x

x

Semifinale Final Four di Coppa Italia femminile: UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO - SAUGELLA MONZA

Tabellino: Unet E-Work Busto Arsizio - Saugella Monza 3-0 (25-16, 25-21, 25-22)

Unet E-Work Busto Arsizio: Washington 10, Orro 3, Herbots 12, Bonifacio 8, Lowe 14, Gennari 3, Leonardi (L), Bici, Simin. Non entrate: Piccinini, Villani, Berti, Cumino, Cucco. All. Lavarini.
Saugella Monza: Orthmann 8, Danesi 3, Plummer 10, Mariana 1, Heyrman 7, Di Iulio 1, Parrocchiale (L), Ortolani 8, Squarcini 2, Bonvicini, Skorupa. Non entrate: Obossa, Donadoni. All. Parisi.

Busto Arsizio (VA) - Svanisce in semifinale l' avventura della Saugella Monza nella due giorni di Final Four di Coppa Italia.

Nella cornice del PalaYamamay di Busto Arsizio, le ragazze di coach Parisi non superano lo scoglio Unet E-Work Busto Arsizio, che si aggiudica 3-0 la seconda semifinale (la prima ha visto vincente l' Imoco Conegliano sulla Savino del Bene Scandicci 3-0) e vola diretta alla finalissima di domani, domenica 2 febbraio (ore 18).

Monza parte contratta nel primo set e soccombe sotto i colpi di Herbots e compagne, anche a causa, forse, del completo stravolgimento del sestetto iniziale, il quale vede in campo Mariana, Di Iulio e Plummer. La causa maggiore, però, è la tensione che si percepisce negli occhi delle brianzole, tanto che escono solo alla distanza, quando ormai il primo parziale è andato.
Parisi cambia e fa entrare la capitana Serena Ortolani, il cui peso si fa sentire, specie a livello morale. Parziale equilibrato, ma i gesti atletici e le difese spettacolari delle bustocche fanno la differenza, sia nel secondo che nel terzo parziale, i quali si sono decisi solo dopo una striscia equilibrata tra le compagini in campo.
0 rammarichi per la prima squadra del Vero Volley, che ci ha creduto fino alla fine in un' insperata Final Four.

La partita - Monza parte contratta nel primo set, forse per l' emozione, e Busto ne approfitta scappando via sul 12-8 col muro di Bonifacio. La Saugella non reagisce al colpo subito e cade nel baratro, con un secondo muro di Washington che segna la condanna, la quale diventa definitiva qualche minuto dopo sul 25-16 con Lowe.

Parisi cariche le sue nell' intervallo tra i set ed i risultati si vedono ad inizio parziale. Il pari va avanti fino all' 11, quando le monzesi riescono a strappare il break di vantaggio con Plummer (11-13). Il +2 è solo un' illusione, tanto che le padrone di casa riescono immediatamente a riequilibrare le sorti con Washington (15-15), col pari fino al 17. Qui la UYBA fa sentire la propria forza, specie al servizio, dove Orro riesce a piazzare l' ace del 20-17, che darà il via alla conquista anche del secondo set: 25-21 con chiusura-muro di Washington.

La Unet riparte alla carica anche nel terzo periodo, che le vede avvantaggiate sul 12-8 dopo una schiacciata in rete di Orthmann. Washington allunga sul 15-10, ma la Saugella è brava a reagire prontamente col doppio ace della neoentrata Squarcini che porta le sue al solo punticino di svantaggio (16-15). Un pallonetto di Plummer annulla anch quest' ultimo sul 18, che trova, però, più che preparata Busto, che risponde con Lowe sul 23-19. La stessa schiacciatrice americana, poi, firma il block-out del 25-22, che vale anche il 3-0 finale che significa finale.

Il futuro - Dopo la bella prestazione in semifinale, le Saugelle saranno già impegnate mercoledì prossimo, 5 febbraio (ore 20.30), nel ritorno degli ottavi di finale di Coppa CEV.
Di fronte alle brianzole ci saranno le russe della Dinamo Kazan, le quali uscirono vincenti per 3-0 nella gara di andata. Per sperare nell' accesso ai quarti, quindi, Ortolani & co. dovranno cercare di battere le avversarie per 3-0 o 3-1 per poi giocarsi tutto al golden set (nelle coppe europee contano i punti totali alla fine dei 2 match: 3 punti per le vittorie 3-0 o 3-1, 2 punti per la vittoria al tie-break, 1 punto per la sconfitta al 5° set e 0 per la stessa per 3-0 o 3-1).

foto Della Corna

Roberto Della Corna

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi