x

x

La Fondazione Lega del Filo d'Oro ETS, da sessant'anni impegnata in Italia a favore delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale, partecipa all'edizione 2024 del Servizio Civile Universale con due nuovi progetti: "Il contatto che vale” e "Per mano nel mondo”. Si tratta di due opportunità di crescita personale e professionale per i giovani che vogliono dedicare un anno alla solidarietà e all'inclusione sociale. I progetti si inseriscono nel programma di intervento "Fai la differenza”, realizzato anche quest'anno in partnership con Fondazione Don Carlo Gnocchi, Fondazione Sacra Famiglia, Fatebenefratelli, Associazione La–Fra e Fondazione Villa Mirabello, Don Orione, Acli Nazionale, Caritas Italiana, Anci Lombardia e CSV Insubria. In Lombardia la Lega del Filo d'Oro offre 4 posti di Servizio Civile: 2 presso il Centro Socio Sanitario Residenziale di Lesmo (MB), e 2 presso il Servizio Territoriale collegato al Centro.

Come candidarsi al Servizio Civile presso la Lega del Filo d'Oro

Per candidarsi al Servizio Civile presso la Lega del Filo d'Oro è necessario inviare la domanda entro le ore 14:00 del 15 febbraio 2024, utilizzando la piattaforma Domanda on Line (DOL) accessibile da PC, tablet e smartphone a questo indirizzo. La piattaforma permette di scegliere il progetto preferito tra quelli disponibili, tramite un sistema di ricerca con filtri. I requisiti per candidarsi sono: avere tra i 18 e i 29 anni alla data di presentazione della domanda, essere in possesso di un diploma di scuola media superiore e della patente di guida B.

Cosa si fa durante il Servizio Civile presso la Lega del Filo d'Oro

Il Servizio Civile presso la Lega del Filo d'Oro è un'esperienza di formazione e solidarietà, che consente ai giovani di acquisire nuove competenze e di contribuire al benessere delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale. Gli operatori volontari saranno coinvolti in tutte le attività educative, occupazionali, socio-ricreative e di vita quotidiana rivolte agli utenti della Fondazione, con l'obiettivo di favorire la loro autonomia, socializzazione e integrazione. Gli operatori volontari saranno affiancati e supportati dagli operatori della Fondazione, che li formeranno e li guideranno in questo percorso di crescita umana e professionale.

I progetti di Servizio Civile della Lega del Filo d'Oro

La Lega del Filo d'Oro propone due progetti di Servizio Civile, che si differenziano per le sedi e le tipologie di utenza coinvolte:

Il contatto che vale

Il progetto "Il contatto che vale” prevede 2 posti presso il Centro Socio Sanitario Residenziale di Lesmo (MB), dove sono ospitate persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale che necessitano di assistenza continua. Gli operatori volontari di questo progetto si occuperanno di promuovere il benessere psicofisico degli ospiti, attraverso il potenziamento delle attività che favoriscono una maggiore autonomia (attività educative per la gestione della quotidianità e attività di laboratorio), socializzazione (attività ludiche e uscite) e benessere (attività di fitness).

Per mano nel mondo

servizio civile

Il progetto "Per mano nel mondo” prevede 2 posti presso il Servizio Territoriale, annesso al Centro Socio Sanitario Residenziale di Lesmo. Il Servizio Territoriale si occupa di assistere le persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale che vivono da sole o con la propria famiglia, offrendo loro servizi di consulenza, orientamento, sostegno e accompagnamento. Gli operatori volontari di questo progetto si occuperanno di supportare il personale e i volontari della Fondazione nell'organizzazione, realizzazione e potenziamento di tutte quelle attività che favoriscono la partecipazione alla vita sociale delle persone assistite, per migliorare la loro condizione di vita.

Il valore del Servizio Civile presso la Lega del Filo d'Oro

"Il Servizio Civile presso la Lega del Filo d'Oro è un'occasione unica per i giovani che vogliono mettersi in gioco e fare la differenza nella vita di chi non vede e non sente - afferma Rossano Bartoli, Presidente della Fondazione Lega del Filo d'Oro ETS - I giovani volontari saranno formati dal personale dell'Ente e potranno aiutare le persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale a uscire dal loro isolamento, creando con loro preziose relazioni. Speriamo che questa esperienza possa stimolare nei giovani il senso di appartenenza e di responsabilità sociale, che sono valori fondamentali per la coesione e il progresso della nostra società”.

www.monza-news.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano. Autorizzazione n. 693/21092005 Direttore responsabile: Stefano Peduzzi. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Privacy - Cookie

Powered by Slyvi