x

x

Vero Volley sul velluto contro Dnipro in Champions

Scritto da Roberto Della Corna  | 
Tabellino: Vero Volley Milano-SC Prometey Dnipro 3-0 (25-17, 25-20, 25-21) Vero Volley Milano: Stysiak 6, Candi 8, Thompson 10, Sylla 11, Stevanovic 10, Orro 5; Parrocchiale (L). Begic 1, Negretti (L), Davyskiba 7. N.E. Martin, Camera, Rettke. All. Gaspari SC Prometey Dnipro: Velykokon 3, Milenko 15, Maievska 1, Danchak 11, Savard 6, Dorsman 5; Niemtseva (L). Grbac 1, Karasova, Khober, Jonjev. N.E. Artyshuk, Huseinova (L), Zharkova. All. Petkov Arbitri: Goncalves Alexandre (POR), Rogic Dejan (SER) Note: MVP: Alessia Orro (Vero Volley Milano), Durata set: 24', 27', 28'. Tot. 1h 19'. Vero Volley Milano: battute vincenti 10, battute sbagliate 8, muri 7, errori 6, attacco 50%, ricezione 66%. SC Prometey Dnipro: battute vincenti 4, battute sbagliate 7, muri 5, errori 10, attacco 35%, ricezione 45%. Monza (MB) - Vero Volley sul velluto. La Vero Volley Milano riesce negli obiettivi di portare a casa i suoi primi 3 punti del girone B di Champions League e di far rifiatare per qualche scambio le sue giocatrici migliori. Nel terzo set, di fatti, Gaspari ha optato per la rotazione di alcune titolari, concedendo spazio e minuti alle meno impiegate da inizio anno, come Negretti, Begic, Candi e Davyskiba. Le ucraine della Prometey Dnipro hanno avuto l'onore di provarci fino alla fine grazie alle sue giovani leve, specie nel primo e nel terzo set, quando Savard e co. sono state col fiato sul collo alle padrone di casa. Per Milano, invece, convincente la prova corale, dettata dalla sempre perfetta regia della MVP Orro. Ottimo, poi, l'apporto proveniente dalla battuta, dove si sono registrati ben 10 aces. La partita - Gaspari comincia con la formazione tipo formata da Orro-Thompson, Stevanovic-Candi, Stysiak-Sylla e Parrocchiale libero; mentre Petkov risponde con Velykokon-Danchak, Dorsman-Maievska, Milenko-Savard più Niemtseva libero. Dnipro parte alla riscossa prendendosi immediatamente il break di vantaggio con la parallela di Savard sul 2-4, ma il Vero Volley risponde presente e pareggia subito i conti con l'ace di Orro sul 6, con la stessa capitana che trascina le sue fino all'11-6 a suon di servizi vincenti. Le ucraine, però, sono solo ferite e reagiscono. Punto dopo punto, Prometey arriva a mettere il fiato sul collo alle meneghine sul 13-12 dopo il mani-out di Milenko. Qui Milano si riprende e ritorna a spingere come sapeva. Sylla firma la doppietta dai 9 metri e vale il 18-13, seguita dal primo tempo di Candi che chiude il set sul 25-17. Sylla continua la serie di aces col punto del 7-5, subito rimesso in riga da Maievska: 7-7. Candi sale in cattedra e di centimetri sul 12-9, poi la stessa centrale si ripete col medesimo fondamentale sul 19-14, con Petkov che spende i suoi due time-out nel giro di pochi minuti. Le ucraine provano a riavvicinarsi dopo il diagonale fuori misura di Sylla (23-19), ma le distanze ormai sono ampie. La stessa nazionale si fa perdonare e porta a casa anche il secondo set: 25-20. Il Vero Volley scappa in avvio di terzo parziale. Il pallone fuori di Milenko porta il 7-3 sul tabellone, poi Sylla piazza la parallela del 10-4. Savard, tra le più esperte della squadra ospite, non si arrende ed accorcia sul 10-7, ma è l'unica. Milenko non la segue e sbaglia 2 volte consecutive, consentendo alle padrone di casa di prendere il largo sul 18-12, ma qui Milano si blocca. 4 punti consecutivi, ultimo di Velikonja dai 9 metri, riporta sotto Dnipro sul 20-16, poi Danchak segue la retta via dettata dalla collega, portando Prometey al solo break di distacco sul 22-20, che costringe Gaspari al due tempi in pochi istanti. I 30" rinfrescano le menti del Consorzio, le quali recuperano energie e volano alla chiusura di periodo e partita: fast di Stevanovic, 25-21 e 3-0 finale. Il futuro - Il prossimo impegno per Orro e compagne sarà quello di domenica prossima, 11 dicembre (ore 18.00), all'Arena di Monza contro l'Igor Gorgonzola Novara, con l'incontro visibile sui canali di Sky Sport.   Roberto Della Corna