x

x

Consegnati i premi Ussmb ad atleti e dirigenti sportivi, insignito anche il capitano del Monza Pessina

Scritto da Sandro Coppola  | 

L’emozione dei più giovani, la sorpresa di chi non sapeva di essere premiato, i ricordi delle imprese agonistiche passate e gli auspici per il futuro. Una serata densa di sentimenti e di personaggi quella delle premiazioni alle eccellenze sportive del territorio promossa dall’Ussmb (Unione società sportive Monza Brianza) mercoledì 14 dicembre al Binario 7 di Monza. Il primo a essere premiato è stato il capitano dell’A.C. Monza Matteo Pessina che ha ricevuto l’Insegna d’oro. Il giocatore ha dedicato il riconoscimento alla sua famiglia e ha accennato ai prossimi impegni di campionato. “Ci stiamo preparando molto bene per la ripresa-ha sottolineato-Sarà un momento particolare perché non c’è mai stato uno stop così lungo del campionato, ma noi vogliamo continuare a stupire”. Altre insegne d’oro sono andate a Mattia Muratore, capitano degli Sharks, campioni di Italia di powerchair Hockey, che ha presentato anche il suo libro “Sono nato così, ma non ditelo in giro”, a Fabio Contento, ex atleta di judo e ora presidente della SSD Ronin che quest’anno ha festeggiato cinquant’anni di attività, a Luisa Biella, presidente di Astro Roller Skating, società di pattinaggio plurititolata, reduce dai successi ai World Roller Skating di Buenos Aires. Entrambi i presidenti hanno sottolineato l’importanza dello sport nell’educazione dei giovani. Un concetto ribadito anche da Mario Franchi, allenatore di nuoto, direttore tecnico del gruppo agonistico di H2O, che vanta esperienze in tutto il mondo. Franchi ha, però, ribadito che per un giovane non bastano passione, impegno e sacrificio, ma anche l’appoggio della sua famiglia. “Serve anche una sinergia tra istituzioni, associazioni, imprenditori illuminati-ha sottolineato-In Svizzera lo sport ai giovani è pagato dallo stato perché viene riconosciuto il valore sociale della pratica sportiva”. Emozionati e spontanei gli atleti più giovani: Filippo Bianchini di Atletica Monza, vice campione italiano Cadetti di salto in alto, Matteo Burburan della Forti e Liberi, campione italiano di corsa campestre nel cross corto promesse, Amelie Maiocchi delle Lame Oro, campionessa italiana di spada categoria Ragazze, che hanno ricevuto il riconoscimento destinato alle Giovani Promesse. A ritirare il premio per Margherita Bonifaccio, velista, medaglia d’oro oro al campionato europeo di specialità è stato, invece, il papà Giorgio. Sorpreso e stupito del riconoscimento ”Valori dello sport” Luigi Longoni, dirigente di Astro Roller Skating, al quale la sua famiglia non ha svelato “il segreto”. L’ha presa, invece, con ironia Romeo Ascherio dirigente del Moto Club Monza. “Sono impegnato da quarant’anni ma quest’anno ho preso un po’ di riconoscimenti. Comincio a preoccuparmi.”. Roberta Giussani, pluricampionessa di spada, oggi insegnante all’ A.s.d. Brianzascherma ha evidenziato quanto sia entusiasmante seguire gli atleti ai bordi della pedana. “Quando gareggiavo ero un pezzo di ghiaccio-ha dichiarato-ora mi lascio trasportare dalle emozioni!”. A Stefano Arosio è andato il Premio Giornalistico Angelo Corbetta. Alla serata, condotta da Vera Spadini, giornalista di Sky, volto della Moto Gp, è intervenuta anche l’assessora allo Sport del Comune di Monza Viviana Guidetti che ha ricordato, tra l’altro, gli interventi previsti per gli impianti sportivi della città attraverso i fondi del Pnrr. Un gradito intermezzo è stata l’esibizione della cantante Benedetta Grasso, ex pattinatrice. Il presidente dell’Ussmb Fabrizio Ciceri ha anticipato la 46° edizione del Monza Sport Festival che si terrà il 29 e 30 aprile 2023 in Autodromo. “Una data diversa che sa di scommessa-ha dichiaratoma io sono sempre pronto a scommettere!” La Stella d’oro è stata assegnata alla memoria di Antonio Padovano, già presidente della Sanda Volley e consigliere di Ussmb e Panathlon. A ritirarla la moglie Silvana e la figlia Giada.