x

x

A tavola contro la Povertà - Il 15 ottobre torna la "Fagiolata solidale"

Scritto da Sandro Coppola  | 

Tutti a tavola per un buon piatto di pasta e fagioli in occasione della «Giornata mondiale contro la povertà». Sabato 15 ottobre, dalle 19,30 alle 22, sotto i portici dell’Arengario torna la ”Fagiolata Solidale”. Oltre ai volontari di «Spazio37», la struttura cittadina che gestisce il «Piano Freddo», e ai senza fissa dimora, sono invitate tutte le persone che desiderano condividere insieme questo particolare momento. La grande rete di «Monza.CON». «Monza.Con» è la rete di contrasto alla povertà coordinato dal Comune di Monza che riunisce 21 associazioni, cooperative e gruppi spontanei della società civile. “Intendiamo consolidare e portare a sistema tutte le azioni di inclusione e gli interventi di sostegno rivolti alle persone che vivono situazioni di marginalità e di povertà. Il welfare di comunità è quando ciascuno si prende cura dell’altro. Per questa ragione rivolgo il più sentito Grazie ai tanti volontari, che sono la grande forza di questo progetto di inclusione”. Così l’Assessore al Welfare e Salute Egidio Riva. Ventuno associazioni. Queste le realtà sedute al tavolo di «Monza.Con»: Associazione Avvocato di Strada di Monza, Associazione Comunità nuova di Milano, Caritas Decanale di Monza, Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi giorni – Muggiò, Chiesa Evangelica Un Nuovo Giorno di Monza, City Angels di Monza, Frati Francescani Santuario Madonna delle Grazie di Monza, Croce Rossa Italiana, Gruppo Volontari per l’Inclusione Sociale V.I.S. SPAZIO37 di Monza, Ordine Francescano Secolare di Monza, Rete Pane e Rose di Monza, San Vincenzo de Paoli di Monza, AGESCI Monza, Consorzio Comunità Brianza di Monza, Coop, Lotta contro l’emarginazione di Sesto San Giovanni, GoodGuys International di Monza, Corpo italiano di soccorso Ordine di Malta di Seregno, Fondazione CUMSE, Associazione Armadio dei Poveri, Associazione FoodForAll, Associazione La Finestra del Sole di Monza. Gli studenti della Scuola P. Borsa ai fornelli. La pasta e fagioli, uno dei piatti più semplici e, allo stesso tempo più nutrienti al mondo, simbolo della lotta alla povertà, sarà preparata da una classe del corso di cucina della scuola di Formazione P. Borsa, coordinata dalla prof. Messina. Per gli studenti si tratta di un’attività didattica, ma anche di un momento di sensibilizzazione al tema della solidarietà. La partecipazione del “Veliero”. L’evento, quest’anno, vede la collaborazione del fornaio «Pane e Tulipani» di via Cairoli, della COOP di via Lecco e dell’IPER di viale Stucchi e si arricchisce per la prima volta anche della partecipazione dei ragazzi de “Il Veliero” che offriranno momenti di intrattenimento sotto la guida di Chicco Roveris e Alfredo Colina. Una giornata contro la povertà. La «Giornata Mondiale contro la Povertà» nasce il 17 ottobre 1987, quando più di centomila persone si riunirono al Trocadéro di Parigi, dove nel 1948 fu firmata la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, per ricordare le vittime della povertà estrema, della violenza e della fame. La «Giornata» fu istituita nel 1993 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza circa il bisogno di eliminare la povertà e l’indigenza in tutti i paesi. La lotta contro la povertà è anche al centro degli Obiettivi del Millennio e dell’Agenda 2030 della Comunità Europea. Famiglie numerose, monogenitoriali, del Sud sono le più colpite: quasi 4 milioni di nuclei familiari, eppure le stime rischiano di essere ancora lontane dalla realtà. fonte integrale e foto: Comune di Monza