x

x

Unica Calcio Monza

Ex Monza: D’Errico a Como torna a respirare aria di “derby”, Palazzo e Barzotti decisivi; VAR amaro per Bettella, errore grave (ma indolore) per Mazzitelli.

Scritto da Davide Villa  | 

Come ogni settimana ecco il resoconto sulle prestazioni dei principali ex biancorossi protagonisti, nel bene o nel male, dell’ultimo turno di campionato. SERIE B Pareggio con brivido per la capolista Frosinone che, allo "Stirpe", ha pareggiato 2-2 contro il Cagliari. Nel secondo tempo, dopo una prima frazione chiusa sull’ 1-1, il Frosinone si è portato avanti riuscendo a mantenere il vantaggio fino al 97' quando Luca Mazzitelli, con una manata su Lapadula, ha causato un rigore per i sardi poi trasformato dallo stesso attaccate. Errore pesante per il nostro ex ma per sua fortuna la sua squadra ha mantenuto lo stesso vantaggio in classifica su Reggina e addirittura ha allungato su Parma e Genoa. Tra gli inseguitori del Frosinone passo falso per il Parma che, tra le mura amiche, è stato sconfitto nel derby contro il Modena con i canarini che, dopo quasi quarant'anni, sono tornati ad espugnare il Tardini. Uno dei giocatori fondamentali nello scacchiere di mister Tesser è senza dubbio Marco Armellino che, con la sua proverbiale grinta e sostanza, è stato tra i migliori in campo anche contro i crociati. Botta e risposta dal dischetto tra Como e Bari, partita che è stata una sorta derby per il nostro ex capitano Andrea D’Errico che è ritornato al Sinigaglia dopo 4 anni da quell’incredibile partita decisa da Nicola Mosti al 91’; D’Errico, così come in quella occasione, è stato mandato in campo nella ripresa per cercare di dare maggiore verve offensiva ai galletti e lui ha provato ha lasciare il segno provando anche la conclusione a rete. Nono risultato utile consecutivo per il Pisa che con tre gol segnati, due pali colpiti ed un’infinità di occasioni create ha strapazzato la Ternana. Tra i neroazzurri prestazione sufficiente per Ernesto Torregrossa e Davide Gliozzi mentre, tra gli ospiti, Andrea Favilli è apparso costantemente in ritardo perdendo inoltre tutti i duelli arei contro il suo diretto marcatore. Quinto pareggio stagionale per l’Ascoli che è uscito con un punto dal campo del Sudtirol grazie al 2-2 conclusivo. Tra bianconeri bene Enrico Guarna che nulla ha potuto sui due gol ed ha evitato in più occasioni altre reti ai padroni di casa. Si è concluso con un pareggio anche lo scontro salvezza del Tombolato tra Cittadella e Cosenza, partita che ha visto i padroni di casa farsi raggiungere a nove minuti dalla fine. Mister Gorini ha riproposto Alesso Vita come terzino destro ed il nostro ex ha risposto in maniera positiva disputando una buona partita; meno convincente invece, tra le fila del Cosenza, la prestazione di Marco Brescianini che ha sofferto la dinamicità del centrocampo avversario commettendo parecchi errori sia in fase di possesso che non. Concludiamo la Serie B col Palermo che è stato sconfitto al Barbera dal fanalino di coda Venezia. Tra i rosanero Davide Bettella ha sofferto la rapidità e la fisicità degli avversari facendoli passare con troppa facilità poi però, nei minuti finali della partita, sarebbe potuto diventare l’eroe di giornata infatti ha segnato un gran gol con un tiro che ha mandato la palla prima sulla traversa e poi in gol, purtroppo però il VAR lo ha annullato per un fuorigioco millimetrico di un compagno. SERIE C Nel Girone A la Pro Patria ha espugnato l'AlbinoLeffe Stadium superando per 1-0 i padroni di casa, apparsi decisamente sotto tono. Tra le fila dei bergamaschi prestazione incolore per Sasha Cori che non ha fatto molto poco per cercare sottrarsi dalla ferrea marcatura dei difensori avversari rimanendo ai margini della gara. Passo falso casalingo anche per l’Arzignano che, nonostante una buona prestazione, è uscito sconfitto dal derby col Vicenza al temine di una partita combattuta; tra i migliori in campo dei padroni di casa c’è sicuramente anche il nostro ex difensore Ivo Molnar, impeccabile con le sue letture precise in chiusura a protezione del portiere. La Juventus Next Gen ha giocato per la prima volta all’Allianz Stadium e davanti a più di  28 mila spettatori la squadra di Massimo Brambilla ha pareggiato 2-2 con il Mantova. La squadra di casa è andata per due volte in svantaggio e solamente un Simone Iocolano in grande spolvero, autore di una doppietta, ha salvato i bianconeri dalla sconfitta. Colpo esterno per la Pro Sesto che al "Gavignan-Nocini" ha superato la Virtus Verona per 1-0 al termine di una partita decisamente bloccata e caratterizzata da molti errori da una parte e dall'altra. In una gara che sembrava destinata a concludersi 0-0 Alessandro Capelli, con personalità e determinazione, ha cambiato gli eventi regalando con un destro da fuori area i tre punti alla Pro Sesto.   ha la personalità e la determinazione di provare a cambiare il corso degli eventi, regalando con il suo destro da fuori altri tre punti alla Pro Sesto. Gara combattiva la sua, non risparmiandosi mai dando il suo apporto alla squadra. GOL DA TRE PUNTI Nel turno infrasettimanale grande serata al “Rigamonti-Ceppi” dove il Lecco ha superato per 1-0 il Renate nel big match di giornata. A decidere la sfida è la stata la rete realizzata dal capitano bluceleste Luca Giudici che, al 36′ del primo tempo, ha trovato la traiettoria giusta per il gol che ha regalato il terzo successo consecutivo, il nono in stagione per le aquile. Nel girone C pareggio a reti bianche tra Gelbison e Picerno, una partita nel complesso molto equilibrata che ha regalato un punto che alla fine accontenta entrambe le formazioni. Tra i giocatori più in palla dei padroni di casa troviamo Nigel kyeremateng che, con le sue accelerazioni costanti e attacchi in profondità, ha messo in difficoltà la difesa del Picerno; Francesco Uliano invece si è riservato un posto dietro alla lavagna perché, pur non ha disputando una brutta partita, ha su di sé il macigno di aver fallito un rigore, ovvero la chance più grossa avuta dai rossoblù per portare a casa i tre punti. Passiamo ora al Crotone che, vincendo 1-0 sul Latina, ha approfittato della sconfitta del Pescara riportandosi al secondo posto con un distacco di 4 lunghezze dal Catanzaro. Tra gli squali Cosimo Chiricò, non in condizione ideale, ha cominciato dalla panchina per poi giocare i trenta minuti finali dando la scossa alla squadra anche solo con la sua sola presenza in campo; nel Latina male Francesco Margiotta che non ha mai impensierito il portiere avversario per poi venire richiamato in panchina a metà della ripresa. Infine netta vittoria del Catanzaro guidato dall’ex biancorosso Vincenzo Vivarini che, nello scontro diretto tra prima e seconda in classifica, ha strapazzato il Pescara, guidato da un altro ex Monza come Alberto Colombo. SERIE D Nel Girone B la Caronnese, superando il Sona, è ritornata alla vittoria conquistando così il secondo successo in campionato. Questo importate risultato, ottenuto proprio contro una diretta concorrente per la salvezza, porta la firma da due ex Monza infatti la prima rete porta la firma di Marco Gaeta, abile a toccare la palla di quando basta per ingannare il portiere, mentre il raddoppio l’ha realizzato Michelangelo Achenza che, dopo una bella serpentina,con un tocco sotto ha trovato la rete del successo.  Nel Girone D la Pistoiese, superando 2-0 il Corticella al “Melani”, ha centrato la terza vittoria consecutiva proseguendo la risalita in classifica che ora la vede in quinta posizione. Gli arancioni hanno sbloccato il risultato dopo cinque minuti del secondo grazie ad un’azione di contropiede rifinita da Matteo Barzotti che, da centro area, ha calciato un rigore in movimento spiazzando il portiere mettendo così a segno la sua seconda marcatura stagionale. Infine nel Girone G sontuosa prestazione del Bitonto che ha espugnato il campo del Venosa con un netto 0-3 trovando così il terzo successo stagionale. Tra i neroverdi Loris Palazzo è riuscito a lasciare il suo segno realizzando, dopo trenta minuti nella ripresa, la rete del definitivo 3-0 con una deviazione al volo che non ha lasciato scampo all'estremo difensore avversario. Foto: ssc bari