lunedì, Luglio 4, 2022
HomeVolleyVero Volley Monza M - Niente impresa contro Trento

Vero Volley Monza M – Niente impresa contro Trento

6^ giornata di ritorno Superlega Unipolsai: VERO VOLLEY MONZA – ITAS TRENTINO

Tabellino: Vero Volley Monza – Itas Trentino 1-3 (25-23, 13-25, 21-25, 20-25)

Vero Volley Monza: Orduna, Katic 6, Beretta 5, Davyskiba 18, Dzavoronok 15, Galassi 9, Gaggini (L), Karyagin 2, Federici (L), Galliani, Calligaro, Grozdanov 1. N.E. Grozer, Magliano. All. Eccheli.
Itas Trentino: Sbertoli 6, Kaziyski 17, Lisinac 7, Lavia 20, Michieletto 18, Podrascanin 7, De Angelis (L), Sperotto, Pinali, Zenger (L), Cavuto. N.E. Albergati, D’Heer. All. Lorenzetti.

Arbitri: Cerra Alessandro, Simbari Armando

Vero Volley Monza: battute vincenti 2, battute sbagliate 15, muri 11, errori 23, attacco 44%
Itas Trentino: battute vincenti 5, battute sbagliate 17, muri 12, errori 23, attacco 56%

Spettatori: 1244

MVP: Matej Kaziyski (Itas Trentino)

Monza (MB) – Il miracolo non cade sull’Arena.

Dopo 4 set combattutissimi (a parte il secondo perso malamente a 13), il Vero Volley Monza deve chinarsi alla superiorità tecnica e tattica dell’Itas Trentino, trascinata da Kaziyski (MVP della gara con 17 punti, di cui alcuni di prestigiosa fattura) e Michieletto in primis, serviti alla grande da uno Sbertoli in odor di casa.
Apprezzabile comunque l’approccio alla gara, totalmente differente da quello visto nel derby infrasettimanale contro Milano. Il primo set, di fatti, ha fatto strabuzzare gli occhi ai 1244 spettatori presenti all’Arena, specie grazie ai bomber Davyskiba e Dzavoronok, oltre che alle solite difese volanti di uno scatenato Federici. Trento, però, ha trovato poi la giusta quadra, sfoderando i propri assi migliori nei momenti giusti della partita.
Se il piglio è questo, però, siamo sicuri che i punti arriveranno presto, fin dalla prossima partita casalinga contro Cisterna.

La partita – Monza parte in maniera totalmente diversa dal derby contro Milano. Dopo il pari al 5, il pallone fuori di Lavia vale il primo break dell’incontro sul 7-5, subito riportato in pari dal mani-out di Michieletto (7-7). L’equilibrio, tra un cambio palla e l’altro, scivola dritto fino al 21-21, dove Karyagin, appena entrato, pone il veto agli avversari: 22-21 e tempo Lorenzetti. Kaziyski invada dalla seconda e regala il break sul 23-21, con lo stesso che rimane sino al termine dopo il muro-punto di Davyskiba: 25-23.

Trento rientra sul taraflex determinato a pareggiare i conti. Gli errori di Katic e Davyskiba permettono l’allungo ospite sul 2-6, con Lavia che doppierà poco dopo: 5-10. I tempi e le sostituzioni non cambiano le sorti del periodo. Il servizio vincente di Sbertoli vale l’8-16, con lo stesso segratese che si impone a muro poco dopo: 11-20. La chiusura del secondo set è ad opera Lisinac: 13-25.

Dopo i 3 minuti la storia non cambia. L’Itas ritorna alla carica col doppio muro di Podrascanin e si porta immediatamente sul 2-6, ma le anime monzesi non si spengono. Galassi spinge dai 9 metri e trova l’ace del 7-8, con Michieletto che regalerà il pari all’8 poco dopo. Lavia sbarra la strada sul 10-13, ma Galassi dal centro trova comunque lo spiraglio: 14-14 e nuovo pari. E’ ancora il trentino ad ostacolare gli attacchi brianzoli sul 14-17, con Lisinac che imiterà il compagno poco dopo, portando con sè il 18-22 che obbliga Eccheli al secondo tempo. Dzavoronok, però, sbaglia in battuta, portando Trento al 21-25.

Al rientro è sempre Trento. Sbertoli dai 9 metri colpisce ancora (7-10), poi Davyskiba invade dalla seconda linea e regala il 9-13 agli ospiti. Monza torna a mettere il fiato sul collo ai trentini dopo il muro di Beretta (12-14), il quale, però, viene presto tolto dalla bomba di Kaziyski sul 15-20, che innescherà a sua volta la chiusura finale di Michieletto dai 9 metri: 20-25 ed 1-3 finale.

Il futuro – Il prossimo impegno in calendario per i ragazzi di coach Eccheli sarà quello contro la Top Volley Cisterna.
L’incontro è in programma per domenica prossima, 6 febbraio (ore 18:00), all’Arena di Monza.

foto Della Corna

Roberto Della Corna

ACQUISTA IL LIBRO SULLA STORIA DEL MONZA A PREZZO SCONTATO: CLICCA QUI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE: CLICCA QUI

CONDIVI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Roberto Della Corna
Roberto Della Corna
Roberto Della Corna nasce a Vimercate il 9 febbraio 1993. Diplomato come perito aziendale corrispondente in lingue estere, diventa arbitro di calcio alla tenera età di 16 anni, età minima. Poi, non contento, diviene lo stesso anche per la pallavolo, mondo a lui sconosciuto fino ad allora. L'occasione lo fa innamorare di questo nuovo sport, che cerca di intraprendere aiutando in una squadra vicina al suo paese. Alle sue prime armi, coltiva la sua passione che è quella della scrittura giornalistica attraverso la testata Monza-News, per la quale collabora tutt'ora. Recentemente, ha anche collaborato per il giornale Sprint e Sport, seguendo il calcio giovanile. Ad oggi lavora come impiegato in un' importante multinazionale di trasporti, nota anche nel mondo pallavolistico.

CERCA NEL SITO

ULTIMI ARTICOLI:

MONZA CALCIO