x

x

I familiari delle vittime del Covid19 donano un libro al Bosco delle querce di Seveso, inizia così il cammino “la Memoria e la Vita" verso il 18 marzo 2023

Scritto da Sandro Coppola  | 

Un cammino fatto di tappe divulgative e di condivisione che porterà alla data simbolo del dolore e della memoria, il 18 marzo, Giornata nazionale delle vittime del Covid19: ha preso il via oggi il percorso organizzato dall’associazione dei familiari delle vittime del Covid19 #Sereniesempreuniti. La prima tappa ha previsto la donazione del libro scritto dagli stessi familiari “Quello che resta di una vita” alla stazione di bookcrossing inaugurata recentemente presso il Centro Visite del Bosco delle Querce di Seveso e Meda, in provincia di Monza Brianza. Questa mattina, sabato 25 febbraio 2023, due componenti del direttivo, Antonella Dell’Aquila e Alessandra Raveane, hanno depositato una copia con tanto di dedica all’interno della stazione. Il libro è stato registrato anche sul portale online bookcrossing.com così da seguirne gli spostamenti. “E’ un modo per continuare a fare memoria - commentano le due donne, entrambe familiari di vittime del Covid19 -. Il nostro libro è uscito proprio il 18 marzo 2022, e raccoglie le vite comuni di persone strappate via per sempre ai propri cari senza una possibilità di un ultimo saluto”. Tre anni fa come in questi giorni infatti, alcune provincie della Lombardia, in particolare Lodi, Bergamo e Brescia e poi le altre, entravano nell’incubo Covid. Per questo i familiari di #Sereniesempreuniti hanno organizzato “La Memoria e la Vita”, un cammino che toccherà anche la bergamasca e diverse tipologie di pubblico: in questi incontri, non solo verrà fatta memoria, ma verrà anche commentata l’attualità dei procedimenti giudiziari in corso e verranno condivise le emozioni per tornare a celebrare la vita che continua.

I prossimi appuntamenti I prossimi appuntamenti sono: sabato 4 marzo alle 16:30 la presentazione del libro “Quello che resta di una vita” ad Albano Sant’Alessandro, provincia di Bergamo, presso la Sala Consiliare. A marzo inoltre partirà anche il progetto legato alle scuole con il primo coinvolgimento, il 15 marzo, degli alunni delle classi quinte della scuola primaria di San Paolo d’Argon, sempre in provincia di Bergamo. Il percorso culminerà sabato 18 marzo 2023 con la commemorazione ufficiale dei familiari prevista al Filandone di Martinengo (Bg) alle 18: presenti giornalisti che commenteranno l’attualità come Giulio Varesini di Report; l’associazione illustrerà quanto fatto durante l’anno trascorso e la serata si chiuderà con un recital di letture teatrali e musica che sarà un inno alla vita. Per tutte le informazioni e per seguire gli aggiornamenti https://www.familiarivittimecovid19.it