno dato recuperi larghi non mi sono mai lamentato. E' questione di rispetto"

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi